Perché i gatti usano la lingua per pulirsi?

· 10 Aprile 2019
I gatti usano la lingua per la loro igiene personale, ma questa può causare la formazione di boli di pelo nello stomaco.

Chi condivide la casa con un gatto sa che questi felini, oltre che affascinanti, sono estremamente puliti. I gatti seguono una rigida routine quotidiana di igiene, leccandosi con la lingua, per mantenere il loro corpo e il loro ambiente liberi dalle impurità.

In questo articolo, spiegheremo perché la lingua dei gatti gioca un ruolo centrale nella loro pulizia e salute.

Perché la lingua dei gatti è così ruvida?

Probabilmente, tutti noi siamo rimasti stupiti nel constatare che la lingua dei nostri animali domestici è estremamente ruvida. La ruvidità caratteristica della lingua dei gatti è dovuta a uno strato di tessuto spugnoso situato sulla sua superficie.

Questo tessuto è costituito da un insieme di papille coniche composte di cheratina, la stessa sostanza presente nei capelli e nelle unghie del gatto. Anche se la sua consistenza ruvida può sembrare una lama quando ci leccano, le papille coniche si comportano come un pettine o un pennello durante l’igiene dei gatti.

Lingua ruvida del gatto

La lingua dei gatti funziona come un pennello

Quando il gatto lecca la sua pelliccia, la sua “lingua pennello” consente la rimozione dei peli morti e di gran parte delle impurità e dei residui dall’ambiente. In natura, questo meccanismo è essenziale, in quanto impedisce ai parassiti e alla sporcizia di aderire alla pelle, impedendo allo stesso tempo la formazione di nodi sulla superficie della pelliccia.

Le papille coniche delle lingue dei gatti permettono anche ai felini di “graffiare” la carne attaccata alle ossa della loro preda. Oltre ad essere in grado di nutrirsi più facilmente, ciò impedisce al gatto di spendere energie per raggiungere un’altra preda in un breve lasso di tempo.

L’igiene naturale dei gatti e il pericolo costituito dai boli di pelo intestinali

L’abitudine alla pulizia quotidiana dei gatti non è solo positiva per l’animale, ma fa parte della loro routine e del loro modo di essere. Ciò significa che non possiamo ma soprattutto non dobbiamo vietare ai nostri animali di leccarsi per pulirsi.

Tuttavia, questa igiene naturale dei gatti comporta anche un rischio pericoloso per la loro salute: la formazione di boli di pelo nel loro tratto gastrointestinale.

L’efficacia della “lingua a spazzola” fa sì che l’animale finisca per ingerire una grande quantità di peli morti. Questi peli entrano nel tratto digestivo dell’animale. Inoltre, tendono ad accumularsi nello stomaco e nell’intestino, formando i cosiddetti “boli di pelo”.

Come sapere se il vostro gatto ha boli di pelo nello stomaco?

I boli di pelo nel tratto gastrointestinale dei gatti possono causare disturbi digestivi e gravi casi di stitichezza. Se il vostro gatto ha boli di pelo nell’intestino e nello stomaco, probabilmente mostrerà difficoltà a defecare o deporrà feci più secche, più scure e più piccole.

Palle di pelo gatto

Inoltre, il gatto sentirà la necessità di rimuovere le palle di pelo dal tratto gastrointestinale. Pertanto, saranno frequenti i conati, i rigurgiti e il vomito. A seconda della quantità di boli, il gatto può anche essere apatico o letargico, a causa del dolore o del disagio digestivo.

Qui di seguito, esamineremo i sintomi dei boli di pelo nei gatti:

  • Conati frequenti
  • Vomito (di solito con resti di cibo e liquidi)
  • Rigurgiti
  • Costipazione
  • Feci secche, scure o in piccole quantità
  • Addome rigido (può essere accompagnato da dolore addominale)
  • Apatia o stato letargico

Come prevenire la formazione di boli di pelo nei gatti?

Il modo migliore per prevenire l’accumulo di boli di pelo nel tratto digestivo del vostro gatto è spazzolarlo regolarmente. Oltre a farlo in modo regolare e costante, è molto importante sapere come scegliere la spazzola adatta per la pelliccia del vostro gatto, a seconda della razza.

Se è un gatto a pelo corto, è meglio dirigersi verso l’uso di un ‘carda’ (il classico pettine per gatti in vendita nei negozi). Ricordatevi di scegliere una spazzola con le setole morbide in modo da non ferire il gatto e offrirgli un’esperienza piacevole durante la spazzolatura.

Se il vostro gatto ha il pelo lungo, semilungo o denso, l’ideale è acquistare una spazzola metallica o bilaterale. Le spazzole e i pettini tradizionali non raggiungono il sottopelo di questi animali, quindi la spazzolatura non darà i risultati attesi.

Inoltre, di tanto in tanto potreste offrire al vostro gatto il cosiddetto catnip. Questa pianta stimola i sensi del vostro animale domestico e lo aiuta a defecare, al fine di evitare l’accumulo di peli nel tratto gastrointestinale.