Piumaggio e muta nei pappagalli

26 Aprile 2018

La muta nei pappagalli e l’aspetto del piumaggio sono degli ottimi indicatori per verificare lo stato della loro salute. Si può tranquillamente affermare che, grazie alle piume, è possibile rilevare la presenza di eventuali malattie. Di conseguenza, se avete un pappagallo domestico, dovrete controllarle spesso. Se il piumaggio appare sbiadito, povero o rado, ciò potrebbe significare che l’animale sta male. In questo articolo vi diremo tutto rispetto al piumaggio e alla muta nei pappagalli.

Cos’è la muta nei pappagalli?

Come altri animali, anche gli uccelli cambiano il loro piumaggio, di tanto in tanto. Questo processo di rinnovamento delle piume è noto come muta. Si tratta di qualcosa di fisiologico e si verifica con una graduale caduta delle vecchie penne, che vengono sostituite da nuove. In genere, la muta nei pappagalli avviene, in modo totale, ogni uno o due anni. E’ particolarmente evidente in primavera e in autunno.

due pappagalli ara

La muta nei pappagalli, se viene completata perfettamente, non lascia mai lesioni cutanee né aree scoperte. Tuttavia, quando le piume cadono, si possono vedere i pori della pelle e le nuove penne che crescono, presenti in quantità abbondante. Le nuove piume avranno il colore del resto del piumaggio dell’uccello. Potrete vedere un cambiamento nel colore solo nella prima muta di alcune specie, come i parrocchetti o i calopsitta, che acquisiscono il loro colore finale dopo questo primo cambiamento.

La muta serve ai pappagalli per rinnovare il proprio piumaggio. Avviene diverse volte nella vita, specialmente in primavera ed autunno. Le nuove piume mantengono il colore originale, tranne che durante la prima muta. In questo caso, è possibile apprezzare la nuova colorazione che poi sarà definitiva.

Fasce di stress e depigmentazione

Una delle principali anomalie della muta nei pappagalli domestici sono le fasce di stress. Si tratta di macchie che appaiono come una fascia scura, quasi totalmente nere, con una certa apparenza traslucida. Come gli anelli di un albero, la loro distanza rappresenta i processi temporali di stress cronico o un qualche problema di carenza alimentare.

Oltre a queste fasce, il vostro pappagallo potrebbe mostrare un processo di depigmentazione. In questo caso le macchie non saranno solo lineari, ma si diffonderanno in gran parte del piumaggio. Non si tratta però di un’anomalia provocata dallo stress, ma è il risultato di una dieta povera o di un’esposizione solare insufficiente. Per via di questi problemi cronici, dovrete subito contattare un veterinario, esperto in volatili esotici. Il medico vi aiuterà a rivedere la dieta del vostro amico pennuto.

I due più frequenti problemi, relative al piumaggio dei pappagalli, sono le fasce di stress e la depigmentazione. Nel primo caso, si presentano delle macchie nere lineari, nell’altro tali macchie si estendono a tutto il corpo e richiedono l’intervento di uno specialista.

Altri problemi di piumaggio nei pappagalli

Esistono altre patologie di tipo infettivo, che possono interessare il piumaggio del vostro pappagallo. Come la malattia del becco e delle penne. La malattia PBFD (dall’inglese Psittacine Beak and Feather Disease) è causata da un virus e, oltre ai sintomi generali come diarrea, letargia e vomito, può influire sul piumaggio. La caduta delle piume, la loro decolorazione o anche la presenza di colori strani (piume gialle in piumaggio verdastro, per esempio) sono alcuni dei suoi sintomi.

un pappagallo ara giallo con un altro rosso

Altre situazioni, come la presenza di piume rotte, sono spesso dovute alla cattiva gestione. Così come la lotta tra pappagalli tenuti in spazi o gabbie troppo piccole, che non permettono agli animali di muoversi liberamente.

La presenza di alopecia è frequente, per via della nota sindrome di autodeplumazione, uno dei processi più pericolosi negli uccelli. La depressione è una delle principali cause di questa problematica, sebbene possa essere anche la conseguenza del tentativo di attirare l’attenzione, dalla presenza di acari o altre patologie della pelle.

La gravità dell’autodeplumazione è tanto alta come varie sono le possibili cause che la innescano. Proprio per questo motivo, il consiglio più intelligente è quello di chiedere subito l’intervento di un veterinario specializzato in questi animali, o di un addestratore di pappagalli.

In generale, se questi animali vengono tenuti in uno spazio adatto, pulito, nutriti in modo corretto e gestiti con affetto, difficilmente presenteranno problemi nel piumaggio. Fate in modo di gestire i vostri pappagalli domestici nel miglior modo possibile e riuscirete a prevenire qualsiasi problema.