Polpo Dumbo: un animale curioso che pochi conoscono

· 2 luglio 2018

Il polpo Dumbo possiede una caratteristica unica all’interno della sua famiglia. Si tratta del suo sistema di propulsione, che lo distingue dagli altri polpi. Anche il suo particolare habitat lo rende un animale quasi del tutto sconosciuto e, per certi versi, misterioso. Se volete conoscere meglio questo curioso essere vivente, non perdetevi il seguente articolo.

Caratteristiche del polpo Dumbo

La grande caratteristica che definisce il polpo Dumbo sta nella sua morfologia. Mentre il resto dei polpi è provvisto di lunghi tentacoli e si sposta grazie all’espulsione di acqua, questo esemplare utilizza due pinne ai lati della testa per poter nuotare. Queste due “alette” hanno una forma arrotondata e danno al Grimpoteuthis un aspetto simile a Dumbo. Proprio lui, il famoso elefantino che volava grazie alle sue orecchie, protagonista di tanti cartoni animati della Disney.

In realtà, con il termine polpo Dumbo non si identifica una singola specie, bensì un genere che include almeno 13 specie diverse. Tutte hanno tentacoli palmati e due pinne ai due lati della testa. Per mangiare, inoltre, inghiottono le loro prede per intero. Un comportamento diverso da altri cefalopodi, che di solito mordicchiano e sminuzzano il cibo, prima di ingerirlo.

Il polpo Dumbo vive nelle profondità dell’oceano, e poiché si trova in un luogo così inaccessibile, le informazioni su di lui sono davvero scarse. Le dimensioni medie della specie non sono note e ci sono ancora moltissimi interrogativi riguardanti il modo di riprodursi di questo particolare animale marino.

Polpo dumbo sul fondo del mare
Fonte: https://www.soest.hawaii.edu/soestwp/

In generale, è stato osservato che sono bianchi o di una tonalità molto pallida: la mancanza di luce solare nel loro habitat, così profondo, non rende necessario lo sviluppo di una particolare pigmentazione della pelle. Hanno un corpo gelatinoso, che li aiuta ad assorbire la grande pressione ambientale a cui sono sottoposti durante la loro intera vita.

La dimensione e il peso medio della specie non sono noti. L’esemplare più grande avvistato finora misurava circa 2 metri per un peso prossimo ai 13 kg. Il resto dei polpi Dumbo osservati, di solito sono molto più piccoli. Si stima che la dimensione media sia di 30 centimetri, ma assegnare un peso relativo sarebbe del tutto aleatorio.

Comportamento del polpo Dumbo

L’uomo sa davvero poco sulle caratteristiche di questo animale, figuriamoci sulle sua abitudini. L’unica cosa certa è che vivono a grandi profondità e nuotano con le due pinne presenti su entrambi i lati della testa.

A grandi linee è possibile definire la sua dieta. Il polpo Dumbo mangia crostacei, molluschi e vermi. Mentre nuotano dritti con le pinne, toccano rocce e coralli con i tentacoli, per scovare eventuali prede sul fondo. Si posizionano sulla vittima e la inghiottono senza masticare.

Sembra che non ci sia una vera e propria stagione riproduttiva. Le femmine trasportano diverse uova in diverse fasi di maturazione al loro interno e, quando le condizioni ambientali sono favorevoli, ne fecondano una e la depongono. I piccoli che nascono sono già completamente sviluppati e possono da subito badare a se stessi.

Dove vive il polpo Dumbo?

Il polpo Dumbo è la specie di polpo che vive a maggiore profondità: può vivere tra i 2.000 e i 5.000 metri senza alcun problema. Sul fondo di mari e oceani, la luce del sole non penetra più e c’è una grande pressione atmosferica.

un esemplare bianco di Polpo dumbo
Fonte: Cuentosydemasparapeques.com

Si ritiene che vivano in tutto il pianeta. Sono stati avvistati sulle coste del Pacifico e dell’Atlantico del Nord America, nelle isole Filippine, nelle isole Azzorre, in Nuova Zelanda, in Australia, in Nuova Guinea. Sembra che non abbiano preferenze, in quanto alla posizione geografica.

Conservazione del polpo Dumbo

Grazie al fatto che vive nelle profondità dei mari, l’essere umano difficilmente può minacciare la sua sopravvivenza. Le principali minacce, per questa e altre specie, sono comunque il cambiamento climatico e l’aumento delle temperature oceaniche, così come l’inquinamento delle acque. Pezzi di immondizia o altri tipi di rifiuti possono avvelenare l’habitat del polpo Dumbo.

C’è un elemento chiave nella vita di questi animali che occorre sottolineare. La prosecuzione della specie dipende dallo stato di salute degli octocoralli, su cui le femmine depongono le loro uova. Senza questi polipi corallini, il polpo Dumbo non può riprodursi e la prole non può iniziare a nutrirsi, cacciando per sopravvivere e crescere.

Ci sono poi molti predatori da cui fuggire: orche, squali, altri cefalopodi più grandi e persino il tonno.

Tra tutte le specie di polpi, il genere Dumbo è quello che si è evoluto per vivere a profondità davvero incredibili. Ciò gli consente di vivere lontano dalla minaccia dell’essere umano ma, allo stesso tempo, complica notevolmente il lavoro di zoologi marini e studiosi che, come noi, vorrebbero conoscerlo meglio.