Differenze tra portare a spasso cani e gatti

2 aprile 2018

Cani e gatti sono animali domestici adorabili e le loro caratteristiche li rendono parte integrante della vostra famiglia. Tuttavia, quando si parla dell’uno o dell’altro, bisogna tener conto delle enormi differenze che ancora li separano. E’ possibile portare a spasso un gatto? Sarà lo stesso che passeggiare con un cane?

Animali domestici: le differenze tra cani e gatti

Indipendenza

I felini sono animali molto più indipendenti dei cani. Un gatto ha una tolleranza molto maggiore della solitudine. Infatti, se un gatto ha cibo e acqua, può essere lasciato da solo anche per tre giorni senza che soffra in modo eccessivo.

gatto grigio con il guinzaglio

Portare a passeggio un gatto

Da parte loro, i cani sono animali domestici che hanno bisogno di un contatto constante con le persone, specialmente con il loro padrone, considerato padre e capobranco. Un cane richiede cure e attenzioni costanti e la solitudine è sicuramente fonte di stress e tristezza. La mancanza di compagnia genera molta ansia e contribuisce all’insorgere di comportamenti distruttivi.

Pulizia

L’igiene è un altro aspetto in cui vi sono differenze marcate tra un cane e un gatto. Anche se entrambi devono essere lavati con una certa frequenza, in base alla razza, i gatti sono quelli che soffrono di più il contatto con l’acqua. Più volte è stata sfatata la leggenda secondo cui qualsiasi gatto odia l’acqua. Al contrario, ciò dipenderà da esemplare a esemplare.

I piccoli felini hanno la particolarità di pulirsi da soli, usando la loro lingua ruvida. Grazie a ciò, i bagni non devono essere troppo frequenti. Al contrario, se possedete un cane, è necessario rispettare sempre un adeguato calendario dei lavaggi.

Ubbidienza

Non esiste una regola fissa, valida per ogni singolo animale da compagnia. I processi di educazione e addestramento sono influenzati da moltissimi fattori. I felini sono animali domestici che difficilmente riuscirete ad addomesticare in modo completo, perché il loro livello di domesticazione è meno sviluppato. Con la giusta quantità di tempo e pazienza, comunque, riuscirete ad insegnare trucchi e comandi anche al vostro micio.

persona porta cane a passeggio

Discorso opposto per i cani. Il miglior amico dell’uomo è storicamente abituato a prendere ordini e seguire il proprio padrone e, anzi, trova divertente e interessante imparare cose nuove. Educare il vostro cane significa dargli importanza e stimolarne l’attività cerebrale.

Espressività e affetto

I cani sono animali domestici che richiedono affetto e coccole. I gatti, d’altra parte, sono animali con molta più autonomia e cercheranno le vostre attenzioni solamente quando ne avranno voglia. I felini domestici scelgono da chi, come e quando essere accarezzati.

I gatti di solito hanno anche uno spazio tutto per loro, che proteggono gelosamente. I cani,  al contrario, sono molto più aperti in questo senso, a meno che non ci siano altri cani o estranei in casa.

Ogni volta che si parla di cani, l’immagine è quella di un animale che ama giocare. Lo stesso dicasi per i gatti, anche se sono molto più calmi e hanno una personalità piuttosto speciale e individualista. Per intrattenerli dovrete fare appello al loro istinto da cacciatori. I migliori giochi sono quelli in cui stimolerete il vostro gatto a catturare una preda.

Differenze tra portare a spasso cani e gatti

Si può dire che i cani hanno, a differenza dei gatti, più bisogno di passeggiare e uscire all’aria aperta. I cani devono bruciare molta più energia dei loro cugini, che conducono una vita più pacifica. A causa di questo, la necessità di esercizio dei cani è il motivo per cui è assolutamente normale portarli a spasso e indurli al gioco.

Allo stesso modo, il cane è un animale domestico più obbediente. Il gatto ha i suoi ritmi, e per questo motivo il desiderio di portarlo a fare una passeggiata è una grande sfida per i proprietari. Se avete un cane, in strada o al parco, vi seguirà pazientemente, rispettando ordini e comandi che imparerà a conoscere e rispettare, nel tempo.

Davvero una differenza cruciale, che separa cani e gatti. Questi ultimi non concepiscono la punizione e seguono esclusivamente il proprio istinto e il proprio senso logico. Nessun gatto verrà da voi, semplicemente chiamandolo, né comprenderà il rimprovero o il comando di mollare un oggetto o fermarsi.

Addestrare un gatto

Ciò, però, non significa che sia impossibile educare il vostro micio. Se avete le conoscenze, la preparazione, la pazienza e il tempo sufficienti, riuscirete ad addestrare il gatto affinché possa uscire con voi in strada, senza pericoli. Nel caso in cui l’animale sia in calore e non sterilizzato, è sconsigliabile che abbia contatto con l’ambiente esterno.

È molto importante portare a spasso il gatto in un posto sicuro, soprattutto dove non esista il rischio di incrociare cani. Durante i primi tentativi di passeggiata assieme, cercate prima di fare un sopralluogo per identificare zone poche frequentate, sia da esseri umani che da altri animali.

Ogni gatto ha una personalità ben marcata e riuscire a conoscerla a fondo è una sfida interessante per ogni padrone. Se desiderate portare a spasso il vostro gatto, in un modo simile a come si fa con i cani, sforzatevi per educarlo nel miglior modo possibile. Se avete dubbi o desiderate qualche ragguaglio, rivolgetevi senza esitazione al vostro veterinario di fiducia.

Guarda anche