Come prendersi cura delle anatre domestiche

Affinché abbia successo, l’allevamento di qualsiasi animale richiede conoscenza e dedizione. Per questo motivo, è importantissimo prendersi cura delle anatre. E’ fondamentale rispettare le loro esigenze e necessità. Per questo motivo, abbiamo dedicato un articolo con i migliori suggerimenti e consigli per permettervi di allevarle e trattarle nel miglior modo possibile.

Anatra: caratteristiche fisiche e comportamento

Noi chiamiamo “anatra” genericamente varie specie di uccelli d’acqua appartenenti alla famiglia degli Anatidi.

La sua morfologia prevede un corpo dalla struttura arrotondata, con becco piatto e largo, zampe corte e palmate. La longevità media varia dai 10 ai 15 anni, a seconda della specie e dell’habitat in cui l’animale nasce e cresce.

Sono uccelli adattati alla vita acquatica, quindi sono ottimi nuotatori per natura. Proprio sulla superficie di laghi e fiumi, mostrano tutta la loro eleganza, oltre che un comportamento sicuro e sereno. Al contrario, una volta in terra, l’anatra assume una tipica camminata irregolare e buffa, perdendo completamente la sua agilità marina.

due anatre in acqua

Le anatre si distinguono anche per il loro alto livello di socializzazione, e in natura vivono di solito in grandi gruppi o in coppia. Infatti, grazi alla loro natura affabile e alla loro capacità di vivere insieme, hanno conquistato l’affetto di molte persone, che scelgono di adottarle come animali domestici.

Cura di base delle anatre: un’alimentazione adeguata

La cura di base delle anatre dovrebbe includere una dieta adeguata per lo sviluppo ottimale della loro specie. Le anatre sono animali onnivori e prediligono un’alimentazione variata. Più del 70% del loro menù è composto da: frutta, verdura, semi, legumi e cereali vari. Inoltre, possono contare sull’apporto di proteine animali, derivanti dalla caccia di piccoli pesci e insetti.

Un’anatra adulta consuma tra i 150 e i 200 grammi di cibo al giorno. Un valore che può variare a seconda della sua specie, sesso, età e habitat. Il tipo di cibo varia anche in base allo scopo del suo sviluppo, come vediamo qui di seguito.

Mangime da ingrasso

Un gran numero di anatre vengono allevate per il consumo della loro carne. La proteina della carne di anatra – principalmente il suo fegato – è storicamente apprezzata dall’alta cucina. Inoltre, le loro proprietà nutrizionali benefiche sono sempre più riconosciute da dietologi e medici.

La crescente domanda del mercato locale e internazionale rende il suo allevamento molto benefico per gli agricoltori e gli imprenditori.

L’allevamento di anatre per consumo umano di solito utilizza tecniche di ingrasso per ottimizzare i profitti dei produttori. Per questo, vengono utilizzati mangimi commerciali con un’alta concentrazione di carboidrati, circa il 25% di proteine ​​e pochissime fibre.

Alimentazione corretta per le anatre domestiche

È ‘alla moda’ allevare anatre come animali domestici. In questi casi non si cerca l’ingrasso dell’animale e si rispetta una dieta più equilibrata.

anatroccoli che mangiano

Come prima regola, non bisogna mai dare il mangime per animali domestici alle anatre da fattoria. L’assunzione di questi prodotti può portare all’obesità e ad altre malattie ad essa associate.

Quando si adotta un’anatra come animale domestico, è essenziale rispettare i suoi bisogni nutrizionali. È importante seguire una dieta naturale e prestare particolare attenzione per mantenere il cibo fresco e in condizioni ottimali.

Molti proprietari ricorrono all’aiuto di integratori e vitamine concentrate. L’intenzione è quella di integrare la dieta e rafforzare il sistema immunitario.

Idratazione adeguata

È fondamentale lasciare a disposizione acqua fresca e pulita, sia per l’allevamento produttivo di anatre, sia per quello domestico. Inoltre, è consigliabile pulire quotidianamente i contenitori di cibo e acqua dei vostri amici a due zampe.

Igiene: il segreto per la cura di base delle anatre

Quando vivono in libertà, le anatre di solito si puliscono ogni giorno, sia che si tratti del proprio corpo o del proprio nido. È abbastanza normale vederle mentre dedicano ore a governare il loro bel piumaggio e pulire il loro nido.

Le anatre sono pulite per natura e possono facilmente ammalarsi per colpa di un ambiente sporco. Pertanto, l’igiene è la chiave per la cura di base delle anatre. Vi consigliamo di pulire il loro rifugio una o due volte ala settimana. Dovrete anche pulire l’abbeveratoio e le ciotole del cibo ogni giorno.

Creare un ambiente ideale per le anatre

L’allevamento di anatre necessita principalmente di spazi esterni, con una fonte di acqua pulita (lago, piscina, ecc.). Sono animali che si divertono a nuotare liberamente, si puliscono e si rinfrescano ogni momento che possono. Inoltre, stare in acqua e camminare permette loro di esercitare i loro muscoli regolarmente.

Si consiglia di acquistare o costruire un pollaio per fornire un riparo per i vostri animali. Qui si sentiranno protetti e potranno riposare. Le dimensioni dipenderanno dal numero di anatre e dallo spazio disponibile.

L’anatra è solitamente molto resistente, quando riceve una buona dieta e vive in condizioni ottimali per il suo sviluppo. Allo stesso modo, la medicina preventiva e le visite periodiche dal veterinario saranno fondamentali per tutelare la salute e il benessere di questo simpatico animale domestico.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche