Preparare il cane per l’estate: prevenzione e sicurezza

· 15 luglio 2018

Preparare il cane per l’estate è fondamentale affinché non soffra troppo per il caldo, sopporti bene l’eventuale assenza dei padroni e sia ben preparato per spostamenti ed escursioni. I tanti aspetti legati alle vacanze a al sole non possono essere sottovalutati.

Anche se l’estate è una stagione ideale per viaggiare e fare attività all’aria aperta, è anche vero che nasconde piccoli pericoli e possibili disagi per i nostri amici a quattro zampe. Pertanto, è importante preparare il cane per l’estate, con lo scopo di tutelare sempre la sua salute, sia fisica che mentale.

Perché bisogna preparare il cane per l’estate?

Come potete vedere, ci sono problematiche tipiche dell’estate che interessano il vostro animale domestico. Parliamo, ad esempio, delle condizioni climatiche, orari, eventuali viaggi, escursioni. Tutto diventare un problema per l’animale, poiché la sua normale routine può subire forti cambiamenti rispetto al resto dell’anno.

Quali misure sono necessarie affinché il cane o altri animali domestici non soffrano in estate? Ci sono alcune buone abitudini che vi aiuteranno nei mesi più caldi, come rafforzare l’idratazione, accorciare la pelliccia, effettuare visite e sverminazioni. Vediamoli tutti:

Come preparare il vostro cane per l’estate?

1. Idratazione

Indubbiamente, l’idratazione è uno degli aspetti più importanti da tenere in considerazione per la salute del cane durante l’estate. Infatti, se gli esseri umani soffrono a temperature elevate, nel caso dei cani la situazione è ancor più grave, in quanto sono notevolmente più sensibili al calore.

Nei negozi per animali potrete acquistare degli abbeveratoi portatili. Oltre alle normali bottigliette, ci sono anche dispositivi che permetteranno al vostro animale di bere in qualsiasi momento, anche se vi trovate lontani da casa. In questo modo, non correrete il rischio che soffra per una mancanza di liquidi.

2. Tosatura

È consigliabile portare il cane da un parrucchiere canino alla fine della primavera. In molte occasioni l’animale avrà solo bisogno di una piccola sfoltitura, dato che non tutte le razze hanno bisogno della tosatura. Sarà sufficiente eliminare solo i peli morti che si sono accumulati nei mesi precedenti, in modo da favorire una migliore ventilazione della pelle.

ragazza tosa cane cocker

3. Hotel e pensioni per cani

Uno dei maggiori problemi che i proprietari di animali domestici hanno è il luogo dove lasciare l’animale durante le vacanze estive. Oggi, per fortuna, ci sono diverse alternative. La prima è quella di affidare il cane ad una persona di fiducia. Dovrà essere un amico o familiare conosciuto, per evitare stress e ansia.

La seconda opzione è quella di lasciare l’animale in una pensione o in un hotel per cani. È importante fare attenzione e scegliere bene la struttura. Informatevi direttamente, visitate il luogo e chiedete le sufficienti garanzie ai gestori. Per rendere meno complicato l’adattamento, potrete portare cuccia, ciotole e giocattoli del vostro amico a quattro zampe e visitare insieme, prima di lasciarlo, questo posto. Gli risulterà più familiare.

4. Viaggi e trasferimenti

A volte, gli spostamenti in auto, nave, treno o aereo possono stressare i cani. Ad esempio, alcuni esemplari possono soffrire vertigini anche solo viaggiando in macchina. Se avete deciso di portare il vostro amico a quattro zampe con voi, dovrete pianificare il viaggio in anticipo e chiedere al veterinario quali misure adottare, a seconda dei casi.

un cagnolino con gli occhiali in una valigia

Vi consigliamo, inoltre, di abituare il cane ad entrare in macchina diversi giorni prima. Dovrete poi farlo familiarizzare con il trasportino. L’ideale è ricorrere sempre al rinforzo positivo, ricorrendo ai premi. Fate entrare e uscire il cane dall’auto. Poi, realizzate dei piccoli spostamenti, sempre più lunghi, per arrivare preparati al giorno del viaggio.

5. Tutela della salute

Durante l’estate, sicuramente, porterete il vostro cane più spesso fuori. I contatti con altre persone e animali saranno notevolmente più numerosi e, come conseguenza, anche l’esposizione al possibile contagio di zecche, pulci e altri parassiti. A tal proposito, è bene realizzare una sverminazione completa e prevenire il rischio di infezioni. Tenete sempre aggiornato il libretto dei vaccini, che vi servirà se vorrete portare l’animale in determinati paesi esteri.

6. Bagni e nuoto

È importante non forzare il cane ad entrare in mare o in piscina. Alcune razze di cani amano nuotare, ma altre no. Se l’animale mostra paura dell’acqua, lasciate perdere e cercate altri passatempi da realizzare assieme. Questa esperienza può segnarlo per tutta la vita. Più avanti, con calma e con l’aiuto di un istruttore cinofilo, potrete intervenire per eliminare questa fobia.

Tenete presente che un cane che entra ed esce dall’acqua potrebbe accumulare umidità in diverse parti del corpo difficili da asciugare, come le orecchie. Usate sempre degli asciugamani puliti e controllate anche la presenza di residui. L’accumulo di acqua e detriti favorirebbe la proliferazione di batteri e microbi.

Come avete visto è importantissimo preparare il cane per l’estate. In questo modo, potrete tutelare al meglio la sua salute, evitando inutili problemi e prevenendo quelli che possono essere i problemi più comuni.