Problemi di pelle nei cavalli: consigli per risolverli

3 Luglio 2019
I cavalli possono sviluppare diversi problemi della pelle, con differenti intensità e sintomatologie. È responsabilità dei proprietari e prestatori di cura offrire loro l'assistenza adeguata.

Le allergie e i problemi della pelle sono tra le malattie più diffuse tra i cavalli. Queste patologie possono compromettere gravemente la qualità della vita dell’animale e arrivare a provocare danni permanenti alla loro salute. Per questa ragione, è fondamentale sapere come prevenire i problemi della pelle negli equini per poter offrire loro la migliore medicina preventiva.

Nelle righe che seguono parleremo dei principali problemi dermatologici che possono colpire i cavalli e dei loro sintomi.

I problemi della pelle più comuni tra i cavalli

In generale, le malattie della pelle del cavallo sono provocate da parassiti e microrganismi patogeni. Inoltre, sono associate a squilibri ambientali o a mancanze nella loro medicina preventiva.

per prevenire i problemi della pelle dei cavalli, è importante prendersi cura del loro ambiente

La rogna nei cavalli

La rogna è una malattia dermatica altamente contagiosa, che può colpire animali di diverse specie, compresi gli esseri umani. Questa patologia è provocata da piccoli aracnidi dalle abitudini parassitarie, popolarmente noti come acari.

Al giorno d’oggi sono noti diversi tipi di rogna che possono colpire i cavalli. I tre che seguono sono quelli che vengono diagnosticati con maggiore frequenza:

Tipi di rogna nei cavalli

  • Rogna sarcoptica: provoca la perdita di pelo e la presenza di piccoli bozzi sulla pelle, che causano un intenso prurito. Questi sintomi hanno generalmente origine a partire dalla testa e dal collo, per poi espandersi rapidamente lungo il dorso e la groppa dell’equino. Il suo agente patogeno è l’acaro Sarcoptes equi e, se non viene trattata in tempo, può portare all’anoressia e all’anemia.
  • Rogna psoroptica: colpisce principalmente le articolazioni e le zone che presentano un manto più lungo. Provoca prurito ed è causata dall’acaro Psoroptes equi.
  • Rogna corioptica: nota anche come “rogna dei piedi”, perché colpisce principalmente i quarti posteriori e gli zoccoli. Generalmente i cavalli colpiscono costantemente il suolo per alleviare il prurito: questo è il sintomo più caratteristico di questo tipo di rogna. Il suo progresso è più lento ed è provocato dall’acaro Chorioptes equi.

La tigna nei cavalli

La tigna è una patologia infettiva di origine micotica; in altre parole, è provocata dai funghi. Colpisce soprattutto la pelle del cavallo. In generale, questa malattia si sviluppa approfittando di un deficit immunitario dell’animale. In questa maniera, si presenta più frequentemente in equini anziani o che non ricevono adeguate cure preventive.

Il sintomo più caratteristico della tigna nei cavalli è costituito da alcune lesioni circolari accompagnate da alopecia. Se non viene tratta rapidamente, sulle ferite si formano delle squame o croste giallastre da cui generalmente emana un odore peculiare e piuttosto sgradevole.

Acari e funghi nei cavalli

Le due malattie citate sono solo alcuni dei problemi della pelle del cavallo provocati da acari e funghi. Ciononostante, sono molte le allergie e i processi infettivi e infiammatori che questi agenti possono causare negli equini.

All’atto pratico, la proliferazione di funghi e acari nasce dalle cattive condizioni dell’ambiente in cui vive il cavallo, che consentono, per esempio, l’accumulo di sporcizia e umidità sulla pelle e tra i peli degli animali, così come alterazioni del loro pH.

D’altra parte, anche una nutrizione insufficiente e una medicina preventiva inadeguate indeboliscono il sistema immunitario dell’equino. Di conseguenza, il suo organismo diventa maggiormente vulnerabile a ogni genere di malattia.

parassiti e microrganismi sono i principali responsabili dei problemi della pelle dei cavalli

5 consigli per prevenire i problemi della pelle dei cavalli

I seguenti suggerimenti ci aiuteranno nella prevenzione delle patologie della pelle negli equini:

  1. Preparare l’ambiente del vostro cavallo. Le stalle nelle quali vivono i vostri equini devono offrire loro le condizioni migliori per il loro sviluppo. Una buona ventilazione e un’adeguata luminosità sono fondamentali per evitare la proliferazione di microrganismi e parassiti.
  2. Nutrizione completa ed equilibrata. Il fieno di cattiva qualità o di provenienza sconosciuta tende a diventare umido con facilità e può contenere i cosiddetti “acari del fieno”. Inoltre, una buona alimentazione è fondamentale per il rafforzamento del sistema immunitario del cavallo.
  3. Pulizia. La pulizia e la toelettatura quotidiane del cavallo sono fondamentali per conservare la bellezza e la salute della sua pelle e del suo pelo. Questa routine aiuta anche a identificare precocemente i sintomi di eventuali problemi della pelle dei cavalli, così come la presenza di parassiti.
  4. Igiene. Gli ambienti del cavallo devono venire igienizzati regolarmente, facendo particolare attenzione a evitare l’accumulo di avanzi di cibo, fieno inumidito e sporcizia. altrettanto fondamentale è lavare quotidianamente l’abbeveratoio dei cavalli ed evitare così il ristagno di acqua in cattive condizioni.
  5. Medicina preventiva. Proprio come i cani e i gatti, anche i cavalli hanno bisogno di seguire un calendario di vaccinazioni e sverminazioni, in modo da prevenire l’insorgere di gravi malattie che possono portare alla loro morte o a danni alla salute irreparabili. Inoltre, si raccomanda che le visite veterinarie vengano effettuate almeno due volte all’anno.
  • intermedica.com. Dermatología equina. Extraído de: http://www.intermedica.com.ar/media/mconnect_uploadfiles/s/c/scott.pdf
  • J. A. Cardona, M. Vargas-Viloria, S. Perdomo. 2013. FRECUENCIA DE PYTHIOSIS CUTÁNEA EN CABALLOS. Extraído de: http://www.scielo.org.co/pdf/rfmvz/v61n1/v61n1a04.pdf