Qual è il miglior guinzaglio per cani?

21 maggio, 2018
 

Quando portate a spasso il cane, ormai per legge è obbligatorio usare il guinzaglio. Oltre a servire a mantenere il vostro animale domestico vicino, è un elemento attraverso il quale comunicate con lui. Per aiutarvi a capire qual è il miglior guinzaglio per cani, abbiamo raccolto tutta una serie di informazioni utili e consigli, in questo articolo.

I diversi tipi di guinzaglio per cani

Esistono molti tipi diversi di guinzagli sul mercato, tuttavia, non tutti vanno bene. Alcuni possono persino ferire l’animale. Altri li fanno sentire a disagio o sono troppo stretti. E’ un discorso che va di pari passo con alcune cattive abitudini degli stessi proprietari. Infatti, non tutti i modi di tenere il cane al guinzaglio sono buoni. Scegliete sempre l’imbracatura ed evitate collari appuntiti o catene.

L’importanza di saper usare il guinzaglio

Attraverso il guinzaglio trasmettete molte informazioni al vostro cane. Se siete rilassati, tesi o se c’è qualche pericolo. Lo fate in modo inconsapevole molte volte, ma l’animale raccoglierà sempre tutte queste informazioni, ogni volta che uscirete per una passeggiata.

Se tirate il guinzaglio, l’animale penserà che si avvicina un pericolo e diventerà estremamente vigile. Al contrario, se il guinzaglio è lento, il cane si sentirà rilassato e comodo. Tenere la corda tesa, produce una sensazione di stress o pericolo: il cane camminerà in modo più nervoso e agitato.

Inoltre, se il guinzaglio è attaccato al collo o a un tipo di imbracatura che può ferirlo, anche una semplice corsa gli causerà dolore. Un collare troppo stretto o inadeguato, unito a troppa tensione, può provocare all’animale seri problemi di salute. Per il suo benessere fisico e psicologico, le passeggiate devono essere fatte senza tensione, alle due estremità del guinzaglio.

 
cane al guinzaglio a spasso con la padrona

Ecco perché è importante insegnare ai cani a non tirare il guinzaglio. Ma è altrettanto importante che neanche voi proprietari facciate lo stesso errore. Durante ogni passeggiata, non dovrete mai tirare il cane in nessuna direzione, ancor meno verso di voi. Gli provocherete solo dolore, facendolo innervosire.

Guinzaglio avvolgibile o flessibile

guinzagli avvolgibili sono caratterizzati da una molla, protetta da un manico in plastica, che permette al cane di avvicinarsi e allontanarsi senza problemi. La corda rimane quindi sempre in tensione, perché viene tirata indietro dal suo meccanismo. In assoluto questo tipo di guinzaglio va evitato, per una serie di motivi:

  • Il cane sente sempre tensione.
  • Quando azionate il “freno” o il guinzaglio arriva a fine corsa, si applica una trazione molto forte.
  • Il cane non sa quanto è lontano dal padrone.
  • Se cade a terra, fa molto rumore e può spaventare il cane, inducendolo a scappare.
  • Lo sfregamento della corda può causare ustioni.
  • C’è il rischio che il cordino si aggrovigli, ferendo l’animale o facendo cadere voi.
un labrador nel bosco al guinzaglio con la sua proprietaria
 

Guinzaglio Lazo

Se avete visto qualche film di cowboy, sapete già cosa sia un “lazo”. E’ praticamente una corda che termina con un cappio. La sua funzione è di stringere gradualmente mano mano che il cane si allontana. Questo tipo di guinzaglio va assolutamente evitato, dato che può provocare soffocamento.

Naturalmente, un tale oggetto non può essere il miglior guinzaglio per il vostro cane. L’obiettivo è passeggiare assieme in tranquillità, ma senza fargli male. Soprattutto in una zona così sensibile come il collo. Anche i famosi collari a catena sono da scartare, per lo stesso motivo.

Guinzaglio fisso e lungo

Stiamo parlando di un sistema tradizionale, costituito da un lungo filo resistente. Un’estremità ha un moschettone che viene agganciato sull’imbracatura, e l’altra presenta una maniglia, o un laccio, per la mano. Possono essere fatti di molti materiali: corda intrecciata, nylon, pelle, tessuto colorato, ecc.

ragazza corre sul bagnasciuga con due cani al guinzaglio

Esistono molti tipi di guinzagli fissi sul mercato: troverete soluzioni più economiche a altre più sofisticate e lussuose, elaborate con materiali di maggiore qualità. Cercate di evitare quelli in metallo, poiché sono molto pesanti e scomodi, sia per il cane che per voi.

 

Il miglior guinzaglio per cani

Indubbiamente, il miglior guinzaglio per il vostro cane è quello fisso. Dovrà avere una lunghezza di almeno 1 metro e mezzo. Solamente con questo sistema, potrete insegnare all’animale a non tirare e a camminare senza tensione durante la passeggiata o quando correte.

Inoltre, questa lunghezza permetterà al cane di avere abbastanza libertà, per camminare senza strattoni. Anche se sembra paradossale, più lunga è la cinghia, più confortevole sarà la corsa e meno strappi riceverete.

Dal momento che, per legge, è obbligatorio camminare con il cane legato, è importante preoccuparsi di scegliere il miglior guinzaglio per cani, per godersi le passeggiate in modo migliore. Non dimenticate mai che questo accessorio è un elemento di comunicazione molto sensibile e che guinzagli inadatti possono causare danni al cane. E’ importante insegnargli a camminare, senza tensioni né dolore.