Quali batteri possono far ammalare il vostro animale?

I cani e i gatti sono fra gli animali domestici che possono soffrire di diversi tipi di malattie batteriche.
Quali batteri possono far ammalare il vostro animale?

Ultimo aggiornamento: 25 febbraio, 2021

I batteri sono microrganismi che possono causare delle malattie in diversi gruppi di animali. Un esempio sono i cani ed i gatti, che sono tra gli animali domestici più comuni nelle famiglie.

Sintomatologia generale

Ogni malattia ha la sua sintomatologia specifica. L’insieme dei sintomi permette al veterinario di determinare se la malattia è causata da batteri, funghi, virus o altro e, quindi, di stabilire una diagnosi specifica.

Tuttavia, bisogna considerare che ci possono essere sintomi generalizzati che permettono di determinare se un’infezione è batterica o no. Tra questi possiamo trovare:

  • Cambiamenti comportamentali.
  • Febbre.
  • Perdita di appetito.
  • Starnuti o secrezioni nasali.
  • Problemi urinari.
  • Rigidità muscolare.
  • Problemi agli occhi.
  • Perdita di equilibrio.

Se osservate uno di questi sintomi o una loro combinazione in un certo lasso di tempo, non esitate a rivolgervi ad un veterinario. Lo specialista vi dirà come comportarvi e prenderà in considerazione i sintomi quando farà la diagnosi.

Batteri e malattie che possono causare

Tra le diverse malattie che possono essere causate da batteri, possiamo menzionare le seguenti:

  • Polmonite. Può essere causata da Haemophilus influenzae, Bordetella bronchiseptica o Streptococcus pyogenes.
  • Tratto intestinale. Principalmente possono essere coinvolti Escherichia coli, ma anche Salmonella Spp. o Campylobacter Spp.
  • Tratto urinario. I problemi ai reni possono talvolta essere causati da un’infezione batterica. Tra i diversi batteri spiccano l’E. coli o lo Staphylococcus aureus.
  • Infezioni della pelle. La piodermite è un’infezione batterica della pelle causata principalmente da Staphylococcus pseudintermedius.

Sia i gatti che i cani possono essere portatori di diversi tipi di microrganismi o parassiti. Quindi, per questo motivo, possono agire da intermediari quando si tratta di trasmettere malattie.

Malattie causate da batteri nei gatti

I gatti possono sviluppare diversi tipi di malattie batteriche. Tra queste si possono menzionare le seguenti:

Congiuntivite

La congiuntivite è una malattia che può essere causata da agenti infettivi, sia batteri come Chlamydia spp. o Mycoplasma spp. o herpes virus canino. Può anche essere un sintomo di altre patologie.

Questa malattia è più comune nei gatti sotto i sei mesi di età che non sono stati adeguatamente curati. Tuttavia, può comparire anche nei felini adulti, quando il loro sistema immunitario è indebolito.

Congiuntivite causata da batteri nei gatti.

Per differenziare se l’agente causale è un batterio o un virus, ci sono indizi che possono aiutare. Per esempio, è stato osservato che le infezioni batteriche sono di solito unilaterali e l’essudato spesso è biancastro.

D’altra parte, l’herpes virus causa un’infezione molto contagiosa, che può essere bilaterale e verificarsi in più membri della cucciolata. Il virus dell’herpes rimane latente e può causare focolai in esemplari adulti stressati.

Malattie causate da batteri nei cani

Anche i cani possono sviluppare malattie causate da diversi tipi di batteri. Un esempio di una patologia che possono causare è:

Infezione intestinale da Campylobacter Spp.

In questo caso l’infezione intestinale nei cani è causata da due specie di batteri, Campylobacter jejuni e Campylobacter upsaliensis. Questi agenti patogeni possono anche causare infezioni negli esseri umani, nei gatti ed altri animali.

I sintomi principali sono diarrea, dolore addominale o crampi, letargia e febbre. Per diagnosticare correttamente l’agente causale, viene eseguita in laboratorio un’analisi del sangue e delle feci.

Questi batteri sono resistenti a un gran numero di antibiotici. Per questo motivo, si usa spesso l’eritromicina, anche se questo dipenderà dalle condizioni del cane. Gli antibiotici ridurranno il numero di batteri, il che riduce il rischio di infezione.

Infezioni causate da batteri in cani e gatti

Cani e gatti possono soffrire di malattie causate dallo stesso organismo patogeno. Un esempio è l’Escherichia coli, il batterio che causa la maggior parte delle infezioni del tratto urinario. 

Batteri che causano infezioni intestinali.

Infezione del tratto urinario

Clinicamente ci sono diverse sintomatologie. Tuttavia, i segni più frequenti dell’infezione del tratto urinario sono l’ematuria, la pollachiuria, la stranguria e la disuria.

Un’altra caratteristica degna di nota è la minzione in luoghi impropri o l’incontinenza. D’altra parte, l’urina può mostrare un colore e un odore atipici.

I sintomi, insieme a un esame del sangue e un’analisi delle urine, permettono di fare una diagnosi corretta. In alcuni casi sono necessari altri test complementari, come un’ecografia o un’endoscopia.

Suggerimenti da tenere a mente

Va comunque detto che la stragrande maggioranza dei batteri esistenti non provoca alcun danno. Solo l’1% del totale è responsabile delle diverse malattie il cui agente infettivo sono i batteri.

In ogni caso, davanti a qualsiasi sintomo che mostri che il gatto o il cane può essere malato, è consigliabile portarlo il prima possibile da un veterinario. Infatti, solo un professionista può decidere quali test sono necessari per fare una diagnosi corretta.

In questo modo, potrà prescrivere gli antibiotici o i farmaci che ritiene opportuno e può anche suggerire una serie di misure preventive da prendere in considerazione. Fidatevi sempre dello specialista in questi casi.

Potrebbe interessarti ...
Quando bisogna portare il cane dal veterinario?
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Quando bisogna portare il cane dal veterinario?

Prendersi cura dei propri animali domestici fa parte delle responsabilità di ogni buon padrone. Vediamo allora quando serve portare il cane dal vet...



  • Bruce D, Zochowski W, Fleming GA. Campylobacter infections in cats and dogs. Veterinary Record. 1980;107(9):200-1.
  • Suárez, M.; Bertolani, C.; Avellaneda, A.; & Tabar, Ma. D. Las vías urinarias, «tan sencillas como complejas». 2013;Urinario. Disponible en: https://avepa.org/pdf/proceedings/URINARIO_PROCEEDING2013.pdf