Quali sono le razze di cane più socievoli?

10 Febbraio 2020
Vi interessa conoscere le razze di cane più socievoli? Se in casa vostra vivono anche un gatto o un coniglio è meglio evitare le razze Terrier e Segugio, create per uccidere piccoli mammiferi; un addestramento sulla socievolezza non può garantire una totale cancellazione dei loro istinti.

In generale, le razze di cane più socievoli sono le più richieste. Per quanto la maggioranza dei cani adori gli esseri umani, vi sono razze che spiccano per la loro incredibile socievolezza.

È un dato di fatto come quasi tutti i cani siano amichevoli con i loro padroni. Eppure, alcune razze create originariamente per fare la guardia possono essere diffidenti e perfino aggressive nei confronti di estranei.

Se state quindi cercando un cane disposto ad amare tutti, amici ed estranei, leggete prima questo articolo sulle razze di cane più socievoli.

Golden Retriever, una delle razze di cane più socievoli

Una delle razze di cane più famose al mondo, il Golden Retriever – nella foto che apre questo articolo – è famosa per il temperamento pacifico. Sono allegri indipendentemente dalla persona o dall’animale con cui convivono.

I caratteri distintivi di questa razza sono la resistenza, l’intelligenza e la facilità di addestramento. È facile vedere cani appartenenti a questa razza diventare assistenti di persone con disabilità, oppure insieme ad altri animali a formare un gruppo di terapia. Ma vengono anche impiegati in missioni di ricerca e recupero, così come nello sport.

I Golden Retriever hanno la tendenza ad amare tutti, senza distinzioni. Se un ladro entra in casa, il rischio è che l’animale lo saluti allegramente come se lo conoscesse da tempo accompagnandolo nella sua perlustrazione.

Se uscite a passeggio, probabilmente vorrà salutare tutte le persone e i cani che incrociate. L’indole amichevole di questo cane, come abbiamo visto, a volte può risultare perfino eccessiva.

Pointer, i cani inglesi per eccellenza

Tanto elegante dal vivo quanto nei numerosi quadri ad olio dei secoli XVIII e XIX che lo ritraggono, il Pointer è stato per secoli il compagno ideale dei nobili inglesi.

pointer

Ma il suo lignaggio aristocratico non gli impedisce di essere affettuoso e giocherellone. Attraverso il giusto addestramento può diventare un amico fedele per altri animali tanto quanto lo è con i suoi padroni.

Caratteristica del Pointer è il grande senso dell’olfatto, la pazienza e l’autocontrollo. Il suo lavoro originale era di cacciare prede. Non appena avvistava un uccello o una lepre, seguiva la preda con l’olfatto, attendendo pazientemente che il suo padrone lo raggiungesse e adoperasse l’arma.

Energico e amante del divertimento, il Pointer è il cane ideale per una famiglia. È un animale affettuoso e docile da avere in casa, ma solo a seguito di un buon addestramento. I puntatori (quei Pointer che venivano usati durante la caccia) sono estremamente atletici e hanno bisogno di fare esercizio fisico tutti i giorni.

Barbone

Conosciuto anche come Caniche, è un cane di origine tedesca nato durante il medioevo. Deve il nome alla sua natura di cane acquatico, utilizzato per recuperare uccelli in acqua.

barbone, tra le razze di cani più socievoli

Così come tutti i cani da caccia, anche il Barbone è molto socievole e ansioso di compiacere il proprio padrone.

La sua energia e la sua personalità lo rendono un cane di grande compagnia. Tanto facile da addestrare da poter essere tranquillamente lasciato in compagnia di bambini e altri animali.

Il Barbone è considerato una delle razze più intelligenti del mondo. Come abbiamo detto, la loro capacità di addestramento gli permette di imparare qualsiasi comando in poco tempo.

Viene spesso descritto come un cane affettuoso, leale e irrequieto. Nonostante l’aspetto distinto, è una razza che adora giocare.

Carlino, un’altra delle razze di cane più socievoli

Il Carlino è un cane estremamente apprezzato in parte per il suo aspetto in parte per la sua personalità. È infatti estremamente socievole, affettuoso e amabile anche con altri animali.

carlino

Il Carlino ama essere coinvolto nel gioco di altri cani e adora i suoi padroni, con i quali stringe legami molto profondi. Inoltre, è un cane molto amichevole anche con gli estranei.

Questa razza è conosciuta come il pagliaccio del mondo canino per il suo gran senso dell’umorismo e per la sua vanità. Al Carlino piace infatti essere al centro dell’attenzione, tanto da intristirsi se non considerato.

Le razze di cane più socievoli sono caratterizzate dall’indole affettuosa verso le persone che le circondano. Si trovano anche molto bene con i bambini, con altri animali e con gli estranei.

Oltre alle razze citate in questo articolo, potete trovare una lista più completa nello studio pubblicato dalla rivista Applied Animal Behaviour Science. Gli autori di questo studio hanno infatti analizzato il comportamento di ben 98 razze canine.

Altri studi scientifici riconoscono delle differenze nel grado di socievolezza a seconda della razza, con il gruppo formato dalle razze Retriever (Labrador, Golden e Cocker) ritenuto il più socievole.

Per concludere, bisogna ricordare come ogni cane sia unico nel suo genere. Per questo motivo non è corretto ritenere che ogni Golden Retriever o Carlino sia a prescindere il migliore amico di altri cani o persone che conosce.

  • Jakovcevic, A., Fosacheca, S., y Barrera, G. (2008). Frustración y diferencias individuales en perros domésticos (canis familiaris): efecto de las razas. En XV Jornadas de Investigación y IV Encuentro de Investigadores en Psicología del MERCOSUR. Facultad de Psicología-Universidad de Buenos Aires.
  • Turcsán, B., Kubinyi, E., & Miklósi, Á. (2011). Trainability and boldness traits differ between dog breed clusters based on conventional breed categories and genetic relatedness. Applied Animal Behaviour Science, 132(1-2), 61-70.
  • Svartberg, K. (2006). Breed-typical behaviour in dogs—historical remnants or recent constructs?. Applied Animal Behaviour Science, 96(3-4), 293-313.
  • Jakovcevic, A., & Bentosela, M. (2009). Diferencias individuales en los perros domésticos (Canis familiaris): revisión de las evaluaciones conductuales. Interdisciplinaria, 26(1), 49-76.