Quando un animale domestico ha bisogno dello psichiatra?

La branca della medicina veterinaria che studia il comportamento degli animali si chiama etologia. Grazie ad essa si può intervenire per correggere i comportamenti indesiderati.
Quando un animale domestico ha bisogno dello psichiatra?

Ultimo aggiornamento: 20 aprile, 2020

Quando percepiscono atteggiamenti strani o comportamenti inappropriati, molti padroni credono che il loro animale domestico abbia bisogno di uno psichiatra. Attualmente esiste una branca della medicina veterinaria specializzata nel comportamento e nella salute mentale degli animali domestici: l’etologia veterinaria. In questo articolo cercheremo di capire quando un animale domestico ha bisogno dello psichiatra.

Continuate a leggere per scoprire in cosa consiste il lavoro di un etologo veterinario e cosa bisogna osservare per capire se il vostro animale domestico ha bisogno di uno psichiatra.

Esistono lo psichiatra e lo psicologo per animali?!

Sì! La branca all’interno della medicina veterinaria che si dedica alla salute mentale degli animali si chiama etologia o psichiatria veterinaria. Tuttavia, si preferisce usare il termine etologia, che è associato al comportamento, e non alla psichiatria, che invece è relazionata alla psiche e alla mente.

I professionisti che decidono di specializzarsi in questo settore vengono chiamati etologi, zoopsichiatri o psicologi per animali. Sebbene attualmente bisogna parlare per lo più di etologi per cani e per gatti, ci sono anche zoopsichiatri che si dedicano allo studio del comportamento e della mente degli animali esotici e di quelli selvatici.

Va notato che solo i veterinari possono esercitare formalmente l’etologia o la psicologia degli animali. Cioè, prima di specializzarsi come etologo o zoopsichiatra, il professionista deve aver prima essersi laureato in medicina veterinaria.

A cosa serve l’etologia o la psichiatria veterinaria?

Per scoprire se il vostro animale domestico ha bisogno di uno psichiatra, è innanzitutto essenziale sapere di cosa si occupano questi professionisti. Un primo passo sarebbe quello di analizzare cos’è l’etologia animale e quali problemi può aiutare a curare o controllare.

Cane dal veterinario

L’etologia veterinaria o la zoopsichiatria sono una branca della biologia comportamentale, dedicata allo studio del comportamento degli animali. Non stiamo solo parlando di comportamenti istintivi, ma anche di abitudini acquisite durante l’addomesticamento o la convivenza con persone e altre specie.

Ciascun comportamento animale è legato a vari fattori genetici, ambientali, educativi e di salute. Per questo motivo, gli etologi e gli psichiatri veterinari non studiano solo i fattori interni dell’animale.

Per raggiungere una diagnosi e stabilire un trattamento, un etologo innanzitutto deve considerare le possibili malattie, ma deve anche contemplare la realtà del paziente, l’ambiente in cui vive e l’educazione che riceve. Pertanto, è una specializzazione molto complessa che richiede dedizione e conoscenza specifica.

Quali malattie studia la psichiatria animale?

In linea di principio, la psichiatria animale o la zoopsichiatria analizza e cerca di trattare tutti i problemi comportamentali. Oltre ad osservare i comportamenti istintivi in natura, si dedica anche all’analisi delle cause e al trattamento di eventuali disturbi comportamentali sorti in cattività.

Quando parliamo di animali domestici, i casi più frequenti in etologia clinica sono quei comportamenti che generano problemi di convivenza con i padroni e la famiglia. Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di comportamenti istintivi, che appaiono o sono rafforzati da una cattiva educazione o dalla scarsa socializzazione.

Etologia o psicologia animale

I problemi comportamentali che possono essere trattati o alleviati con l’aiuto di uno psichiatra animale di solito sono:

  • Paure e fobie.
  • Comportamenti aggressivi o auto-difensivi in ​​relazione a persone e animali noti ed estranei.
  • Tendenza a distruggere le cose e ansia da separazione.
  • Comportamenti possessivi in ​​relazione ai loro oggetti, ai loro parenti o al loro ambiente.
  • Ansia e iperattività.
  • Problemi di socializzazione e di convivenza, con le persone o con altri animali.
  • Reazioni esagerate a stimoli sconosciuti.
  • Stereotipie (comportamenti ossessivi) e disturbo ossessivo compulsivo negli animali.
  • Insicurezza, problemi di fiducia in se stessi e paura dell’interazione sociale.
Psichiatra per cani


Come sapere se il vostro animale domestico ha bisogno di uno psichiatra?

Per sapere se il vostro animale domestico ha bisogno di uno psichiatra, è essenziale essere attenti al suo comportamento su base giornaliera. Se l’animale mostra i sintomi dei problemi comportamentali sopra menzionati, non esitate ad andare da un etologo o psichiatra.

D’altra parte, se ritenete che il carattere del vostro animale domestico sia cambiato in qualche modo, si consiglia di consultare un etologo veterinario. In questo modo, è possibile rilevare precocemente e prevenire l’avanzamento di possibili malattie o problemi comportamentali.

Su Internet è possibile trovare professionisti specializzati in zoopsichiatria o etologia veterinaria. Tuttavia, vi consigliamo di parlarne prima con il vostro veterinario e di chiedergli una raccomandazione. Oltre a conoscere il vostro animale domestico, il veterinario può raccomandare un professionista qualificato di cui si fida.

Ultimo ma non meno importante, vogliamo ricordare l’importanza di prevenire i problemi comportamentali nei nostri animali domestici. Con un adeguato addestramento e un’adeguata medicina preventiva, possiamo evitare la stragrande maggioranza dei disturbi comportamentali e preservare la buona salute mentale dei nostri fedeli compagni.

Potrebbe interessarti ...
È possibile rieducare un cane aggressivo?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
È possibile rieducare un cane aggressivo?

Rieducare un cane aggressivo è possibile, se identifichiamo la causa di questa aggressività e la trattiamo cercando di comprendere l'animale.