Regalare una nuova vita ai cani abbandonati

22 febbraio 2018

L’abbandono di animali è un grave problema assai presente in molte parti del mondo. L’aumento di cani randagi nelle strade è preoccupante e rappresenta un serio problema per la sicurezza e per la diffusione di malattie anche gravi. Se, da un lato, esistono persone irresponsabili che decidono di disfarsi del loro amico a quattro zampe, per fortuna ne esistono molte altre che si sforzano per dare una nuova vita ai cani abbandonati.

Non molto tempo fa vi abbiamo parlato di una nobile iniziativa che è stata portata avanti dagli Stati Uniti per salvare circa duecento cani da Porto Rico, uno dei paesi con il più alto tasso di abbandono degli animali. Grazie ai volontari di Wings Of Rescue, quei cuccioli hanno potuto ricominciare a vivere, grazie all’affetto delle loro nuove famiglie.

Purtroppo, ancora una volta la cronaca ci obbliga a parlare della bellissima isola dei Caraibi. Nonostante le molteplici iniziative adottate dalle istituzioni di Porto Rico, per sensibilizzare le persone contro la sovrappopolazione di cani e l’uso della sterilizzazione, sempre più cani vengono lasciati soli e abbandonati.

In risposta a questa ennesima emergenza, ora la Monmouth Animal Protection Society ha pianificato un nuovo piano di intervento che vi presentiamo nel dettaglio.

Una nuova vita per i cani abbandonati

Grazie a The Humane Society e Wings of Hope, due organizzazioni no profit degli Stati Uniti, circa 200 cani sono stati trasferiti dalla famosa “isola dell’incanto” in diverse parti del paese. In particolare, ben 7o esemplari giunsero fino allo stato del New Jersey. Questo progetto, chiamato Sato Project, ha portato nuove speranze e nuova vita ai cani abbandonati.

un cane solo e triste

Uno dei volontari della già citata Animal Protection Society, Ross Licitra, ha detto testualmente:

Siamo lieti di ospitare i cani salvati da Porto Rico attraverso il Progetto Sato. Grazie alla collaborazione di tutti, la adozioni sono state moltissime e in breve tempo siamo riusciti a dare una nuova casa a questi poveri animali. Siamo orgogliosi di aver salvato la vita a moltissimi cani che, più sfortunati di altri, meritano comunque una seconda opportunità“.

Oltre alle 70 adozioni portate a termine nel New Jersey, anche gli altri 130 cani sono riusciti, ben presto, a trovare una nuova sistemazione.

Questa iniziativa, come detto, ha coinvolto molte associazioni di beneficienza. Per esempio, la Monmouth si occupò di raccogliere fondi per poter acquistare apparecchiature di illuminazione che facilitassero lo sbarco degli animali. Un’altra organizzazione della zona, chiamata Wegmans of Ocean, ha fornito cibo sia al personale che agli stessi animali. E naturalmente, la Humane Society ha sostenuto il costo delle visite mediche e dei test necessari a verificare lo stato di salute dei transfughi.

Dai marciapiedi, dalla sporcizia e la solitudine della periferia di Porto Rico, questi 200 animali sono arrivati negli States dove hanno trovato tutto l’affetto e le cure di cui avevano bisogno.

Altre iniziative contro l’abbandono

Questa bellissima iniziativa non è però un caso a parte. Per fortuna, sempre più persone dimostrano di voler lottare in difesa dei diritti degli animali con cui, bisogna ricordarlo, l’uomo condivide il pianeta Terra.

Alcune ONG e associazioni No-Profit lottano accanto a istituzioni importanti. Altre ancora agiscono in modo indipendente. Queste ultime sono meno conosciute e, per questo motivo, vi mostriamo alcune delle campagne portate avanti spesso lontano dalla luce dei riflettori:

due cagnolini randagi in strada

  • Documentari. “Cane, troppo umano“, è un film del 2016 realizzato contro l’abbandono in cui i sentimenti di un cane venivano espressi in un modo unico, per la prima volta sul grande schermo.
  • Videoclip. Fece scalpore il video di un uomo che, dopo aver abbandonato il cane in un bosco, rimaneva vittima di un terribile incidente d’auto. Ironia della sorte, proprio il suo vecchio amico a quattro zampe riuscirà a salvarlo dalle fiamme dell’auto.
  • Sfilata di moda. Venne organizzata una vera e propria kermesse utilizzando solamente vestiti per cani. Un galà di beneficenza utilizzato per raccogliere fondi per comprare cibo da offrire ai cani abbandonati di una grande metropoli.
  • Maratona. Sono sempre più numerose le Maratone a sei zampe in cui cani e padroni corrono insieme, per sensibilizzare l’opinione pubblica e combattere contro l’abbandono di animali domestici. La più famosa si tiene in Spagna e si chiama Perroton.

Speriamo che iniziative come queste continuino a prendere vita, in Italia e in tutto il mondo. Quando camminate per strada e vedete dei volontari che raccolgono firme e donazioni contro l’abbandono, non siate pigri: partecipate, siate attivi, iscrivetevi! E’ l’unico modo per poter dare una nuova vita ai cani abbandonati.

Fonte dell’immagine principale: www.primerahora.com

Guarda anche