Animali sani, cucina pulita

· 21 ottobre 2015

Gli animali domestici sono, insieme ai bambini, l’elemento che riempie di luce una casa, che va oltre al loro amore incondizionato, la loro lealtà e la loro compagnia. Avere degli animali però, in special modo se si tratta di animali con la pelliccia, comporta delle maggiori responsabilità da parte nostra, sia per quanto riguarda la salute dell’animale, sia come misura igienica per l’ambiente di casa.

Prendere tutte le adeguate misure riguardo ai nostri animali domestici significa farsi carico della salute della nostra famiglia per proteggere entrambi da malattie e infezioni, specialmente nelle aree più a rischio, come la cucina.

Dove collocare la ciotola del cibo

ricette-fatte-in-casa

I residui di alimenti finiscono spesso per essere, che si voglia o no, un vero e proprio ricettacolo di piaghe. Sebbene non si possa limitare l’accesso dell’animale in determinati punti della casa, è necessario considerare che quando i cani mangiano, è facile che lascino in giro residui che possono attrarre animaletti indesiderati.

Per questo motivo si raccomanda di collocare la ciotola del cibo dell’animale all’esterno della cucina.

Gli animali necessitano tuttavia di uno spazio in cui mangiare senza essere disturbati, così come di un piatto personale, preferibilmente di metallo, affinché possano cibarsi e bere in tutta comodità.

Nel caso in cui non disponiate di uno spazio separato dalla cucina, vi consigliamo di spazzare e pulire la zona non appena raccogliete la ciotola del vostro animale.

Attenzione a dove fa i suoi bisogni

Un’usanza comune specialmente per chi abita in spazi ridotti, è quella di destinare una parte della cucina ai bisognini del cane, qualora avesse bisogno di andare in bagno fuori dagli orari delle passeggiate.

Quest’abitudine non è accettabile sotto nessun punto di vista. Sarà invece meglio predisporre a questo scopo la terrazza, il balcone o, se non si dispone di ambienti all’aperto, usare il bagno, così da evitare qualsiasi tipo di contaminazione di cibo o degli utensili da cucina.

Non fatelo dormire in cucina

La zona migliore per far dormire gli animali in casa è un angolo caldo in cui posizionare il loro lettino, dove non vi siano correnti d’aria né rumori, e dove possano stare tranquilli.

È meglio non usare la cucina a questo scopo, poiché nonostante risulti spesso l’ambiente ideale con tutti i giusti requisiti, potrete evitare l’accumulo e la contaminazione del pelo o di altre sostanze invischiate nella pelliccia.

L’importanza della prevenzione

Aldilà di tutte le cure che possiate dedicare al pelo del vostro animale, è sempre sconsigliabile toccarlo con un qualsiasi oggetto destinato all’uso in cucina, ed è ancor meno preferibile dargli da mangiare dal vostro piatto o fargli leccare le pentole e i piatti.

Evitate allo stesso modo di accarezzarlo mentre cucinate o maneggiate del cibo. Se vi capitasse di farlo, ricordate di lavarvi le mani con abbondante acqua e sapone prima ci continuare.

La cucina non è adatta a giocare

gatto chiede cibo

Si tratta in questo caso, più che di una norma igienica, di una misura di sicurezza. Se da un lato non è prudente permettere al cane di arrampicarsi sul tavolo e fiutare il vostro cibo poiché potrebbe contaminarlo, non è neanche bene consentirgli di giocare in cucina.

In questo modo ridurrete i rischi che incorra in incidenti dovuti alla presenza di pentole di acqua o di olio bollente, o altri elementi pericolosi che potrebbero sfuggirvi dalle mani.

Attenzione agli sprechi

Un metodo per evitare che ingerisca alimenti pericolosi, come per esempio cipolla, sostanze tossiche o altri materiali che potrebbero essere causa di asfissia (come borse di plastica), è quello di educarlo a non rovistare nella spazzatura.

Una buona idea è quella di utilizzare secchi dell’immondizia con il coperchio, così da evitare di disperdere gli avanzi e di correre il rischio che l’animale si prenda qualche malattia ingerendoli.

Tenete sott’occhio la presenza di parassiti

Vigilare le fasi di disinfestazione dai parassiti e di vaccinazione dell’animale è una misura per la salute sia dell’animale, che vostra. Si tratta infatti di un metodo atto a prevenire la presenza sia di parassiti esterni (come pulci e zecche) che di parassiti interni, in special modo di quelli che proliferano nell’intestino e nelle gengive e che possono contaminare il vostro organismo e quello della vostra famiglia.

Spazzolate il vostro animale regolarmente

Spazzolare la pelliccia è fondamentale per evitare gli eccessi di pelo nell’animale. Si raccomanda dunque di spazzolarlo una volta alla settimana se è a pelo corto, e almeno due volte a settimana se è a pelo lungo.

Un’altra ottima soluzione per proteggere la pelliccia del vostro animale è pulirlo quando torna dalle passeggiate con una salvietta per neonati, soprattutto se si è sporcato di fango. Ricordatevi di pulire con particolare cura le zampe.