Salvati Pitbull abbandonati ed in pessime condizioni

Salvati Pitbull abbandonati ed in pessime condizioni

Ultimo aggiornamento: 21 giugno, 2017

Tra le razze canine considerate più propense ad essere protagoniste di episodi violenti, ci sono gli American Pitbull Terrier. Sono più noti come Pitbull e oggi vi raccontiamo delle pessime condizioni in cui sono stati trovati 40 esemplari di questa razza.

Confusione di razze

Questa razza viene spesso confusa con altre, ad esempio con gli American Staffordshire Terrier. Con loro, condividono le origini, ma sono diversi per quanto riguarda standard e criteri di selezione.

Non bisogna confondere i Pitbull nemmeno con lo Stafordshire Bull Terrier (razza da compagnia e di taglia più piccola) né con il Bull Terrier Inglese o con il Boxer.

Al giorno d’oggi, i Pitbull vengono addestrati per la rilevazione di narcotici e per i servizi di sicurezza, ma vengono scelti anche come animali domestici. In Italia vengono considerati potenzialmente pericolosi.

Salvati 40 Pitbull abbandonati ed in pessime condizioni

Fonte: www.upsocl.com

A volte alcune razze vengono considerate molto pericolose e le si abbandona. Vedere cani di qualsiasi razza, in questo caso Pitbull, in un tale stato di maltrattamento e vulnerabilità è davvero incomprensibile.

Secondo una recente notizia, circa 40 cani Pitbull sono stati trovati in pessime condizioni in una casa abbandonata sita a Lake Mathews, Canada.

La casa era di un noto delinquente che aveva scontato una pena per traffico di droga. È stato proprio lui a lasciare i Pitbull, abbandonandoli al proprio destino.

La scoperta dell’abbandono degli animali è avvenuta da parte dei vicini, i quali hanno avvisato la Società Protezione Animali dopo aver avvertito cattivi odori provenire dall’abitazione.

I cani si trovavano in pessime condizioni. Molti erano morti e altri non riuscivano più a muoversi da quanto erano deboli.

Consigli per salvare un cane abbandonato

Se troviamo un cane abbandonato per strada, ci avvicineremo abbassandoci lentamente alla sua altezza. Manterremo una distanza di sicurezza e nel frattempo cercheremo di chiamarlo tramite fischi e parlando con un tono di voce basso.

Se l’animale abbandonato ci permette di avvicinarci a lui, lo accarezzeremo offrendogli prima la mano affinché possa odorarla. Ricordate: non bisogna mai accarezzarlo mettendogli la mano sulla testaL’ideale è, all’inizio, accarezzarlo dal basso verso l’alto. È possibile che l’animale sia stato vittima di vessazioni, umiliazioni e percosse, per questo la nostra mano dall’alto può farlo spaventare.

Non faremo movimenti né azioni brusche. Ci muoveremo sempre con delicatezza e in modo che possa sempre vederci, non dovremo fare nulla alle sue spalle, poiché gli causerebbe molta insicurezza.

Se vogliamo che l’animale abbandonato sala su un veicolo, la cosa migliore è cercare di farci seguire. Tuttavia, se non ci riusciamo, potremmo provare a prenderlo in braccio, ma sempre con estrema attenzione e guardandolo in viso per infondergli fiducia, ma anche per controllarne i gesti e le reazioni.

Se la nostra presenza innervosisce l’animale o se questo dubita delle nostre intenzioni, la cosa migliore da fare è allontanarlo da viali e strade dove possa correre ed essere investito.

Come comportarsi dopo aver preso l’animale?

Fonte: www.upsocl.com

Se avete un guinzaglio, potete provare a metterglielo, ma con attenzione. Se notate che il cane si innervosisce, non insistete. Può peggiorare la situazione dato che potrebbe divenire aggressivo, farsi male con la catena o mordervi.

Dopo aver tolto dalla strada l’animale, dovete portarlo in un luogo sicuro. Se in casa avete altri animali, non avvicinatelo subito a loro, dato che non ne conoscete la storia. Ricordate che non sapete se è malato o aggressivo con altri animali, anche se con voi non lo è stato.

Durante i primi momenti, dovete dargli acqua e cibo, osservare come defeca ed urina e che non vi sia sangue nei suoi bisogni; potete far passare qualche ora prima di portarlo dal veterinario. In questo modo, una volta giunti in clinica, avrete una conoscenza previa dell’animale e potrete rispondere alle domande dello specialista.

È di fondamentale importanza conquistarsi la fiducia degli animali abbandonati. In questo modo, la proveranno per tutta la vita e ricorderanno, a modo loro, che li avete aiutati e ve ne saranno grati.

Dopo esservi assicurati che l’animale sia completamente sano e dopo che ve lo abbia autorizzato il veterinario, potete iniziare ad integrarlo in “società” con altri animali. Potrete giocare con lui, portarlo a passeggio con il guinzaglio in modo che si abitui poco per volta, che inizi a socializzare, etc.

Fonte delle immagini: www.upsocl.com