Scopriamo insieme 5 specie di animali ermafroditi

· 11 luglio 2018

Abbiamo sempre sentito parlare di animali ermafroditi, ma sappiamo cosa significa essere ermafrodita? Conoscete alcune specie che lo sono? Probabilmente no, quindi continuate a leggere.

Cosa significa essere ermafrodita?

Gli animali ermafroditi sono di entrambi i sessi. Ovvero, possono essere sia femmina che maschio. Si tratta di animali che possiedono i due organi riproduttivi, completi o in parte, e sono in grado di produrre sia gameti maschili che femminili. Molti si domandano se un animale ermafrodita possa fecondarsi da solo: ciò è successo in alcune occasioni, ma è stato un caso eccezionale.

Di fatto, essere ermafrodita non significa avere la possibilità di autofecondarsi, poiché non tutti gli animali ermafroditi possono farlo. Nel caso delle tenie, per esempio, questo è possibile, però il resto degli animali hanno bisogno dell’intervento di un congenere per riuscirci.

Uno dei vantaggi dell’ermafroditismo è che le specie a rischio d’estinzione, quelle che stanno perdendo il loro habitat o che vivono isolate, possono procreare poiché non hanno bisogno di trovare un compagno. Questa è un’eccellente maniera per perpetuare una specie.

Quali sono gli animali ermafroditi?

Stella marina

Iniziamo la nostra lista con una specie marina che si può trovare nei mari di tutto il mondo. La stella marina – nell’immagine che apre questo articolo – si riproduce in un modo particolare, sia sessualmente che asessualmente. I piccoli nascono attraverso le uova.

Le stelle marine possono cambiare sesso nel corso della loro vita, nascere maschi e dopo convertirsi in femmine e viceversa. Possono produrre ovuli e spermatozoi allo stesso tempo e, senza dubbio, il loro ermafroditismo è stato un grande vantaggio per l’esistenza della specie.

Scampi

Gli scampi, altri animali che vivono negli oceani di tutto il mondo, sono ermafroditi, come accade anche a molti crostaceiConservano le uova tra le zampe durante il processo di incubazione finché non arriva il momento di lasciarle.

scampo in mare

Anche gli scampi possono cambiare sesso nel corso della loro vita. Possono deporre più di 30 uova a gravidanza.

Ostriche, capasanta, canestrello e pettine vario

Questi molluschi hanno la capacità di essere sia maschi che femmine. Non è stato ancora capito a cosa si deve questo cambio di sesso continuo, sebbene alcune ricerche lo stiano studiando. Per quanto riguarda la capasanta, per esempio, questo fatto si percepisce dai colori del gonade, che è visibile.

ostrica aperta con perla

Può essere di colore bianco e arancione o variare nel momento in cui l’animale cambia sesso. Curioso, vero?

Pesce pappagallo

Più del 2% dei pesci è ermafrodita, e il pesce pappagallo è tra questi. E’ un ermafrodita protogino, come la stella marina. Può nascere maschio e diventare femmina successivamente.

pesce pappagallo in mare

Il pesce pappagallo che nasce maschio starà sempre nella fase iniziale, quindi non potrà mai essere dominante, mentre una femmina, anche se in fase iniziale, potrà cambiare sesso ed essere dominante.

Chiocciola

Questo è l’animale ermafrodita più vicino a noi. Produce sia gli ovuli che gli spermatozoi, però non ha la capacità di autofecondarsi, quindi avrà bisogno di un compagno per procreare.

Lumaca grande con chiocciola sul guscio

La copulazione può durare quasi tutta la notte e, passato questo tempo, entrambe le chiocciole lavoreranno insieme per depositare le uova nella terra; si schiuderanno dopo 15 giorni.

L’ermafroditismo sembra uno scherzo della natura, però sapere cos’è ci aiuta a conoscere meglio le specie di animali per poterle confrontare con noi. Così ci renderemo conto di quanto siano diverse ma allo stesso tempo simili all’essere umano.