Il segugio italiano, un cane da caccia eccezionale

Il segugio italiano non è un cane da seguita qualsiasi. Si tratta di una razza molto antica che appare persino in molti dipinti storici. La sua bellezza, insieme alle eccezionali caratteristiche come cane da caccia, lo hanno reso una delle razze canine più apprezzate in tutto il mondo. E, in questo articolo, vi aiuteremo a conoscerlo meglio.

Storia del segugio italiano

Non si conoscono le origini esatte della razza, ma si sa che è molto antica, dato che viene usata per cacciare in Italia da oltre 2000 anni. Si è giunti a questa conclusione sulla base di diversi affreschi in cui appare rappresentato con la sua forma e i colori attuali. Inoltre, il segugio italiano è ritratto in diverse opere risalenti ai secoli XVII e XVIII.

Sin dal suo inizio, il segugio italiano è stato un ottimo aiutante per i cacciatori nostrani. Veniva usato come cane da seguita nella caccia a piccoli mammiferi, come le lepri. A volte cacciava animali più grandi, come cinghiali, capre selvatiche e persino alcune specie di cervi. Una delle sue caratteristiche più interessanti è che, invece di seguire semplicemente una traccia, questo segugio è in grado di inseguire e uccidere la preda.

Caratteristiche del segugio italiano

Il segugio italiano è un cane di taglia media, tendente al grande. Misura tra i 52 e i 60 centimetri al garrese e ha un peso che si aggira intorno ai 20-28 kg massimo. Il dimorfismo sessuale della razza è abbastanza pronunciato, dal momento che le femmine sono sensibilmente più piccole dei maschi.

Nel suo aspetto generale, è un cane di proporzioni quadrate, con zampe lunghe e muscolose: è robusto ma agile. Ha un profilo sottile magro, con poco grasso sul corpo. Anche la coda è sottile, dall’attacco alla punta.

Un esemplare di segugio italiano all'aria aperta

La testa è allungata, quasi ovale, con lo “stop”, cioè la distanza tra naso e cranio, poco marcato. Il profilo superiore del muso è addirittura convesso.

Le orecchie sono grandi e allungate. Cadono ai due lati della testa e hanno un inserimento basso. Come il resto del corpo, sono fini e sottili, arrotondate sulla punta e possono presentare delle rughe.

Per quanto riguarda il colore, sono accettate solo le varietà fulvo, nero o nero fuoco. Rispetto al tipo di pelo, sono classificati due tipi di razze:

  • Segugio italiano a pelo forte (nella foto in alto), corto o lungo, con peli dritti, forti e spessi.
  • Segugio italiano a pelo raso (foto in basso).

Comportamento del segugio italiano

Questa razza di cane può cacciare sia da solo che in branco, quindi ama vivere in gruppo ed è paziente e amichevole con altri cani, anche sconosciuti. E’ estremamente fedele e molto attaccato alla sua famiglia e agli amici, ma potrebbe essere un po’ diffidente nei confronti di estranei umani. Non a caso, può essere anche un ottimo cane da guardia.

Il segugio italiano è un cane intelligente, facile da educare e addestrare, ma anche testardo e coraggioso. Persiste nelle sue convinzioni, quindi è necessario sfruttare il rinforzo positivo piuttosto che ricorrere alla forza. Quando l’apprendimento comporta premi, reagisce molto più velocemente e con molta più collaborazione.

Segugio italiano a pelo raso di profilo

Come qualsiasi segugio, l’olfatto è il senso più sviluppato che possiede. Di solito questi cani non sono adatti alla vita in città e hanno bisogno di seguire tracce e identificare gli odori per sentirsi felici e rilassati. Ci sono molti giocattoli interattivi con cui potrete aiutare il vostro esemplare a soddisfare questa esigenza, se non potete fare passeggiate all’aria aperta in modo frequente.

D’altra parte, quando questo bisogno non è soddisfatto, può presentarsi lo stress. Insieme a esso possono apparire comportamenti indesiderati e distruttivi dentro casa – mentre cercherà tracce da seguire – oltre all’abbaiare continuato. Un elemento da tenere in considerazione se vivete in un condominio.

Cure di base per il segugio italiano

Nonostante la sua antichità, questa razza canina gode di ottima salute. Le uniche malattie che lo riguardano sono relative alla taglia e al tipo di attività svolte.

Da un lato, potrebbero presentarsi possibili problemi articolari, come displasia dell’anca o del gomito. Dall’altro, le sue orecchie cadenti sono inclini a sviluppare funghi e infezioni. Un veterinario valuterà se è necessario un trattamento preventivo e vi indicherà come pulire adeguatamente le orecchie al vostro amico a quattro zampe.

Se lo porterete spesso a caccia o a passeggiare in mezzo alla natura, ricordate di mantenere aggiornati i vaccini, oltre alla sverminazione periodica. Dopo ogni escursione, controllate bene la presenza di eventuali resti di sporcizia o residui, che potrebbero nascondere su pelliccia, zampe o nelle orecchie.

Il segugio italiano è uno dei cani da caccia più antichi e famosi d’Europa. Ma dato che le attività venatorie sono oggi in declino, spesso questa razza è vittima di abbandono. Avete potuto conoscere le sue caratteristiche uniche, tutte qualità che lo rendono perfetto come animale domestico. Siamo certi che se vorrete adottarne uno, riempirà di allegria e divertimento la vostra casa.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche