Si può avere un riccio come animale domestico?

Uno dei problemi più difficili da affrontare quando si ha un riccio da compagnia è l'alimentazione. Non essendosi ben adattato alla vita in cattività, tende a soffrire di problemi di obesità o addirittura di fegato grasso.
Si può avere un riccio come animale domestico?

Ultimo aggiornamento: 24 giugno, 2022

Il riccio al giorno d’oggi è un animale domestico esotico popolare, per via delle dimensioni e del suo aspetto. Tuttavia, questo mammifero non è un animale addomesticato e non è socievole come possono esserlo il cane o il gatto. Questo è uno dei motivi per cui non sempre sono buoni compagni di vita.

Esistono diverse specie di ricci distribuite naturalmente in Europa, Asia, Africa e Nuova Zelanda. Fanno tutti parte della famiglia Erinaceidae, nella quale sono raggruppati insieme ai ratti lunari (Echinosorex gymnura). Continuate a leggere questo articolo e scoprite le caratteristiche del riccio come animale domestico.

Come sono fatti i ricci?

In generale, i ricci sono piccoli mammiferi che presentano una lunghezza tra i 10 e i 30 centimetri. Hanno un corpo di forma ovale ricoperto da numerosi aculei rigidi e cavi che fungono da meccanismo di difesa. Se si sentono minacciati, ritraggono tutti gli arti ed espongono gli aculei per proteggersi, in modo simile a quello che fanno le tartarughe quando si nascondono nel loro guscio.

La faccia dei ricci è allungata all’estremità si trova un piccolo naso. Questo conferisce loro un aspetto tenero, a cui contribuiscono le loro piccole zampe. Inoltre, anche se hanno un dorso piuttosto ispido e duro, la zona ventrale è più morbida.

Comportamento dei ricci

I ricci sono animali notturni che passano gran parte della loro giornata a dormire, mentre di notte escono per cercare cibo e cacciare. Sono abbastanza solitari e si incontrano con i loro congeneri solo durante la stagione degli amori. Inoltre, sono territoriali e di solito non lasciano che altri esemplari si avvicinino troppo al loro spazio, quindi non è una buona idea avere più di un riccio come animale domestico.

Questi piccoli mammiferi sono molto sensibili ai rumori e agli odori forti, quindi qualsiasi cambiamento improvviso nel loro habitat potrebbe causare loro stress. Per questo motivo, non è una buona idea toccarli a lungo o costantemente. In caso contrario, ciò potrebbe provocargli seri problemi di salute e persino la morte.

In generale, i ricci amano vivere in ambienti silenziosi e bui. Per questo motivo, durante il primo periodo nella sua nuova casa probabilmente si nasconderà e non uscirà spesso. Potrebbe anche esporre spesso gli aculei, anche se sarà solo allo scopo di difendersi da ciò che pensa sia un aggressore.

Alimentazione

I ricci sono animali onnivori, quindi non nutrirli non è un grosso problema. Inoltre, esistono marchi commerciali che producono mangimi speciali per questi mammiferi. Tuttavia, sarà necessario variare un po’ la dieta e introdurvi cibi freschi come frutta o verdura. Alcuni degli alimenti freschi che possono mangiare sono:

  • Mela (senza semi).
  • Banana.
  • Broccoli.
  • Carota.
  • Pollo cotto.
  • Grilli.
  • Uova (cotte).
  • Vermi.
  • Kiwi.
  • Papaia.
  • Zucca.
  • Spinaci.
  • Anguria.
  • Asparagi.

La dieta naturale dei ricci si basa principalmente su proteine animali, quindi sia gli insetti che la carne di origine animale sono essenziali nella loro dieta. Tuttavia, per vivere bene, per loro è sufficiente una dieta a base di mangimi integrata occasionalmente con qualche frutta o verdura. Inoltre, il mangime per ricci può essere sostituito con quello per gatti, poiché i nutrienti che forniscono sono simili.

Salute

Questi animali sono suscettibili a diverse malattie per tutto il corso della loro vita. Tra le più comuni ci sono le seguenti:

  • Cancro.
  • Fegato grasso.
  • Problemi cardiovascolari.
  • Problemi cutanei (secchezza).
  • Obesità.
  • Problemi respiratori.
  • Problemi gastrointestinali.
  • Gengivite.

Sebbene la maggior parte di queste patologie sia abbastanza comune e facile da gestire in altri animali, il problema quando si ha riccio è che è difficile trovare un veterinario esperto della sua salute. Pertanto, c’è il rischio che una di queste malattie, nel caso in cui si aggravi, metta a serio rischio la sua vita.

È legale tenere un riccio come animale domestico?

La normativa sul possesso del riccio come animale domestico dipende molto dal paese in cui si vive. Per fare qualche esempio, in Messico non esiste una regolamentazione specifica che impedisca di tenerli in cattività, mentre in Spagna è vietato tenere le seguenti specie:

  • Riccio africano.
  • Riccio dalle orecchie lunghe o egiziano.
  • Riccio comune o europeo.
  • Riccio moresco.

La stessa cosa accade in diverse città e stati degli Stati Uniti e del Canada, quindi è sempre meglio controllare le leggi del proprio paese prima di adottare questo peculiare mammifero. Altrimenti, potreste incorrere in un reato che comporta una sanzione pecuniaria o addirittura la prigione.

Un riccio africano.

Com’è avere un riccio come animale domestico?

Sebbene non ci siano ripercussioni legali se decidete di tenerli come animali domestici, i ricci non sono sempre ottimi animali da compagnia. È necessario ricordare che il riccio non è un animale domestico, quindi non si è adattato a vivere con gli umani. In effetti, a questi mammiferi non piace molto vivere con i loro padroni o altri animali domestici, poiché li percepiscono come possibili aggressori.

Di conseguenza, è difficile instaurare con loro un rapporto profondo come con altri piccoli animali, ad esempio il criceto o il gerbillo. Inoltre, il semplice fatto di toccarli potrebbe causargli stress e altri problemi fisici, quindi se non conoscete bene il loro comportamento naturale non è una buona idea averli come animale domestico.

È chiaro che se avete un riccio come animale domestico, non dovreste aspettarvi di ricevere amore o affetto dall’animale. Questo comportamento non esiste nella loro natura, quindi le interazioni tra i padroni e il riccio potrebbero non arrivare mai a essere strette.

Anche se i ricci hanno un aspetto tenero e adorabile, in realtà nella maggior parte dei casi non sono adatti ad essere animali domestici. Inoltre, tenere un animale domestico esotico ha un costo molto elevato, quindi sarebbe meglio cercare un animale che sia meno impegnativo in questo senso. Sicuramente esistono tante specie tra cui scegliere, quindi informatevi bene su quella che può fare al caso vostro.

Potrebbe interessarti ...
Curiosità sugli aculei del riccio
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Curiosità sugli aculei del riccio

Gli aculei del riccio sono ricoperti di cheratina e possono essere utilizzati per difendersi. In questo articolo vi raccontiamo altre curiosità.



  • Chaprazov, T., Dimitrov, R., Yovcheva, K. S., & UZUNOVA, K. (2014). Oral and dental disorders in pet hedgehogs. Turkish Journal of Veterinary & Animal Sciences, 38(1), 1-6.
  • Robinson, I., & Routh, A. (1999). Veterinary care of the hedgehog. In Practice, 21(3), 128-137.
  • Heatley, J. J., Mauldin, G. E., & Cho, D. Y. (2005, July). A review of neoplasia in the captive African hedgehog (Atelerix albiventris). In Seminars in Avian and Exotic Pet Medicine (Vol. 14, No. 3, pp. 182-192). WB Saunders.
  • Goertzen, K. (2012). Pet African Hedgehogs. A complete Guide to Care. Recuperado el 22 de junio de 2022, disponible en: http://www.westcoasthedgehogs.com/files/hedgehogbook/PetAfricanHedgehogs2-byKimberlyGoertzen.pdf
  • Ministerio de Agricultura, Alimentación y Medio Ambiente. (2013) Real Decreto 630/2013, de 2 de agosto, por el que se regula el Catálogo español de especies exóticas invasoras. Recuperado el 22 de junio de 2022, disponible en: https://www.boe.es/buscar/act.php?id=BOE-A-2013-8565