Come si stabilisce una gerarchia in un pollaio?

Un pollaio è uno spazio dove vengono allevate le galline e i galli per usufruire della loro carne e delle loro uova. La gerarchia in un pollaio è il risultato dell’interazione tra i suoi integranti.

La differenza tra una gallina e un gallo, oltre al sesso, è determinata dalle dimensioni del corpo e della cresta, e anche dalla presenza degli speroni.

Per via dell’intervento dell’uomo, le galline hanno perso a poco a poco la loro capacità di volare.

Questi uccelli vivono in gruppo sia in libertà che nei pollai, e tutti hanno un proprio ruolo. Una volta stabilito, riescono a convivere in armonia.

In libertà, possono vivere tra i 10 e i 15 anni. Per il fatto che vengono allevati per il consumo massivo, sono pochi quelli che arrivano fino a questa età.

Come si stabilisce l’ordine e la gerarchia in un pollaio? 

Viene sempre stabilita una gerarchia in un pollaio tra i vari membri. Questa determina il rango tra gli uccelli, anche se vivono dentro le gabbie. Così, tutti dovranno combattere per il proprio posto nella costruzione sociale piramidale.

gruppo di galline

Se in un pollaio è presente un solo gallo, sarà lui ad occupare il primo posto nella gerarchia. Le galline si trovano un gradino al di sotto di lui.

Se invece non c’è un gallo, toccherà alle galline determinare una struttura gerarchica. I ruoli vengono stabiliti tramite delle beccate, in scontri che possono essere più o meno feroci.

La battaglia per la leadership in un pollaio

Maggiore è il numero delle galline, più sarà lungo il processo di costruzione della gerarchia in un pollaio.

Salvo in casi di necessità estreme come, per esempio, che avvenga un assalto contro una sola gallina, la cosa migliore è non intromettersi nelle lotte tra i membri.

Una volta creata una gerarchia, si stabilirà un ordine. Torneranno la calma e l’armonia.

Questa armonia verrà alterata se entra un’altra gallina a far parte del gruppo, o se ne viene portata via una. In questi casi, dovrà essere ricreata la gerarchia. Ciò accade anche in altri branchi di animali. Le galline e i galli sono animali molto territoriali. 

Attraverso le caratteristiche della loro testa, si riconoscono tra di loro e possono anche imparare dai successi e dai fallimenti dei membri del gruppo. Ogni elemento domina l’altro costantemente, ed è l’uccello dominante che stabilisce chi deve svolgere i vari compiti.

Sono anche in grado di comunicare tra di loro. Lo fanno attraverso dei vocalizzi che servono ad allertare dei vari pericoli. E’ il caso dell’arrivo di cibo o della comparsa di alcun tipo di rischio o di predatori, per esempio.

I galli

Ne esistono di 4 tipi:

gallo in un pollaio

Fonte: Guam

  • Dominante cordiale: è il gallo che è stato allevato senza essere sottoposto a maltrattamenti e a situazioni di stress. E’ imparziale ed intelligente. Sa quando e in che modo intervenire a seconda della circostanza.
  • Dominante ostile: è aggressivo. Passa la vita a beccare il resto del gruppo. Questo fa in modo che gli altri non lo colpiscano, quindi quando ciò accade, si fa prendere dal panico e fugge.
  • Cordiale sottomesso: non è un uccello molto affidabile.  Si trova al penultimo posto della struttura gerarchica. Ha subito dei traumi da piccolo, è stato colpito da quelli che ricoprivano un ruolo più importante all’interno del gruppo. Tende ad essere controllato od eliminato.
  • Ostile sottomesso: non si ripone fiducia in lui. Si trova all’ultimo posto della scala gerarchica. Viene sempre beccato dagli altri membri del branco, e vive in disparte.

I galli mangiano solo quando gli altri membri del pollaio hanno finito. Spesso vengono eliminati dal resto del gruppo.

E’ importante che i pollai abbiano lo spazio sufficiente affinché gli uccelli non si trovino coinvolti in situazioni spiacevoli. Hanno bisogno di spazio per camminare e per mangiare con facilità. In questo modo, si creeranno le condizioni per diminuire gli scontri per lo spazio.

Fonte delle immagini: Adam Ward y Guam.
Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche