Tegu: un rettile che fa le feste come i cani

05 novembre, 2020
I cani e i gatti non sono gli unici animali domestici che possiamo ospitare nelle nostre case. Il tegu, un enorme rettile, è l'animale domestico perfetto per chi desidera portare un tocco di esotismo nella propria vita.

Riuscite a immaginare una lucertola delle dimensioni di un cane mentre passeggia sul marciapiede tenuta al guinzaglio? Per quanto questa situazione possa sembrare bizzarra e stravagante, il tegu è il rettile domestico il cui comportamento assomiglia maggiormente a quello dei cani.

Oggi vi presentiamo la specie Salvator merianae, un animale che, per quanto sia dotato di un aspetto feroce e di dimensioni ragguardevoli, è uno degli animali domestici esotici giganti preferito dalle persone più avventurose.

Le caratteristiche del tegu

Il tegu argentino bianco e nero è la specie più grande tra quelle appartenenti alla famiglia di rettili Teiidae. Quelle che seguono sono alcune delle sue caratteristiche:

  • Sono animali molto grandi, che possono arrivare a raggiungere i 140 centimetri di lunghezza, contando anche la coda (i maschi presentano dimensioni maggiori).
  • La loro colorazione consiste in una base bianca con macchie nere orizzontali, che variano molto da individuo a individuo.
  • La testa è molto pesante ed è dotata di caratteristiche mascelle sporgenti.
  • Sono animali onnivori e tranquilli, di solito molto docili nella loro fase adulta.
  • Nel loro habitat naturale possono vivere fino a 20 anni.

Una caratteristica molto appariscente di queste lucertole consiste nel fatto che, secondo alcuni studi, sono tra i pochi rettili parzialmente endotermici. Il che significa che, durante il periodo della riproduzione, possono presentare una temperatura corporea fino a 10 gradi superiore a quella dell’ambiente in cui si trovano.

La maggior parte dei rettili sono ectotermi; in altre parole, la loro temperatura corporea dipende completamente dall’ambiente in cui si trovano.

Tegu addormentato.

Tegu: cure e attenzioni

Innanzi tutto, è necessario segnalare che in molti paesi la detenzione di un tegu può essere illegale. In Spagna, per esempio, è proibito possedere qualunque rettile che superi i due chilogrammi di peso in età adulta (i tegu possono raggiungere i 7 chilogrammi).

In Italia, invece, dove  dal 1996 è in vigore il divieto di detenzione di animali pericolosi, è possibile possedere un tegu, rettile che gode ormai di una buona popolarità.

Inoltre, è necessario assicurarsi al 100% che il rettile provenga da un allevamento professionale. Qualunque animale sottratto al suo ambiente naturale rappresenta una perdita per il suo habitat, fenomeno che, a lungo termine, promuove l’estinzione della specie in questione.

Una volta che si tenga conto di queste idee, per poter adottare un tegu ciò che rimane è la parte più difficile da affrontare. I requisiti di cui deve godere il suo terrario, infatti, sono i seguenti:

  • Uno spazio abitativo di almeno due metri di lunghezza e un metro di larghezza.
  • Uno strato a base di fibra di cocco o di corteccia di cipresso (che raccolga adeguatamente l’umidità).
  • L’umidità relativa del terrario deve essere compresa tra il 75% e il 90%. Per ottenere questo risultato è necessario spruzzare lo strato con dell’acqua due o tre volte al giorno.
  • Lo spazio abitativo deve presentare un gradiente di temperatura, con una zona fresca a 27°C e un’area calda a circa 37°C. È possibile crearlo attraverso l’impiego di coperte termiche e una lampada UVB che produce calore.

Come possiamo vedere, ci troviamo di fronte a un animale meno esigente di un cane, per quanto riguarda le sue necessità nell’uscire o fare esercizio, ma che richiede l’adozione di alcuni parametri ambientali molto precisi. A questo scopo, è necessario tenere sotto controllo in modo continuativo la temperatura e l’umidità presenti nel terrario.

Dieta e comportamento

I tegu sono onnivori e si nutrono di una grande varietà di alimenti. Nello stadio giovanile predano invertebrati come scarabei, grilli, lumache e ragni. Con il tempo, si rende necessario un maggiore apporto proteico, sotto forma di carne e pesce.

Per questi animali la dieta non costituisce un problema, dal momento che mangiano anche frutta, verdura, uova e molti altri vegetali. Ricordiamo che, come nel caso di qualunque altro animale domestico, la varietà è di fondamentale importanza.

Infine, è necessario segnalare che i tegu sono animali tranquilli e relativamente socievoli, che si lasciano toccare e perfino abbracciare dai propri tutori. In molti casi accettano di indossare un guinzaglio per uscire a passeggiare durante le ore più calde della giornata.

Ad ogni modo, per raggiungere questo risultato è necessario intraprendere insieme all’animale un lungo processo di familiarizzazione. Ricordiamo che questi rettili non sono predisposti, da un punto di vista evolutivo, a interagire con gli esseri umani, come accade invece ai cani.

Tegu che passeggia su un prato.

Un animale domestico atipico

Come abbiamo avuto modo di vedere, i tegu sono animali domestici che presentano requisiti molto specifici e un costo iniziale elevato, perché è necessario investire del denaro per l’acquisto di un grande spazio abitativo, coperte termiche e fonti di luce UVB.

Ciononostante, una volta che si è insediato, questo animale è poco esigente, autonomo e in grado di ricevere affetto e riconoscere il proprio tutore. Che un rettile di più di un metro di lunghezza accorra alla vostra chiamata per salire sulla vostra gamba in segno di affetto rappresenta una soddisfazione che non ha prezzo.

  • Argentine Black and White Tegu, Wikipedia. Recogido a 31 de agosto en https://en.wikipedia.org/wiki/Argentine_black_and_white_tegu
  • Tegu, reptilesmagazine.com. Recogido a 31 de agosto en https://www.reptilesmagazine.com/tegu-lizard-housing-and-care-information/
  • Tattersall GJ, Leite CA, Sanders CE, Cadena V, Andrade D, Abe AS, Milsom WK (2016-01-22).