Si può tenere un gufo come animale domestico?

· 7 luglio 2018

Gli animali domestici “insoliti” sono di moda e sempre più persone cercano alternative originali ai classici cani e gatti. Ebbene, tenere un gufo come animale domestico è un fenomeno in crescita negli ultimi anni. Ci sono molti video che testimoniano come questi volatili possano essere tremendamente dolci e affettuosi con le persone. Ma è davvero possibile tenere uno di questi esemplari in cattività? Scopriamolo assieme, nel seguente articolo.

È possibile avere un gufo come animale domestico?

Sempre e quando le leggi del paese in cui vivete lo permettano, sappiate che è lecito tenere un gufo come animale domestico. Occorre però tenere sempre a mente che il gufo è un rapace, ovvero un animale selvatico. Ciò significa che il suo comportamento non sarà quello di un animale domestico e richiederà una serie di precauzioni e cure che dovrete sempre essere disposti a dargli.

Se avete già deciso di prenderne uno in casa, vi consigliamo di adottare un esemplare molto giovane. In questo modo crescerà in un ambiente domestico e familiare, adattandosi meglio alla vita a stretto contatto con gli umani. Assicuratevi che la vostra casa abbia abbastanza spazio o un giardino in cui il gufo possa volare. Ricordate che dovrete riprodurre, il più possibile, il suo habitat naturale.

Fatta questa breve ma necessaria premessa, vediamo assieme alcuni consigli e suggerimenti pratici che vi aiuteranno nella gestione di un gufo domestico.

un barbagianni usato da un falconiere

Come gestire un gufo come animale domestico?

Informatevi bene prima

Prima di adottare un gufo come animale domestico, dovrete studiare a fondo questa specie, per comprendere cure e necessità. Parlate con un veterinario di fiducia specializzato in rapaci, o anche con i professionisti di zoo e parchi naturali. Sarà fondamentale raccogliere tutte le informazioni che vi torneranno utili in qualsiasi momento.

Allestite uno spazio adeguato

Bisogna essere chiari sin dal principio: se vivete in ​​un appartamento in città, non potete tenere un gufo come animale domestico. Questo volatile ha bisogno di un posto dopo può volare – prendendo le contromisure necessarie affinché non fugga via –  uno spazio ampio in cui poter scaricare stress ed energie accumulate in eccesso.

Tempo e dedicazione

Sebbene i gufi siano molto indipendenti nel loro habitat naturale, non lo sono più nel momento che vengono allevati in cattività. Dopo essere stato cresciuto e allevato in casa, il vostro gufo richiederà attenzioni e cure costanti. Anche se lo rilascerete in giardino, inizierà a volteggiare e a cinguettare per attirare la vostra attenzione.

Questo potrebbe essere un problema anche con i vicini, quindi assicuratevi di avere sufficiente tempo da dedicargli. Vi ricordiamo che i gufi cambiano le piume in continuazione, quindi dovrete anche avere la possibilità di occuparvi della pulizia domestica, considerando che questa muta può durare mesi interi.

La cura dell’alimentazione

I gufi, come abbiamo detto prima, non sono animali domestici, quindi non possono essere nutriti con mangimi, ma con la loro alimentazione originale. Sapete già cosa mangiano i gufi? Sì, topi e piccoli mammiferi. Questo significa che dovrete ottenere questi alimenti per il gufo, un fatto che molte persone possono ritenere spiacevole e disgustoso.

E’ ovvio che non si può avere un gufo come animale da compagnia se avete già dei criceti, altri uccelli, gatti o cani, dato che potrebbero “scomparire” all’improvviso, senza che nemmeno ve ne rendiate conto.

Precauzioni e pericoli

Il gufo non è un animale prevedibile e nonostante sia stato studiato a lungo, non è stato definito un modello di comportamento. Ciò significa che, trattandosi di un essere vivente abituato a vivere allo stato brado, dovrete stare sempre attenti a tutto.

il volo regale di un gufo in un bosco

Per evitare imprevisti spiacevoli e possibili pericoli, è meglio adottare un gufo quando è ancora pulcino e farlo addestrare da un professionista. Solamente in questo modo sarà possibile creare un rapporto equilibrato con l’animale, sulla base di uno schema di ordini e basato sulla comunicazione.

Come avete visto, scegliere un gufo come animale domestico non è esattamente l’idea migliore che possiate avere. Oltre a strappare dal suo habitat un animale selvatico c’è il rischio che la convivenza diventi davvero impossibile, a meno che non seguiate i suggerimenti espressi in questo articolo.