Terapia comportamentale per cani

· 11 agosto 2018

I cani, come l’essere umano, hanno bisogno di parametri ben definiti di comportamento e convivenza, per formare un carattere socievole, amichevole e adattabile. Questo è ancora più importante durante i primi cinque mesi di vita, poiché consente lo sviluppo di uno stile di vita piacevole, sia per l’animale che per il suo proprietario.

Alcuni cani hanno comportamenti socialmente inaccettabili o indesiderati, sia per il proprietario che per l’ambiente. Questi atteggiamenti sono espressi con aggressività, ansia, segni di minaccia, reazioni esagerate o incapacità di contenere emozioni. Possono anche causare danni a persone, altri animali o a sé stessi. Proprio in questo senso, si rende necessaria una terapia comportamentale per cani.

Molti di questi problemi derivano da una situazione di stress costante da parte dell’animale. Le sue reazioni sono il risultato di un proprietario che non è in grado di gestire la situazione. Per fortuna, possono essere risolte grazie a una terapia comportamentale per cani che preveda una drastica riduzione di quest’ansia latente.

Da cosa derivanoi problemi comportamentali?

I problemi comportamentali nei cani possono avere due cause:

  1. Causa di tipo organica: cioè, derivante da un problema fisico che provoca disagio o dolore.
  2. Non organica: se il comportamento sbagliato dell’animale deriva da cause non fisiche. Ad esempio, se il cane, da piccolo, ha avuto una vita difficile o traumatica.

Come si manifestano questi problemi?

  • Aggressività. Questo tipo di comportamento inappropriato richiede un trattamento specializzato e urgente, perché può danneggiare persone, altri animali o sé stessi.
  • Paure e fobie. Verso amici o sconosciuti, oggetti, rumori, altri cani o animali. L’ideale è che il proprietario accompagni il processo di controllo e superamento di questo disagio.
  • Comportamento distruttivo.
  • Abbaiare eccessivo
  • Ansia da separazione. In questo caso, la terapia comportamentale per cani è importante per dare all’animale la fiducia necessaria per stare calmo quando rimane solo a casa.
  • Eccitazione e iperattività. Un disagio che può sfinire sia il cane che i vicini di casa. Il cane vive in uno stato perenne di iperattività e tensione, non rilassandosi mai.
Cane triste sdraiato sul pavimento

È importante trattare questi comportamenti alla radice, per il benessere sia del cane che del proprietario. Se la situazione diventa eccessiva o fastidiosa, può portare persino all’abbandono, al maltrattamento o alla soppressione dell’animale domestico.

Obiettivi della terapia comportamentale per cani

L’impegno e la costanza del proprietario sono fondamentali per la correzione di questi atteggiamenti. Se non siete disposti ad educare il vostro animale domestico e abituarlo alle buone abitudini, è difficile che il suo modo di agire possa migliorare. Particolarmente importante è la componente emotiva: ci deve essere comprensione, empatia e pazienza da parte del proprietario durante tutto il processo.

Si consiglia di iniziare la terapia comportamentale quando l’animale è ancora cucciolo, prima dei cinque mesi di età. L’obiettivo della terapia comportamentale per cani non è l’obbedienza fredda e assoluta, ma un miglioramento globale nel rapporto tra cane e proprietario. Si tratta di condividere meglio la vita quotidiana, attraverso un’esperienza più serena e sana per entrambi.

Valutazione dell’esperto

Una buona idea è portare il vostro cane dal veterinario. Lo specialista rivolgerà una serie di domande a voi e alle persone più vicine al cane. Alcune riguarderanno le circostanze in cui è nato e cresciuto l’animale, così come il numero di fratelli avuti nella cucciolata e il rapporto con la madre.

Tutte le domande sono finalizzate ad analizzare l’origine del problema del comportamento da correggere, per poter pianificare un trattamento efficace.

Veterinario donna accarezza collo di pastore tedesco

 Come funziona la terapia comportamentale?

Il trattamento può cambiare in base al caso specifico e dipenderà dalla causa del comportamento inappropriato che si desidera eliminare. Tuttavia, ci sono delle linee guida generali che sono importanti per la vita di qualsiasi cane. Per esempio:

1. Stabilire una routine

Ciò significa creare un calendario con orari ben stabiliti per il cibo, passeggiate e bisognini, giochi e, ovviamente, il riposo. Rispettare questo piano giornaliero permetterà ad entrambi di condurre una vita più organizzata ed equilibrata.

2. Esercizio fisico quotidiano

Questo punto è particolarmente importante. Come abbiamo visto, la causa più comune all’origine dei comportamenti indesiderati è l’accumulo di stress. Il modo migliore per scaricare l’ansia accumulata è fare una bella passeggiata o persino correre insieme (rispettando sempre l’età, lo stato fisico e la dimensione del cane).

Lo stile di vita sedentario comporta rischi significativi per qualsiasi cane, come nel caso dell’obesità e di altre malattie associate. Qualunque sia la razza del vostro amico a quattro zampe, ricordate sempre che tutti i cani hanno bisogno di seguire una routine chiara e svolgere sufficiente attività fisica.