Chi trova un cane trova un tesoro

· 4 Dicembre 2015

I cani sono dei compagni leali e fedeli, e sono in molti a poter confermare che chi trova un cane trova un tesoro. In questo articolo vi parleremo dello speciale legame che unisce cani e umani, così che possiate capire come mai siamo da sempre fatti per vivere insieme.

Quella chimica speciale che i cani hanno con gli esseri umani risale praticamente agli inizi dell’umanità. Per questo, analizzando il percorso evolutivo di entrambe le specie e la relazione simbiotica creatasi tra entrambe, si è arrivati a delle grandi scoperte:

Struttura sociale

I cani condividono moltissime caratteristiche biologiche con i loro antenati, i lupi, e questo determina oltremodo la loro struttura e il loro comportamento sociale.

È possibile osservare altrettante similitudini con gli umani, già che entrambe le specie sono predatori e creature capaci di costruire società estremamente complesse; le somiglianze tra le strutture in branchi di lupi e cani sono:

lupo-grigio

  • Territorialità
  • Caccia in gruppo e condivisione delle prede
  • Generazione di legami emotivi
  • Si salutano attraverso il contatto fisico
  • Sentono la mancanza dei membri del branco assenti
  • Attraversano periodi di lutto

Il modo in cui cani e umani si sanno adattare all’interno della società è simile al punto che questi animali possono vivere in perfetta sintonia in mezzo agli uomini, e viceversa. Ciò comporta inoltre una seria di vantaggi per i cani, già che l’uomo ha l’abitudine di fornirgli il cibo migliore, dar loro tutte le attenzioni mediche, e coccolare il proprio cucciolo permettendogli di dormire nel suo ampio letto.

Fanno parte della famiglia

Come mai le persone tendono a riservare tanto affetto a membri di specie diverse? La risposta più immediata è che su un piano emotivo, le famiglie non vedono il proprio cane come un membro di un’altra specie.

Naturalmente esistono dei limiti, ma la maggior parte delle persone che hanno accolto un cane nelle proprie case lo considerano un membro della famiglia, senza dover necessariamente arrivare all’umanizzazione dell’animale. Secondo studi recenti, lo stesso meccanismo avviene nella mente dell’animale, il che riflette l’alto grado di compatibilità tra le due specie.

I cani sono esseri straordinariamente attenti, e godono della capacità di prevedere le mosse dei loro padroni, che sia quando si trovano in procinto di dar loro da mangiare o di uscire per fare una passeggiata.

Gli sperimenti svolti dimostrano che cani e lupi sono attenti lettori del linguaggio del corpo, persino migliori degli scimpanzé.

I cani tendono inoltre a mostrarsi emotivamente solidali verso lo stato d’animo del proprio padrone, esprimendo ciò che provano attraverso stati di euforia o abbattimento.

cani-e-famiglia

Sono con noi da tantissimo tempo

I cani sono stati i primi animali domestici con i quali l’uomo ha sviluppato un vincolo stretto. Infatti, la maggior parte dei cani domestici fu geneticamente separata dai lupi all’incirca 100.00 anni fa, e durante tutto questo periodo di tempo, l’uomo ha avuto modo di creare forti associazioni con loro.

Alcuni membri della comunità scientifica assicurano inoltre che i grandi progressi che l’uomo stesso ha avuto nel suo evolversi come specie, sono dovuti in parte anche all’aiuto dei cani. In primo luogo perché durante tutta la storia questi animali ci sono serviti come sistemi di allarme, compagni di caccia, sistemi di avviso delle calamità, riscaldamento naturale, bambinaie per i più piccoli e compagni di gioco. È per questo che noi umani dovremmo sempre ringraziare i nostri cani dando loro cibo e protezione.

Al giorno d’oggi, sono ben pochi i cani utilizzati per svolgere molte delle mansioni dell’antichità. Tuttavia continuano ad essere grandi compagni di vita e protettori; sono molti coloro che darebbero qualsiasi cosa per rendere felice i propri animali, proprio come loro danno a noi gioia, incondizionatamente.

Se state dunque pensando di prendere un cane, siate consapevoli del grande tesoro che avete tra le mani, e prendetevi cura di lui nel giusto modo, così da poter ricevere degli immensi momenti di felicità.

Immagine gentile cortesia di Enzo Antonio.