Trucchi per impedire a un gallo di cantare

23 Agosto 2019
In passato, i nostri antenati usavano il canto del gallo per svegliarsi al mattino. Ma oggi, il canto del gallo può essere davvero fastidioso.

I galli sono stati usati a lungo come una sveglia naturale per l’uomo, principalmente nelle aree rurali. Ma con l’urbanizzazione e la tecnologia, e col fatto che si possono programmare le sveglie, i telefoni cellulari e gli orologi per svegliarsi nel momento desiderato, è bene conoscere alcuni trucchi per impedire a un gallo di cantare.

Con l’aiuto della tecnologia, il canto di questi uccelli così presto può risultare fastidioso e portare a problemi di convivenza. In questo articolo, vi sveleremo alcuni trucchi per impedire a un gallo di cantare e disturbare il vicinato.

Perché i galli cantano?

Chi ha vissuto in campagna sa benissimo che il canto del gallo segna l’inizio di un nuovo giorno. Per molti secoli, i nostri antenati hanno usato il “talento” naturale di questi uccelli come una specie di sveglia.

Gallo che canta su una pietra

Ancora oggi, in alcune zone rurali, è possibile assistere allo spettacolare canto di un gallo ai primi colori dell’alba. Non è difficile persino ricordare questo suono così altisonante. Ma perché i galli cantano ogni mattina? Prima di tutto, vale la pena di chiarire che i galli non cantano solo all’alba e che il loro canto non è necessariamente legato a quel momento della giornata.

In realtà, si stima che un gallo possa cantare fino a 15 volte al giorno, in momenti e circostanze diversi. Pertanto, non esiste un’unica spiegazione sul perché un gallo canti, ma il motivo specifico dipenderà dal contesto specifico.

In linea di principio, il canto del gallo è legato alla responsabilità del maschio di proteggere le sue femmine e i suoi pulcini. Emettendo questo suono forte, è possibile comunicare ad altri uccelli sui cambiamenti nell’ambiente o sulle possibili minacce. L’inizio di un nuovo giorno, ad esempio, è un fenomeno che i galli intendono informare ai loro coetanei.

Difatti, studi recenti hanno dimostrato anche che il canto del gallo all’alba non dipende dai raggi del sole. Cioè, un gallo può sapere quando cantare senza essere guidato dalla radiazione solare. Inoltre, nei campi è possibile osservare che molti galli iniziano a cantare prima dell’alba.

È possibile impedire a un gallo di cantare?

Impedire a un gallo di cantare non è semplice. Il canto è qualcosa che fa parte della natura del gallo. Pertanto, mettere a tacere un gallo significa reprimere la sua forma innata di espressione. Oltre ad essere praticamente impossibile, non è raccomandato per il benessere di questi uccelli.

Sfortunatamente, alcune persone arrivano al punto di ricorrere all’intervento chirurgico per impedire a un gallo di cantare. Anche se questo può essere l’unico modo efficace per mettere a tacere un gallo, è un metodo invasivo che consiste nel rimuove le sue corde vocali.

Se volete evitare mal di testa e problemi con i vicini, dovrete cercare di ridurre la frequenza e l’intensità del loro canto. Cioè, se non è materialmente possibile impedire a un gallo di cantare, almeno si può provare a “ridurne il volume”.

Come evitare che un gallo canti: disegno di un gallo

Qui di seguito, troverete alcuni suggerimenti per far cantare di meno un gallo e con meno intensità:

Trucchi per impedire a un gallo di cantare

Con queste misure, ci auguriamo che riusciate ad alleviare il disagio derivante dal canto del gallo:

  • Offrire un ambiente sicuro e tranquillo: i galli cantano spesso per comunicare alterazioni, disturbi o minacce nel loro habitat agli altri membri della loro comunità. Pertanto, se avete intenzione di evitare che un gallo canti in modo frequente, è fondamentale che questo uccello viva in un ambiente tranquillo e protetto. Quando percepisce la tranquillità dei suoi dintorni, il gallo trascorrerà più tempo tranquillo e si dedicherà ad altre funzioni.
  • Fare attenzione ai suoi bisogni: come tutti gli animali, i galli e i polli hanno i loro bisogni in termini di nutrizione, salute e benessereQuando hanno fame o sete, per esempio, possono cantare per comunicare il loro bisogno di nutrirsi, idratarsi e sentirsi forti. Lo stesso vale per l’igiene dell’ambiente in cui vivono, la luminosità, lo spazio a disposizione per muoversi, eccetera.
  • Meno galli, meno canto: i galli cantano anche per dimostrare la loro “autorità” nei riguardi degli altri maschi ed affermarsi come “maschi alfa“. Se si hanno molti galli che convivono nello stesso terreno, è più probabile che cantino più volte al giorno per riaffermare il loro dominio sul territorio e sulle femmine.
  • Ridurre gli stimoli notturni: di notte, i rumori si notano più facilmente e il canto del gallo disturberà sicuramente i vicini. Occorre dunque evitare di stimolare questo uccello dopo un certo orario.

Per evitare l’effetto della luce del giorno, è meglio che il gallo non si trovi all’aperto di notte, ma all’interno del pollaio, con una luminosità ridotta e nessun rumore.