Tutto quello che c'è da sapere sulla nasica

Questa scimmia simpatica dall'aspetto curioso originaria dell'isola del Borneo si trova in pericolo di estinzione a causa della caccia indiscriminata da parte dell'uomo.
 

Le nasalis larvatus, meglio nota come nasica, è una scimmia facile da identificare in tutto il mondo grazie all’aspetto prominente del suo naso. Recenti studi pubblicati sulla rivista Science Advances suggeriscono una relazione tra le dimensioni del suo naso e alcune capacità sessuali e riproduttive.

Come riportato dagli esperti, sono state trovate correlazioni significative tra le dimensioni del naso e quelle dei testicoli e del corpo in generale. Questi aspetti conferiscono agli esemplari maschi di nasica una particolare attrattiva per le femmine, aumentando le possibilità e le opzioni di trovare un compagno.

Inoltre, i maschi di nasica presentano altre caratteristiche e peculiarità, come le vocalizzazioni potenti e i tratti legati alla forza fisica e alla competitività che consentono loro di ottenere un alto rango sociale.

Ciò può creare una certa monopolizzazione delle femmine da parte di alcuni esemplari e la creazione di colonie di “scapoli” composte da scimmie meno fortunate. Continuate a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla nasica.

Di cosa si nutre la nasica?

La dieta di questa specie si basa sostanzialmente sulle foglie. Tuttavia, è stato osservata anche l’assunzione stagionale di alcuni frutti verdi, che vengono favoriti rispetto a quelli maturi. Questo perché quelli maturi possono fermentare rapidamente nello stomaco e causare coliche, gonfiore e disagio in generale.

 

Allo stesso modo, la nasica mangia fiori e semi, alcuni cereali, noci, larve e piccoli insetti, il che significa che ha una dieta variata ed equilibrata. Sebbene la pancia pronunciata di questi primati non sia evidente nel loro aspetto, è un’altra delle loro caratteristiche uniche. Pensate che la pancia costituisce un quarto del loro peso corporeo.

Scimmie primati

Il suo sistema digestivo è diviso in diversi scomparti che possiedono un gruppo di batteri che sono efficaci nel neutralizzare le tossine e digerire facilmente alcuni dei cibi di cui si nutre. Questo è il caso dei frutti verdi e di alcuni tipi di foglie.

Il fatto che la nasica predilige le foglie come alimento principale genera anche numerosi vantaggi, come succede con alcuni primati di altre specie. Questo perché possono vivere in cima agli alberi senza rischiare troppo la loro sicurezza ed essere attaccati da possibili predatori.

Abitudini di riproduzione e comportamento

Le scimmie nasica femmine danno alla luce un figlio alla volta. Il periodo di gestazione dura circa cinque mesi e mezzo. Alla nascita, il cucciolo di nasica ha la faccia blu, quasi nera, che cambia colore man mano che si avvicina ai quattro mesi di vita. L’esemplare giovane rimane con la madre fino a quando non ha un altro figlio o fino a quando non ha un anno.

La maturità sessuale dei maschi viene raggiunta tra i quattro e i cinque anni, invece le femmine la raggiungono molto prima. Le notevoli dimensioni del suo sono l’attrazione principale durante l’accoppiamento: di solito è legato alla forza e alla virilità.

 

È sorprendente pensare che le scimmie nasica con il naso più grande sono in grado di urlare più forte. Infatti, il naso agisce come una sorta di cassa di risonanza. Questo serve a comunicare al gruppo le azioni da intraprendere in caso di eventuali minacce. È una specie dalle abitudini diurne e al crepuscolo si rifugia tra gli alberi per dormire.

Comportamento nasalis

Questa specie di primati è anche nota per le sue capacità di nuoto. La nasica riesce a immergersi fino a 20 metri di profondità e percorrere lunghe distanze nuotando. Tuttavia, nuota solo quando necessario.

Se si sentono minacciate, sono solite saltare in gruppo nel fiume per fuggire. Altre volte, nuotano semplicemente per attraversare i fiumi che impediscono loro di raggiungere una destinazione.

La loro aspettativa di vita raggiunge i 20 anni, sebbene ogni anno la popolazione totale diminuisca. Ciò è dovuto alla distruzione del loro habitat naturale e alla caccia da parte dell’uomo.

Le scimmie nasica sono piuttosto ambite per la loro carne e il loro bezoario. Si tratta di un corpo estraneo solido che si forma nello stomaco di alcuni animali e che viene utilizzata dalla medicina orientale come antidoto per vari disturbi di cui soffre l’uomo.

 

Principali predatori e minacce

Purtroppo la nasica è una specie in via di estinzione. Ciò è dovuto in larga misura all’intervento umano. Per decenni questi primati si sono tenuti al riparo nelle loro inaccessibili mangrovie. Tuttavia, nel corso dei secoli gli umani hanno distrutto il loro habitat ed innescato un pericoloso processo di disboscamento.

La pantera e il coccodrillo d’acqua dolce sono alcuni dei predatori che hanno contribuito a ridurre la popolazione totale di questi animali. Quest’ultimo di solito attacca gli esemplari che si immergono nei fiumi o quelli che si trovano vicini alle rive.

Finora i tentativi per impedire l’estinzione e mantenere la specie in cattività non hanno dato risultati positivi e si stima che l’attuale popolazione non superi i 7000 esemplari. Per fortuna oggi la caccia e la commercializzazione della nasica sono illegali, quindi questa specie può essere vista solo nelle mangrovie che esistono ancora nel Borneo.

https://www.nationalgeographic.es/animales/2018/02/los-monos-narigudos-con-narices-mas-grandes-tienen-una-vida-sexual-mejor

http://advances.sciencemag.org/content/4/2/eaaq0250