La scimmia con la faccia da gufo: caratteristiche e habitat

14 Aprile 2019
Riuscite ad immaginare una scimmia con la faccia da gufo? Noi l'abbiamo trovata!

Ci sono molte e varie specie di scimmie, ma riesci a immaginarne una che somiglia a un uccello? È il caso della scimmia con la faccia da gufo che, come suggerisce il nome, ha un volto che ci ricorda quello del rapace notturno.

Oggi parleremo della scimmia con la faccia da gufo!

La scimmia con la faccia da gufo

Il Cercopithecus hamlyni, noto anche come faccia da gufo, appartiene alla famiglia dei Cercopithecus. Abita nelle foreste tropicali dell’Africa orientale. Questi animali vivono in:

  • Repubblica Democratica del Congo
  • Nord est del Ruanda
  • Uganda sudoccidentale

Vive tra i 900 e i 4600 metri di altezza, principalmente nelle foreste di bambù. Questa pianta costituisce la sua principale fonte di cibo.

È stato portato in altri continenti dall’uomo. Una delle sue denominazioni, la scimmia di Hamlyn, è dovuta a un mercante che nel 1907 lo portò in uno zoo di Londra.

Vi presentiamo la scimmia con la faccia da gufo, dal caratteristico viso che ricorda quello del rapace notturno.scimmia gufo

Caratteristiche del Cercopithecus hamlyni

Ma come fa questa scimmia a ricordare un gufo? È perché ha due strisce sul suo volto, una verticale e una orizzontale, che formano un T. Questi segni particolari sono bianchi o giallastri e si stagliano sulla pelliccia scura. Altre caratteristiche fisiche di questo primate sono:

  • I maschi pesano tra i 7 e i 10 chilogrammi, mentre le femmine tra i 4,5 e i 6 chilogrammi.
  • Il loro corpo è lungo tra i 50 e i 65 centimetri nei maschi e tra 40 e 55 centimetri nelle femmine.
  • Il pelo, grigio e nero, è lungo, denso e sottile.

Comportamento della scimmia con la faccia da gufo

La scimmia con la faccia da gufo può essere descritta come terrestre e arboricola. Anche se sale sugli alberi, in genere preferisce la terraferma tanto per muoversi quanto per procurarsi il cibo.

I germogli di bambù sono la sua principale fonte di cibo, ma mangia anche foglie di altri alberi ed erbe, frutta e semi.

Vive in piccoli gruppi, di non più di 10 individui, in cui un maschio dominante si distingue e comunica in modo sia olfattivo che vocale. Così, segna il territorio attraverso una ghiandola presente nel torace e usa diverse voci per orientarsi o come richiamo al momento dell’accoppiamento.

La stagione di nascita del primate è tra maggio e ottobre. Dopo cinque o sei mesi di gravidanza nasce un cucciolo, eccezionalmente due. Di solito trascorre un intervallo di due anni fino a quando la femmina rimane di nuovo incinta.

Un animale che si riproduce negli zoo

In cattività, la scimmia con la faccia da gufo può vivere fino a 27 anni. Nel suo habitat naturale è vittima di leopardi, gatti dorati e umani.

Anche se la sua pelliccia scura la aiuta a passare inosservata, la deforestazione, la caccia da parte dell’uomo e il suo basso tasso di natalità ne hanno fatto una specie vulnerabile secondo la classificazione della IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura).

Per fortuna, è un animale che riesce a riprodursi in cattività e si trova in molti zoo di Europa e Nord America.