4 tipi di substrato per l'acquario: scegliete quello giusto

Il tipo di substrato nell'acquario determina, in larga misura, le qualità fisico-chimiche dell'ecosistema. Non esiste una scelta buona e cattiva: dipende dalle specie che abitano la vasca.
4 tipi di substrato per l'acquario: scegliete quello giusto

Ultimo aggiornamento: 04 febbraio, 2021

Quando si costruisce e si progetta un acquario, uno dei fattori più importanti e su cui le persone spesso hanno molti dubbi è il substrato per l"acquario. Qual è il miglior substrato per l"acquario? Quello che non intaserà il sistema di filtraggio? Le piante possono viverci? Questo tipo di ciottolo danneggerà il pesce? Il substrato è davvero necessario?

Queste e innumerevoli altre domande possono sorgere quando dobbiamo scegliere il miglior tipo di substrato per un acquario specifico. In questo articolo elencheremo i tipi più comuni di substrato per l"acquario. Verranno inoltre spiegati i loro usi e i problemi che potrebbero sorgere con ciascuno di essi.

1. Substrato di sabbia per l"acquario

Il substrato di sabbia per l"acquario è uno dei più utilizzati, soprattutto combinato con ghiaia, ciottoli o grandi rocce. La sabbia viene venduta in diverse misure. Sfortunatamente, una variante molto sottile causa diversi inconvenienti:

  • Diventa compatta facilmente, il che potrebbe creare piccole sacche prive di ossigeno in cui possono crescere dei batteri dannosi per i pesci.
  • L"elevata compattazione impedisce lo sviluppo delle radici delle piante vive. Inoltre, tutti i tipi di sabbia sono poveri di sostanze nutritive, quindi nessun substrato sabbioso è buono per le piante.
  • Se un pesce solleva la sabbia finissima, rimarrà a lungo nella colonna d"acqua, a causa del suo peso ridotto.
  • Se non si hanno animali che muovono la sabbia, questo deve essere fatto manualmente in modo che non si formino sacche prive di ossigeno.

Uno dei maggiori vantaggi della sabbia è che, una volta divenuta compatta, impedisce la perdita di rifiuti o cibo non consumato attraverso il substrato e tutto rimane in superficie.

D"altra parte, ci sono pesci che hanno bisogno necessariamente di un substrato sabbioso. I Corydoras, ad esempio, hanno una pelle molto delicata e amano il cibo. Per questo motivo, è essenziale che una vasca con questi tipi di pesci abbia un substrato sabbioso o ghiaioso senza spigoli troppo affilati.

Granchio in un acquario.


2. Ghiaia o ciottoli

La ghiaia è uno dei tipi di substrato più usati per gli acquari. Viene venduto in una miriade di dimensioni e colori, dal fosforo alle tonalità più simili a quelle naturali. Il colore che si sceglie non è un problema, a patto che l"acqua mantenga tutti i suoi parametri entro il range ottimale e che i pesci siano ben nutriti.

Come per la sabbia, anche le dimensioni dei ciottoli o della ghiaia possono variare. La scelta tra l"una e l"altra dipenderà esclusivamente dai tipi di pesci che vivono nell"acquario.

Ad esempio, i pesci rossi tendono a mordere il substrato e se la ghiaia è grande quanto la loro bocca, possono ingerirla per sbaglio e soffocare. Questo farebbe morire il pesce.

D"altra parte, molti pesci che trascorrono la giornata alla ricerca di cibo e detriti sul fondo, per cui possono rischiare di farsi male con la ghiaia appuntita. Le lesioni potrebbero infettarsi e compromettere il loro stato di salute.

Ciò non significa che la ghiaia sia un cattivo substrato, al contrario. Deve semplicemente essere scelta correttamente in base agli abitanti dell"acquario. Per fare questo, vale la pena informarsi sul tipo di vita che conducono le specie di animali che vivono nell"acquario.

La ghiaia, a differenza della sabbia, è un buon substrato per alcuni tipi di piante, che possono facilmente aderire ai ciottoli. Inoltre, sebbene gli spazi tra pietra e pietra siano una fonte di accumulo di detriti, la ghiaia è facile da pulire.

È meglio avere un aspirapolvere usato a questo scopo e ogni tanto aspirare bene per evitare la proliferazione di batteri potenzialmente dannosi.

3. Substrati specializzati per l"acquario

I substrati visti finora, sabbia e ghiaia, sono inerti. Ciò significa che non modificano affatto le caratteristiche fisico-chimiche dell"acqua dell"acquario. Al contrario, i substrati specializzati sono quelli che forniscono determinate caratteristiche o le modificano. Tra questi troviamo:

  • Aragonite: questo tipo di substrato ha la capacità di prevenire o regolare i cambiamenti nel pH dell"acqua. Inoltre, rende l"acqua molto pesante, quindi è consigliato solo in quegli acquari con acqua salmastra o uno per i ciclidi africani.
  • Vermiculite: è buona quando volete avere un acquario con molte piante vive, poiché è ricca di potassio e magnesio.
  • Torba: questo substrato abbassa notevolmente il pH dell"acquario, quindi i pesci che lo abitano devono trovarsi bene nell"acqua acida. È un ottimo substrato per le piante, tuttavia rilascia molto azoto – tossico per i pesci – e rende l"acqua molto sporca.

I substrati specializzati sono i migliori per gli esperti che vogliono raggiungere un determinato risultato all"interno dell"acquario. È meglio iniziare con un substrato inerte o con nessun substrato.

Pietre per l'acquario.

4. Acquario senza substrato

Esatto, un acquario può essere allestito senza alcun tipo di substrato! Come tutti i substrati, ha i suoi vantaggi e svantaggi. Ad esempio, lo svantaggio principale è che non è possibile introdurre pesci o animali che vivono attaccati al fondo della vasca.

Il fatto che non abbia un supporto facilita notevolmente la pulizia manuale del fondo. Tuttavia, non ci sarà proliferazione di batteri benefici nell"acquario e tutti i parametri dovranno essere regolati manualmente.

È vero che la maggior parte dei batteri benefici crescono nel filtro, ma alcuni di essi crescono anche sul fondo dell"acquario. Senza substrato, questo non è possibile.

D"altra parte, gli acquari senza substrato spesso sono meno belli esteticamente e, inoltre, molti pesci possono sentirsi stressati vedendo il riflesso sul fondo. In generale, questo tipo di acquario è consigliato per gli allevamenti o per le aree di recupero, quando un pesce ha un problema e deve assumere dei farmaci.

Tutti i substrati – e non i substrati – possono essere buoni e cattivi allo stesso tempo. Il modo migliore per scegliere un substrato è studiare i pesci che abiteranno l"acquario. In questo modo sarà molto difficile sbagliare.

Potrebbe interessarti ...
Il substrato migliore per l"acquario: ghiaia o sabbia?
I Miei AnimaliRead it in I Miei Animali
Il substrato migliore per l"acquario: ghiaia o sabbia?

Il substrato per l'acquario può essere sia di ghiaia che di sabbia, a seconda del contenuto dell'acquario e del tipo di pesci e creature.