5 specie di iguane che dovete conoscere

3 Aprile 2019
Oltre alla specie che di solito viene adottata come animale domestico, ci sono un totale di 40 tipi diversi di questi rettili, la maggior parte appartenenti alla fauna americana.

Oggi vi presenteremo alcune specie di iguane. Questi rettili appartenenti alla famiglia delle Iguanidae, sono endemici delle aree tropicali. Sono animali a sangue freddo e possono vivere fino a 20 anni.

In questo articolo vi informiamo su alcune specie di iguane.

Quante specie di iguane esistono?

In totale, ci sono 40 specie di iguane. La stragrande maggioranza di esse vivono in America. Tra queste, possiamo evidenziare la specie più nota, quella scelta come mascotte in tutto il mondo:

1. Iguana verde: tra le specie di iguane più comuni

Questa lucertola arboricola è tipica dell’America Latina, dal Messico al Paraguay, e può misurare fino a due metri di lunghezza e pesare circa 15 chili. È erbivora, anche se in natura può mangiare alcuni piccoli insetti “misti” che trova tra le foglie.

L’iguana verde – vedi immagine di apertura dell’articolo – è di questo colore poiché è in grado di mimetizzarsi con la vegetazione dei suoi dintorni.

Ha le gambe corte, che terminano con cinque dita con artigli molto affilati, per arrampicarsi senza problemi sugli alberi. È quella che viene scelta più spesso come animale domestico.

2. Iguana marina

L’iguana marina è l’unica lucertola che vive in mare, poiché si nutre di alghe e i maschi hanno la capacità di nuotare. Le femmine e i piccoli si alimentano quando la marea sale: rimangono tra le rocce in attesa che arrivi il cibo. Sono vulnerabili all’attacco di alcuni uccelli, come lo sparviero.

Iguana di mare

L’iguana marina è endemica delle isole Galapagos e ha un sistema speciale per liberarsi dell’acqua salata attraverso le narici. Ha una colorazione scura che gli consente, da un lato, di mimetizzarsi fra le rocce e, dall’altro, di assorbire meglio il calore del sole quando esce dall’acqua fredda.

3. Iguana nera

Questa iguana della famiglia degli Ctenosaura vive in America centrale, in particolare nel Panama. È stata introdotta dall’uomo in alcune isole dei Caraibi e in Florida, negli Stati Uniti. Preferisce le aree rocciose e sabbiose.

Iguana nera

L’iguana nera è la lucertola più veloce sulla terra: raggiunge una velocità di 35 km/h. I maschi misurano 130 centimetri e sono un po’ più grandi delle femmine.

I giovani esemplari sono insettivori e, man mano che crescono, diventano erbivori. Mangiano fiori, foglie, steli e frutti.

4. Iguana del deserto

L’iguana del deserto è un’altra delle specie di iguane che possiamo trovare nel continente americano. In questo caso, vive nel sud-est degli Stati Uniti e a nord-ovest del Messico.

Sceglie, oltre al deserto, regioni asciutte e rocciose a meno di 1000 metri di altezza. Resiste alle alte temperature e crea le sue tane con cumuli di sabbia.

Iguana del deserto tra specie di iguane più diffuse

L’iguana del deserto misura circa 60 centimetri ed è di colore beige o grigio pallido, con macchie scure su tutto il dorso e la pancia più chiara. Durante la stagione degli amori, i lati del corpo diventano rosa in entrambi i sessi. Si riproducono in primavera e la femmina cova al massimo otto uova.

È un animale erbivoro che si nutre di foglie, germogli e frutti. Si sente anche ‘attratto’ dai fiori gialli. I principali predatori di questa iguana sono i rapaci, le donnole, le volpi e i serpenti.

5. Iguana delle Figi tra specie di iguane più a rischio

È una delle poche specie di iguane che non vivono in America. Sfortunatamente, è in grave pericolo di estinzione a causa della distruzione del suo habitat naturale dovuta all’attività agricola, all’introduzione di piante aliene invasive e agli incendi boschivi.

Iguana delle Figi

L’iguana delle Figi ha la cresta, è di colore verde chiaro con lo sfondo nero o grigio e presenta delle strisce bianche sul corpo e sulla coda. Misura circa 70 centimetri e i maschi sono più scuri delle femmine. Come le altre specie di iguane, è erbivora, quindi si nutre di fiori, frutti, foglie e boccioli.

La stagione degli amori inizia a gennaio. Gli esemplari si riproducono da febbraio ad aprile e la femmina depone le uova – tra due e quattro a stagione – durante nove mesi. I cuccioli nascono solo a ottobre, durante la stagione delle piogge.