Animali arboricoli: 5 specie che vivono sugli alberi

· 12 ottobre 2018

Senza gli alberi, per molti esseri viventi, la vita sulla Terra non sarebbe stata possibile. È grazie a loro che gli esseri umani e altre specie di animali arboricoli sono riusciti a sopravvivere nel selvaggio mondo preistorico. Tra i rami e sotto le foglie, è facile trovare sicurezza e protezione.

Il loro ruolo fondamentale, quindi, va ben oltre la loro capacità di generare ossigeno per la vita. Ancora oggi, ci sono moltissimi animali arboricoli. Molte di queste specie sono davvero incredibili e in questo articolo vi aiuteremo a conoscerne alcune.

Alla scoperta degli animali arboricoli

Sono chiamati così per il fatto che trascorrono la maggior parte della loro vita tra i rami. Con la crescita degli alberi sulla massa continentale, nel corso dei millenni la vita si è evoluta e adattata all’altezza che offrivano.

Forniscono una protezione naturale, quindi non sorprende che ci siano diverse specie che scelgono di vivere in alto, lontano dai pericoli della terraferma.

Con il tempo, poi, questi animali arboricoli hanno iniziato a mostrare caratteristiche comuni. Come, ad esempio, la presenza di artigli o dita lunghe, fondamentali per facilitare il movimento.

Possiedono anche una fisionomia molto snella e leggera in modo che i rami degli alberi possano sostenere il loro peso. In media, questi particolari esseri viventi, non superano mai i 14 kg, come nel caso di alcune specie di scimmie.

Molti di loro hanno sviluppato tecniche di mimetizzazione o una pelliccia simile ai colori degli stessi alberi su cui vivono. Un’ulteriore protezione contro i predatori capaci di arrampicarsi o qualche volatile rapace.

Questo è il motivo per cui è difficile vederli nei loro habitat naturale. Inoltre, la maggior parte di questi animali sono erbivori, quindi non presentano un grande rischio per la vita umana.

Ci sono molti animali arboricoli nel mondo, quindi non possiamo certamente nominarli tutti in una sola volta. Quello che possiamo fare è presentarvi quelli più emblematici, tuttora esistenti sul pianeta.

Scoiattolo volante

Al contrario di quanto possa far supporre il nome, questo particolare scoiattolo non è in grado di volare. Anzi, la sua particolare capacità è quella di planare da un ramo all’altro.

E lo fa grazie ad una membrana di pelle che va da un arto all’altro. Sono molto comuni in tutto il mondo e, fino ad oggi, sono stati documentati oltre 40 tipi diversi di scoiattoli volanti.

Scoiattolo volante su un ramo

La loro dieta si basa in gran parte su insetti, noci e radici. Cioè, sono animali onnivori; in certi casi gli scoiattoli volanti cacciano le uova degli uccelli per nutrirsi.

Grazie al fatto di poter saltare da un albero all’altro, planando, possono fuggire dinanzi a qualsiasi pericolo.

Formichiere pigmeo

Come i loro cugini comuni, i formichieri pigmei hanno una lingua allungata che consente loro di catturare un gran numero di formiche. Ciò che li differenzia è che questi ultimi vivono sugli alberi, un fatto alquanto strano, ma che gli permette, comunque, di accedere a una buona quantità di cibo.

Orsi formichieri si nascondono tra i rami

La morfologia di questi animali varia rispetto ai formichieri terrestri, dal momento che hanno grandi artigli sulle zampe e una coda allungata, che consente loro di oscillare tra gli alberi. Sono animali solitari e notturni, quindi non si sa molto su di loro.

Pantera nebulosa

La pantera nebulosa rappresenta forse l’eccezione che conferma la regola, per quanto riguarda le caratteristiche ‘standard’ degli animali arboricoli. Per tre motivi principali: è un animale alquanto pesante (i maschi adulti raggiungono i 50 kg), non ha artigli ed è carnivoro.

Leopardo nebuloso cammina su un ramo nella giungla

È un animale che ama vivere tra i rami delle foreste pluviali asiatiche, è capace di saltare con grande precisione da un albero all’altro e, inoltre, può scalare i tronchi con grande abilità.

La morfologia di questi animali è simile a quella degli altri felini, con la differenza che la loro testa è più allungata, in contrasto con il resto del loro corpo.

Canguro arboricolo

Questo animale è molto diverso dai suoi cugini ‘terrestri’ di colore rosso o grigio. Soprattutto a causa delle dimensioni, notevolmente più piccole.

Questi marsupiali che vivono sugli alberi presentano un muso corto, piccole zampe posteriori e somigliano maggiormente ai koala che ai canguri.

Canguro arboricolo

La loro pelliccia è corta e marrone, e sono relativamente goffi finché si spostano su un terreno solido.

È tra i rami degli alberi che i loro arti anteriori danno il meglio, consentendogli di muoversi con estrema agilità. La loro dieta consiste in foglie e steli di alberi e viene completata con alcuni fiori e semi.

Bradipo

Il bradipo è forse l’animale arboricolo più noto, per l’aspetto pacifico, simpatico e la sua fama di essere un vero professionista del riposo. Ma, al contrario di quanto si possa pensare, se viene attaccato o corre un pericolo, è in grado di scattare con la velocità di un gatto.

Bradipo tra animali arboricoli

La sua vita scorre in modo lento ma meticoloso. Passa molto tempo a dormire per immagazzinare energie, necessarie a nutrirsi e trovare una nuova “casa“.

Per espletare le sue necessità fisiologiche, scende dall’albero. Dopo averlo fatto, ricopre i suoi bisognini e si mette alla ricerca di un nuovo ramo su cui stare.