7 precauzioni se avete un serpente in casa

· 21 settembre 2018

I serpenti sono animali esotici che, negli ultimi anni, sono entrati nelle case di molte persone, come veri e propri animali domestici. Ciononostante, un rettile di questo tipo non sarà mai come un cane o un gatto. Se avete un serpente in casa, è giusto che prendiate una serie di precauzioni. Vediamo assieme 7 consigli utili che vi aiuteranno nella gestione di un serpente in casa.

Precauzioni se avete un serpente a casa

1. Allestite uno spazio adatto

Prima di decidere se adottare un serpente come animale domestico, dovete tenere presente che comportano un dispendio maggiore, rispetto ad altri tipi di animali. Per tenerne uno in casa, avrete bisogno di un terrario con una temperatura adeguata e di alcuni accessori che lo facciano sentire come nel suo habitat naturale. Spesso si tratta di una spesa non indifferente e che, ovviamente, non tutti sono in grado di sostenere.

Ad ogni modo, il consiglio è quello di scegliere un terrario che sia adatto alle dimensioni del rettile e dove possa muoversi facilmente. Ubicate questa gabbia trasparente in un luogo sicuro e stabile, ben chiuso e controllate che il serpente non abbia alcuna possibilità di uscire.

2. Controllate la temperatura

Come accennato in precedenza, i serpenti hanno bisogno di una certa temperatura per poter vivere. Non possono adattare la loro temperatura corporea all’ambiente in cui vivono. Per questo sono considerati animali a sangue freddo.

La temperatura ideale va dai 20 ai 40 gradi a seconda della specie. Le indicazioni di chi vi vende l’animale e del veterinario saranno fondamentali per scegliere la temperatura corretta. Ci sono terrari che includono un termostato e un sistema di riscaldamento, ma sono molto costosi. Come alternativa, potete posizionarlo nella zona più calda della casa.

Colubride arancione nel suo terrario domestico

3. Una dieta corretta

Non esiste un mangime specifico per tutti i serpenti. La loro alimentazione si basa comunque su insetti, lucertole e topi. Anche se ci sono negozi di animali specializzati che vendono questi “alimenti”, potrebbe non essere così facile trovarli e forse l’idea non vi piace affatto. Chiedete sempre prima ad un esperto quale dovrà essere l’alimentazione del vostro rettile.

4. Aspettativa di vita

Un serpente può vivere in media dai 15 ai 20 anni. Ciò significa che, pensando alla legge del possesso di animali, se ne adotterete uno, dovrete adempiere alle vostre responsabilità fino alla sua morte.

5. Attenzione se avete dei bambini

Non tutti i serpenti domestici sono amichevoli, figuriamoci con i bambini, che sono curiosi e difficilmente resisteranno alla tentazione di toccare il serpente, magari per sorprendere qualche amichetto. Pensateci bene prima di tenere un serpente e controllate sempre i piccoli di casa quando si avvicinano al terrario.

Serpente squamato con la testa tenuta in alto da un dito

È meglio insegnare ai vostri figli a stare alla larga dal terrario, spiegandogli che non possono toccare il serpente senza il vostro permesso, ancor meno quando non siete presenti. In queste situazioni, le precauzioni non sono mai troppe.

6. Gestione e pulizia

È logico pensare che dovrete occuparvi di nutrire l’animale e pulire il terrario, di tanto in tanto. Cercate di non manipolare il serpente a mani nude. Usate dei guanti speciali, lunghi e aiutatevi con delle pinze per tenere l’animale a distanza e bloccarlo, se necessario.

La loro natura selvaggia e imprevedibile vi impedisce di calcolare eventuali mosse. Tenete le mani lontano dal cibo: potrebbero pensare che volete portarglielo via. Realizzate movimenti lenti e, soprattutto, non cercate volontariamente il contatto.

7. Prevenite gli incidenti quando si ha un serpente in casa

Per coloro che sono più audaci e decidono di adottare un serpente velenoso, ricordate di acquisire strumenti adatti per gestirli, oltre a terrari speciali, lucchetti e antidoti contro il veleno che dovrete sempre avere disponibili e a portata di mano.

Avere o meno un serpente in casa è una vostra decisione. Sappiamo già che questi animali sono affascinanti ma sono davvero poco adatti alla vita domestica. Tenerli in un appartamento, chiusi in un spazio stretto per tutta la vita, non è proprio il massimo. Ma se desiderate proprio averne uno, informatevi, preparatevi e attrezzatevi in modo da prevedere qualsiasi scenario possibile.