9 interessanti curiosità sul gatto siamese

10 Gennaio 2020
Volete saperne di più sul gatto siamese? Vi mostriamo 9 interessanti curiosità su questo felino molto speciale.

I gatti di solito sono animali che non ammettono mezze misure: o li amate o non li capite. Avvicinarsi a loro, conoscere le loro manie e abitudini, può aiutarci a capirli un po’ di più, non credete? Per questo motivo, in questo articolo parleremo di alcune curiosità sul gatto siamese.

Curiosità sul gatto siamese

1. La sua origine è una delle più interessanti curiosità sul gatto siamese

Questo gatto viene dal Siam, quella che oggi è conosciuta come la Thailandia: da qui deriva il suo nome. Tuttavia, sembra che molti abbiano creduto per anni che provenisse dal Regno Unito, nonostante i primi esemplari siano stati visti lì solo nel diciannovesimo secolo, mentre venivano esposti al London Palace.

2. La famiglia reale thailandese

In origine, questo gatto venne adottato ed utilizzato come animale domestico esclusivamente dalla famiglia reale thailandese. La famiglia possedeva diversi esemplari e tutti di razza pura, in cui spiccava l’intenso colore bianco della pelliccia.

3. Il custode degli spiriti dei defunti

Durante l’antichità (ma a dire il vero anche oggi) molte civiltà temono ciò che gli spiriti maligni possono fare ai morti. In origine, si credeva che il gatto siamese fosse un grande difensore dei defunti, poiché poteva in qualche modo diventare il custode dello spirito del defunto e farlo sopravvivere evitando gli attacchi degli spiriti maligni.

Per tenerlo in vita il più a lungo possibile, il gatto veniva portato in un tempio dove gli si offriva una vita lussuosa e ricca di benefici.

Gatto siamese su un palo
4. Due tipi di siamesi

Naturalmente, una razza così antica si è evoluta nel tempo, dando origine a quello che è noto come il moderno siamese. Tuttavia, tra questa razza e quella originaria thailandese ci sono molte differenze.

Ad esempio, per quanto riguarda la taglia, poiché il gatto siamese tradizionale è più piccolo, compatto e snello. La sua faccia è più circolare, con un muso più corto e orecchie dritte, senza essere troppo grande. C’è anche una marcata differenza nei loro occhi, dal momento che il siamese tradizionale li ha a mandorla mentre gli occhi di quelli moderni sono praticamente obliqui.

Ecco perché possedere un gatto siamese tradizionale thailandese è considerato un privilegio per gli amanti dei gatti ed è per questo che sono disposti a pagare un prezzo molto caro.

5. Un gatto molto attivo

Nonostante la fama di animali pigri che i gatti hanno guadagnato nel corso dei secoli, il siamese è un felino molto attivo che avrà bisogno che giochiate insieme a lui. Non è un gatto a cui piace stare da solo a casa, dal momento che si annoierà facilmente e molto probabilmente farà del male per calmare la sua noia.

6. I suoi miagolii

Il gatto siamese è un gatto che miagola molto. Sebbene sappiamo già che tutti i gatti fanno dei miagolii diversi per comunicare con gli umani, questo esemplare si distingue su tutti gli altri. È in grado di emettere suoni molto diversi tra loro, tanto che è difficile capire se miagolano o cercano di dire qualcos’altro.

7. La sua temperatura corporea

Vale la pena sapere che ci sono alcune aree del corpo del gatto siamese che sono più scure di altre e, cosa interessante, hanno una temperatura più bassa di quelle più chiare. Perché? A causa di un gene termico che fa sì che i pigmenti rimangano fissi nelle aree più fredde. Ecco perché quando nascono i gatti siamesi sono totalmente bianchi: poiché sono stati nel calore del grembo materno.

Gatto siamese sul legno
8. Lo strabismo del gatto siamese

Decenni fa si erano verificati moltissimi casi di strabismo nei gatti siamesi, quindi si credeva che questa anomalia fosse qualcosa di intrinseco della razza. Tuttavia, nel tempo questo difetto è diminuito e attualmente è stato praticamente eliminato.

9. Cosa succede con un incrocio?

È curioso notare che quando un gatto siamese viene incrociato con un’altra razza, i cuccioli di solito presentano gli stessi difetti genetici: la coda corta e nodi nella cartilagine. Qualcosa che apparentemente non è serio, ma che potrebbe portare complicazioni in futuro.

Cosa ne pensate di questo speciale felino? Sicuramente molti di voi non conoscevano alcune di queste curiosità, ma adesso potrete dire di saperne di più del gatto siamese.