L’amnesia nei cani: sintomi e caratteristiche

· 19 ottobre 2018
I principali sintomi dell'amnesia riguardano alcuni cambiamenti nel comportamento abituale dell'animale e nella comparsa di un certo disorientamento.

Secondo una recente ricerca, i cani possono soffrire di amnesia. Si dice che non abbiano memoria perché vivono nel momento, ma in realtà ne hanno una che “lavora” in modo diverso da quella dell’uomo. Ovviamente, però, anch’essa può presentare qualche problema funzionale. Soprattutto in età avanzata. Per questo motivo, oggi vi parleremo dell’amnesia nei cani.

I sintomi dell’amnesia nei cani

Questo disturbo della memoria a lungo termine, si verifica nei cani di età superiore agli 8 anni. I principali sintomi dell’amnesia riguardano alcuni cambiamenti nel comportamento abituale dell’animale e nella comparsa di un certo disorientamento.

Così come invecchiano esternamente, anche gli organi e il cervello si deteriorano. Con il passare del tempo, le funzioni cognitive, cioè la capacità di apprendimento, degenerano insieme alla perdita della vista, dell’udito e dell’olfatto.

Un cane è considerato vecchio quando ha più di 10 anni. È normale che il suo comportamento cambi e non sia più l’animale giocoso e attivo di una volta.

Tra le variazioni nel comportamento del cane, c’è la necessità di dormire più a lungo, la diminuzione di energia e la poca pazienza con altri animali e bambini.

In realtà il cane non diventa aggressivo, ma cercherà di stare più tempo da solo e in pace, lontano da ciò che considera noioso.

Altri cambiamenti che i proprietari notano sono l’indifferenza del loro animale domestico nei loro confronti. L’animale non mostra più lo stesso affetto di prima, per esempio, non correndo più incontro al padrone, quando rincasa.

Signora bacia cane sul divano

Comportamenti irregolari

Possono anche verificarsi comportamenti più strani. Il cane può sdraiarsi in cortile e guardare un punto fisso.

A volte si addormenta stando in piedi o non mostra alcuna reazione quando gli viene offerto un giocattolo che prima considerava irresistibile.

L’amnesia nei cani si manifesta anche in comportamenti che possono sembrare incomprensibili. Per esempio, dimenticano di uscire o appaiono disorientati pur rimanendo in ambienti familiari.

Nella loro routine quotidiana, capita che si scordino di fare i loro bisognini o non rispondono agli ordini del proprietario. Anche a livello fisico, comunque, sarà evidente un notevole decadimento.

Il cane diventa più lento, mostra difficoltà a salire e scendere le scale e a camminare per lunghi tratti. La vista e l’udito si deteriorano, quindi è difficile per lui riconoscere i luoghi abituali e le persone con cui vive.

La reazione nel proprietario

Questi cambiamenti sono qualcosa che provoca angoscia nei proprietari, perché l’animale domestico non è più lo stesso, né risponde alle carezze e ai giochi come prima. Tuttavia, con una cura speciale l’animale può continuare ad avere una vita decorosa.

Se necessario, il veterinario vi indicherà integratori e farmaci per contrastare il deterioramento e le malattie che l’amnesia comporta. Va ricordato che questa disfunzione non ha una vera e propria cura.

Anziana abbraccia il suo cane in un parco

Come prendersi cura di un cane con amnesia

Il cane con questa patologia deve essere trattato con affetto e pazienza. Se normalmente ha bisogno di un ambiente piacevole e caldo, a partire da adesso, ancora di più.

Occorre rispettare i suoi tempi e creare un ambiente tranquillo e positivo. Rendete più confortevole la cuccia o la zona di riposo: è probabile che passerà molto più tempo a sonnecchiare.

Il fatto che il cane preferisca la tranquillità non significa che vada lasciato solo tutto il giorno. Un animale anziano deve essere accompagnato dai suoi proprietari e motivato a fare anche un po’ di esercizio fisico, senza esagerare. Le passeggiate saranno più brevi e con un’andatura più lenta.

Cambiamenti drastici, come un viaggio o un trasloco, saranno più difficili da assimilare, in questa fase. Soprattutto, influenzeranno la memoria del vostro cane, accelerando l’amnesia e altri sintomi degenerativi delle sue facoltà cognitive.

Per questo motivo, è necessario pianificare bene con chi lasciare il vostro animale domestico in caso di viaggio. Se decidete di portarlo con voi, dovrete necessariamente rispettare la sua routine, per evitare disorientamento e paura.

In alcuni casi, i proprietari preferiscono praticare l’eutanasia in modo da non vedere il loro animale soffrire ed evitare le conseguenze dei cambiamenti nel comportamento a casa.

Tuttavia, è stato dimostrato che affetto, giochi e brevi passeggiate aiutano a rallentare il deterioramento cognitivo del cane.

Ai primi segnali di amnesia nei cani, è essenziale recarsi dal veterinario per una valutazione approfondita. Una diagnosi precoce è fondamentale per offrire al paziente anziano una migliore qualità della vita.