Avere un ermellino come animale domestico: si può?

Avere un ermellino come animale domestico è illegale in alcune parti del mondo. In questo articolo vi diciamo cosa fare se ne trovate uno e dovete ospitarlo per qualche giorno.
Avere un ermellino come animale domestico: si può?

Ultimo aggiornamento: 24 dicembre, 2021

L’ermellino è di piccole dimensioni e di aspetto adorabile, il che potrebbe spingere alcune persone ad amarlo come animale domestico. Tuttavia, è una specie selvatica che non è consigliabile avere in casa, poiché si tratta di animali feroci che non hanno subito il processo di addomesticamento di un cane o di un gatto.

Tuttavia, potreste trovarvi nella situazione di incontrare un esemplare ferito o orfano e che dobbiate portarlo a casa vostra fino a quando non raggiunge il centro di recupero. Pertanto, in questo spazio vi  parleremo delle caratteristiche dell’ermellino e di come prendervene cura nel caso non possa raggiungere immediatamente nelle mani più esperte.

Caratteristiche dell’ermellino

Il corpo dell’ermellino (Mustela erminea) è lungo circa 30 centimetri e di solito non supera il mezzo chilo di peso. La sua caratteristica più sorprendente è il cambiamento di colore del suo mantello, che diventa bianco in inverno in quegli esemplari che vivono in zone fredde.

Questa specie è distribuita nelle aree rurali di tutta Europa, negli Stati Uniti settentrionali, in Canada e in Groenlandia.

È un cacciatore agile ed efficiente, un grande arrampicatore e capace di entrare nelle tane delle sue prede. Inoltre, rimane attivo sia di giorno che di notte, poiché distribuisce il suo riposo in piccoli pisolini. La sua dieta è composta da una vasta gamma di animali: conigli e lepri (pur essendo più grandi), piccoli roditori, uccelli e rettili, tra gli altri.

L’ermellino è in uno stato di conservazione di minima preoccupazione (LC) secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) ed è protetto in diversi paesi. In Spagna, ad esempio, è una specie autoctona di particolare interesse (allegato II del regio decreto 439/90), il che implica che il suo sfruttamento deve essere regolamentato in modo che non venga compromesso.

Un ermellino da vicino.

È etico avere un ermellino come animale domestico?

La risposta è no, non è etico avere un ermellino come animale domestico, né tantomeno è consigliato. Questo rifiuto è supportato da diversi pilastri, nessuno dei quali casuale, come potete leggere di seguito:

  1. L’ermellino non ha subito un processo di addomesticamento: non ha cioè sviluppato caratteristiche fisiche o mentali che gli permettano di convivere con gli umani senza incorrere nelle sue sofferenze.
  2. È un animale pericoloso: per darvi un’idea, la sua tecnica di caccia si basa sull’afferrare la preda per il collo con un morso veloce, uccidendola all’istante. Gli ermellini mordono e fanno molti danni.
  3. Se lo si acquista è molto probabile che sia stato rimosso dal suo habitat: nella maggior parte del mondo gli allevatori di ermellino sono quasi inesistenti, quindi la vendita avviene tramite estrazione dal suo habitat naturale.
  4. Si può commettere un reato: scoprite se il loro possesso è legale nel vostro paese. Se vivete in una regione europea, molto probabilmente non lo è.
  5. Merita di vivere in libertà: come ogni elemento di un ecosistema, l’ermellino gioca un ruolo fondamentale nell’equilibrio del suo ambiente ed è specializzato nel vivere in libertà. Privarlo di questo significa costringerlo a vivere nella sofferenza per il resto dei suoi giorni, non importa quanto amore e dedizione gli vengano dati.

È importante essere consapevoli che portare un animale in casa dovrebbe essere un atto di responsabilità, e non un capriccio. Non importa quanto sia adorabile una creatura, sarà sempre meglio lasciarla vivere nel suo habitat naturale che in un ambiente chiuso, soprattutto se è solitario e morde forte.

È impossibile concedere il relativo arricchimento ambientale a un predatore non addomesticato in un ambiente domestico.

Cosa fare se si trova un ermellino orfano o ferito?

L’azione più consigliata in questi casi è portare l’ermellino ferito o orfano in un centro di recupero della fauna selvatica, non adottarlo come animale domestico. In queste strutture hanno tutto il necessario per allevarlo o curarlo e dargli la possibilità di tornare nel suo habitat.

Tuttavia, potreste trovarvi nella situazione di dover ospitare il mammifero per un giorno o due finché non riuscite raggiungere questi centri, o magari maneggiarlo per portarlo in un centro veterinario. In questi casi, ecco alcuni suggerimenti generali per muovervi al meglio:

  • Se è gravemente ferito, portatelo in un centro veterinario per animali esotici: hanno quello che serve per salvare la vita dell’ermellino, se possibile. Una volta stabilizzato, potete trasferirlo al centro di recupero.
  • Evitate il più possibile di maneggiarlo: come abbiamo detto nelle righe precedenti, gli ermellini sono sfuggenti e mordono forte. Inoltre, possono trasmettere malattie se sono selvatici. Utilizzate sempre supporti di plastica rigida e guanti protettivi se non si avete altra scelta che catturare il campione.
  • Se è un cucciolo, dategli da mangiare del latte di furetto in una siringa senza ago: il veterinario vi indicherà le dosi corrette. Se l’esemplare ha già i denti, aggiungete un po’ di carne alla dieta.
  • Preparate un nido all’interno della sua gabbia o trasportino per farlo dormire: potete usare coperte o stracci, a seconda della temperatura. E pulite quell’area ogni giorno.
Un ermellino che scruta il terreno.

Quando finalmente lo portate al centro di recupero, assicuratevi di coprire il marsupio con un panno per ridurre lo stress. La verità è che l’ermellino è un animale prezioso, soprattutto quando è ancora cucciolo, e potreste essere tentati di tenerlo come animale domestico se ancora non ha i denti, ma resistete: è molto più gratificante salvargli la vita che affrontare un adulto che morde e che è pericoloso da maneggiare.

Potrebbe interessarti ...
Cosa sono i mustelidi?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Cosa sono i mustelidi?

I mustelidi sono una famiglia di mammiferi, la cui principale caratteristica comune è l'alimentazione, che è carnivora. Vediamone alcuni.