Bergamasco, il cane da pastore delle Alpi

04 maggio, 2018
 

Non molto tempo fa vi abbiamo parlato dei cani con pelo rastafari, e il Bergamasco è uno di loro. Si tratta di una razza così particolare che vale la pena conoscerlo meglio. Oltre al suo caratteristico aspetto, infatti, questo cane da pastore italiano possiede caratteristiche interessanti e una personalità tutta da scoprire.

Bergamasco, tutto quello che c’è da sapere su di lui

Storia e origini del cane da pastore Bergamasco

Come abbiamo detto prima, questa razza proviene dalle Alpi ed è stato usato come cane da pastore per anni. L’idea di usare i cani rastafariani come pastori è emersa con l’obiettivo di confondere lupi e altri predatori, riuscendo a mischiarsi nel gregge, senza essere visto. In caso di attacco, quindi, il Bergamasco avrebbe reagito cogliendo di sorpresa il nemico di turno.

È interessante notare che, a differenza di altre razze, l’origine di questo cane è sconosciuta. Non ci sono documenti che parlino di lui, né alcuna registrazione che possa fornirci informazioni certe sull’età e la storia di questo bellissimo animale domestico.

Ad ogni modo, forse per via del suo aspetto o per la sua simpatia, questo cane si è diffuso in tutta Europa ed è addirittura nota l’esistenza di alcuni esemplari in America.

Caratteristiche fisiche

Non possiamo descrivere questo cane se non partendo dal suo originalissimo mantello. È uno dei più caratteristici cani rastafariani, anche se molti lo confondono con il Komondor, di origine ungherese. I suoi peli sono facilmente riconoscibili: lunghi e intrecciati, danno a questo animale un aspetto più unico che raro.

 
profilo di un Cane da pastore bergamasco su un prato

La consistenza della pelliccia è ruvida e sono accettati il nero (normale e opaco) e tutte le tonalità di grigio. Possono essere presenti delle macchie di questo stesso colore e, a volte, anche rossastre o color Isabella (una tonalità tra il giallo e il marrone). L’unico colore che non rientra nei dettami della FCI (Federazione Cinologica Internazionale) è il bianco.

I maschi sono alti al garrese circa 60 cm (4 in più delle femmine), una differenza che si mantiene anche a livello di peso (32-38 kg contro 26-32). Nonostante le sue dimensioni, molti lo considerano un cane di media taglia. Forse a causa del peso, dal momento che il tipo di mantello che possiede fa sembrare questo animale più pesante di quello che è, in realtà.

I suoi peli sono abbondanti in tutto il corpo, comprese le orecchie e le zampe. Nonostante il Bergamasco sia una vera montagna di peli, presenta una forma armoniosa, con un petto profondo e una struttura forte e resistente.

La lunghezza del suo muso è uguale alla dimensione del suo cranio. Questo fa sembrare la sua testa grande, sebbene sia ben proporzionata con il resto del corpo.

 

Carattere e temperamento del Bergamasco

Come quasi tutti i cani da pastore, anche il Bergamasco è un animale molto intelligente, vispo e attento, dotato di una grande pazienza. Sono animali versatili e le sue qualità lo rendono perfetto per vivere in famiglia. Soprattutto se avete dei bambini piccoli: si divertiranno un mondo a pettinarlo, fargli migliaia di acconciature e a lavarlo.

un Cane da pastore bergamasco nero seduto

Inoltre, è un animale molto affettuoso, docile e tollerante. Si lascerà fare qualsiasi cosa dai vostri figli. Tuttavia, nonostante la loro natura affabile, sono cani che devono essere socializzati sin da cuccioli per evitare comportamenti da maschio dominante. In questo modo, potrete contare su un cane amichevole con tutti, siano essi bambini, adulti o anche altri animali e cani.

Salute e cure del cane da pastore Bergamasco

Una cosa che non dovrà mai mancare, nella vita assieme al vostro Bergamasco, è l’esercizio fisico. Stiamo parlando di un animale molto attivo che deve bruciare l’adrenalina e rafforzare le ossa e i muscoli. Camminare e persino correre ogni giorno dovrebbe essere parte della sua routine quotidiana.

 

Non fatevi spaventare dall’enorme quantità di peli che possiede: non dovrete lavarlo ogni giorno. Ciò che maggiormente importa è pettinarlo. Usate uno shampoo di qualità e un buon balsamo per evitare la formazione di nodi e per conferire lucentezza e aspetto pulito a tutta la pelliccia.

Per il resto, il Bergamasco è un cane forte che non ha bisogno di troppe cure, anche se vi consigliamo di controllare da vicino lo stato di pelle e peli, verificando la presenza di eventuali residui o microrganismi, come zecche o pulci.

Se volete adottare un cane amorevole e fedele, che si prende cura della vostra famiglia, il cane da pastore Bergamasco è esattamente ciò che fa al caso vostro.