Bordetella nei cani: sintomi e trattamento

Il sistema respiratorio del vostro animale domestico può venire intaccato da diverse malattie causate da agenti patogeni estranei. Il microrganismo Bordetella ne è l'esempio perfetto.
Bordetella nei cani: sintomi e trattamento

Ultimo aggiornamento: 21 febbraio, 2022

I cani sono animali suscettibili a varie malattie causate da agenti patogeni come virus, batteri e funghi. Il principale responsabile della protezione del corpo da queste minacce è il sistema immunitario. Quando questo viene colpito, facilita l’ingresso nel corpo dei cani di batteri come la Bordetella, che provocano uno squilibrio nella loro salute.

Nel mondo dei cani questa malattia è considerata di grande importanza medica. Per un corretto approccio, è necessario effettuare un’adeguata gestione preventiva e, se necessario, un trattamento farmacologico. Fate attenzione, perché una semplice tosse potrebbe avere ripercussioni molto gravi. Di seguito vi mostreremo i migliori strumenti per combattere questa patologia.

Cos’è la Bordetella?

Conosciuta anche come tracheobronchite infettiva e comunemente chiamata tosse dei canili, si tratta di una malattia causata da un batterio con un’elevata affinità per il tessuto respiratorio. Il suo nome è Bordetella bronchiseptica, un microrganismo altamente patogeno.

Nonostante la facilità e la velocità di contagio tra cani, questa condizione ha una buona prognosi purché venga effettuato un trattamento efficace. Insieme all’adenovirus canino di tipo 2 e alla parainfluenza canina, è uno dei responsabili dello sviluppo di questa malattia. Ognuno di questi 3 microrganismi può agire come agente primario o secondario della tosse dei canili.

Un gruppo di batteri del genere Bordetella.

Cause di contagio

Il nome tosse dei canili è dovuto ad una delle principali cause di contagio tra animali: il sovraffollamento. È un batterio che si trasmette per contatto diretto tramite inalazione, raggiungendo senza grossi problemi le prime vie respiratorie. I fomiti (oggetti inanimati) e alcuni altri animali ospiti possono provocare l’infezione per via indiretta.

Sebbene la Bordetella nei cani sia in grado di colpire cani di qualsiasi età, le complicanze più gravi sono state osservate nei cuccioli, nei cani immunodepressi e con programmi di vaccinazione incompleti. Le particelle patogene hanno la capacità di sopravvivere nell’acqua, nel suolo e in condizioni di scarsità di nutrienti, da qui il loro alto tasso di contagio.

I sintomi della malattia

A seconda della zona in cui si trovano i microrganismi che provocano la Bordetella nei cani, possono manifestarsi diversi sintomi, che possono essere confusi con quelli di altre malattie respiratorie. Tuttavia, il segno più comune in tutti i pazienti è una tosse secca e rauca, causata dall’infiammazione delle corde vocali.

Gli altri segni secondari dipenderanno dalle condizioni del paziente, dalla gravità e dalla progressione della malattia. All’interno di questa sintomatologia potrete osservare quanto segue:

  • Febbre.
  • Vomito.
  • Diminuzione dell’appetito.
  • Perdita di peso.
  • Debolezza generale.
  • Tosse persistente.
  • Espulsione di secrezioni respiratorie.

È fondamentale mantenere una stretta comunicazione con il veterinario, al quale il padrone deve comunicare qualunque tipo di alterazione che ha osservato nel suo animale domestico, insieme a tutti i cambiamenti comportamentali rilevati. Una diagnosi precoce sarà la chiave per risolvere il problema.

Trattamento della Bordetella

Il primo passo per iniziare il trattamento per la Bordetella nei cani è l’isolamento del paziente. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di contagio ad altri esemplari. Una volta che il vostro animale è stato visitato, il veterinario deciderà il trattamento farmacologico ideale per lui.

La somministrazione del trattamento sarà basata sulle condizioni del cane. Normalmente vengono utilizzati farmaci antinfiammatori che portano a una riduzione dell’infiammazione delle vie aeree. Oltre a ciò, i farmaci antibatterici sono molto efficaci nel controllo della malattia, purché il microrganismo causale sia la Bordetella bronchiseptica in quanto tale.

La durata del trattamento può essere estesa fino a 10 giorni. Una volta scomparsi i sintomi, si consiglia di prolungare la somministrazione farmacologica per altri 5 giorni, al fine di garantire l’eradicazione dei patogeni. Nella maggior parte dei casi, gli antibiotici di scelta dei professionisti sono i seguenti:

  • Tetraciclina in ragione di 15-20 mg/kg per via orale ogni 8 ore.
  • Doxiciclina, una dose di 5 mg/kg per via orale ogni 12 ore.
  • Cloramfenicolo, 50 mg/kg ogni 8 ore.
  • Amoxicillina con acido clavulanico in ragione di di 10-20 mg/kg per via orale ogni 12 ore.
  • Enrofloxacina, 2,5 mg/kg per via orale ogni 12 ore.

Misure precauzionali

Nel tentativo di ridurre i rischi di infezione da Bordetella nei cani, potete adottare diverse strategie. Dal momento che si tratta di una malattia facilitata da condizioni di scarsa igiene e sovraffollamento, è fondamentale effettuare una periodica disinfezione dei luoghi dove vivono i cani, soprattutto nelle pensioni e nei rifugi.

Per la pulizia si consiglia di utilizzare ipoclorito di sodio, clorexidina, benzalconio cloruro o candeggina. Tutti questi prodotti eliminano in modo ottimale i vari microrganismi patogeni.

Se il vostro animale domestico vive con molti animali in spazi ristretti, cercate di garantire che vi sia una buona ventilazione. Quando uno qualsiasi degli esemplari mostra sintomi di Bordetella, sarà necessario isolarlo in quarantena per un minimo di 10 giorni e tenerlo sotto osservazione.

Al giorno d’oggi, un’altra efficace strategia di prevenzione contro la Bordetella è la vaccinazione. Sia le somministrazioni parenterali che quelle intranasali forniranno al paziente l’immunità e la durata dipenderà dal tipo di sostanza inoculata.

Un cane con un respiratore.

Ora che sapete qualcosa in più su questa malattia, vi invitiamo a condividere questa conoscenza. Ridurre il tasso di comparsa della Bordetella nei cani dipende da voi. Agite sempre in modo responsabile e portate il vostro animale dal veterinario perché possa valutarne periodicamente la salute. Il vostro migliore amico peloso e i suoi compagni ve ne saranno grati.

Potrebbe interessarti ...
Pneumotorace nei cani: caratteristiche e trattamento
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Pneumotorace nei cani: caratteristiche e trattamento

Il pneumotorace nei cani si manifesta in modi diversi a seconda della sua origine. La diagnosi e il trattamento dipendono da questo.