Cause principali del cancro nei cani

La genetica, l’età e gli agenti cancerogeni come le radiazioni sono le cause più frequenti del cancro nei cani.
Cause principali del cancro nei cani

Ultimo aggiornamento: 25 maggio, 2021

Grazie a tutte le attenzioni che rivolgiamo ai nostri amici a quattro zampe siamo ormai in grado di garantire loro una vita lunga e sana. Tuttavia, una delle malattie più frequenti nei cani, dall’alto tasso di mortalità, è il cancro.

Non si conoscono con esattezza le cause che portano allo sviluppo del cancro nei cani, ma si sono noti diversi fattori che possono evitarne la comparsa. La genetica, l’ambiente e l’alimentazioni sono alcuni di essi. Scopriamo di più sulle principali cause del cancro nei cani.

Le principali cause del cancro nei cani

La genetica

La genetica gioca un ruolo da protagonista nei casi di cancro nei cani. Siamo sempre più consapevoli dei fattori genetici che portano alla contrazione di un cancro e, per chi non lo sapesse, sono legati alla razza.

L’origine di un tumore si ha quando il DNA all’interno delle cellule soffre di una serie di mutazioni che ne inducono una moltiplicazione fuori controllo, portando alla nascita di masse cellulari o tumorali che possono essere dannose.

Esistono tumori benigni, per lo più accumuli di grasso che possono facilmente venire estirpati, e altri maligni. Questi ultimi possono raggiungere il flusso sanguineo e metastatizzare altri organi.

Le razze Rottweiler, Boxer, Golden retriever, Doberman e Pastore tedesco sono le più predisposte allo sviluppo del cancro. Questo non significa però che il semplice fatto di appartenere ad una di queste razze porterà il cane allo sviluppo del disturbo.

Boxer guarda fisso davanti a sè.

L’età, tra le più importanti cause del cancro nei cani

Solitamente, il cancro nei cani compare in età avanzata. Per questo motivo, quando i cani si fanno grandi, è consigliabile farli visitare periodicamente per una corretta prevenzione. A partire dai dieci anni, infatti, andrebbero portati dal veterinario almeno una volta all’anno per delle analisi del sangue di routine.

Il sesso

Gli ormoni giocano un ruolo importante nella contrazione di un cancro e, con l’età, il pericolo è maggiore. I cancri più frequenti sono infatti quella alla mammella, utero, prostata e testicoli, dovuti ad alterazioni ormonali.

La castrazione riduce drasticamente i casi di cancro legati agli ormoni, così come altri problemi tipicamente femminili come la pseudogravidanza e la piometra.

Agenti esterni

Come per noi umani, anche per i cani la comparsa del cancro può avvenire per altri fattori rispetto a quelli appena elencati, come quelli ambientali.

L’esposizione alle radiazioni solari e altre radiazioni ionizzanti, il fumo e altri agenti chimici rappresentano fattori di rischio che, combinati alla genetica e alla salute del singolo cane, possono provocare cancro alla pelle, al polmone e ad altri organi.

Esistono anche virus capaci di rendere prolifere alcune cellule e sviluppare quindi diversi tipi di tumori. Un esempio è il tumore venereo trasmissibile nei cani, che pare relazionato ad un’infezione virale.

Cane malato di cancro.

Diagnosi e trattamento

È fondamentale avere una diagnosi il più precoce possibile per poter agire in maniera rapida ed efficace. Davanti alla comparsa di masse anomale sul corpo dell’animale, visite veterinarie e analisi del sangue possono essere utilissime alla prevenzione del cancro nei cani.

Se si individuano delle anomalie, bisogna subito recarsi dal veterinario per poter determinare l’eventuale comparsa di un cancro. Una volta diagnosticato, sarà più facile agire di conseguenza.

Spesso, se il veterinario lo ritiene necessario, può scegliere di procedere con un intervento chirurgico per estirpare il tumore, mentre in altri casi potrebbe preferire dei cicli di chemioterapia.

Quest’ultima esiste come trattamento anche per i cani per ritardare il ritorno della malattia e migliorare la qualità della vita animale. Alcuni trattamenti, i più leggeri, potranno essere somministrati dal padrone per via orale. Altri esigono invece il ricorso ad una clinica veterinaria specializzata, trattandosi di farmaci endovenosi.

I più frequenti tipi di cancro nei cani

I tumori cutanei, alla mammella, alla vescica, ai testicoli, i linfomi, l’osteosarcoma e l’emangiosarcoma sono quelli più comuni. Ogni razza, inoltre, può avere più o meno predisposizione verso uno specifico tipo di tumore, soprattutto se anche i parenti ne hanno avuti.

Potrebbe interessarti ...
Cosa fare se diagnosticano un cancro al vostro cane
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Cosa fare se diagnosticano un cancro al vostro cane

I dati suscitano scalpore: una volta raggiunti i dieci anni, circa la metà dei cani corre il rischio di morire a causa del cancro.



  • Vetersalud. Cáncer en Perros: Causas y cómo detectarlo.