Cecità nei cani: cause, diagnosi e cure

31 agosto, 2020
La vista nei cani, come negli esseri umani, è un senso di vitale importanza. Esistono diverse patologie che possono causarne la perdita. In questo articolo, vi diremo come curare la cecità nei cani.

L’olfatto è sicuramente il senso più utile e meglio sviluppato nei cani: usano il naso per cercare tracce, identificare i loro simili, trovare cibo e molto altro. La vista è parimenti importante nella vita quotidiana di un cane, per cui è fondamentale curare la cecità nei cani, anche in quelli adulti e molto malati.

Ci sono molte patologie che possono innescare la progressiva perdita della vista e portare alla cecità nei cani. Per questo motivo, il trattamento sarà sempre finalizzato a ricercare la causa primaria. In questo articolo, vedremo come curare la cecità nei cani.

Come riconoscere la cecità nei cani

In primo luogo, è necessario fare una considerazione sugli aspetti da tenere in considerazione per riconoscere una possibile cecità nei cani.

Normalmente, in assenza di patologie acute associate, questi processi tendono ad essere degenerativi e progressivi. Per questo motivo, a volte può essere difficile percepire precocemente una perdita della vista. Ecco alcuni possibili indizi:

  • L’animale si mostra irrequieto e triste. Può essere più timido o aggressivo, a seconda del carattere del cane. Questo accade perché perdere la vista lo fa sentire più vulnerabile.
  • Sbatte contro gli oggetti, specialmente di notte durante le passeggiate. La cecità si manifesta quando la luce è meno intensa e in un ambiente sconosciuto.
  • A casa, in un ambiente familiare, l’animale ha imparato a muoversi negli ambienti e di solito non mostra segni di malessere. A questo proposito, un test per rilevare precocemente la perdita della vista consiste nello sviluppare una sorta di percorso a ostacoli domestico e osservare i comportamenti del cane.
Avere un cane cieco.

Come curare la cecità nei cani

Adesso metteremo in relazione il trattamento con la patologia associata. Citeremo i problemi più frequenti che causano la maggior parte dei casi di cecità nei cani.

Cataratte

Le cataratte sono senza dubbio la patologia alla base della maggior parte dei problemi di perdita della vista nei cani. Questa malattia si presenta in maniera progressiva. Fatta eccezione per la cataratta diabetica, che di solito si mostra in modo acuto fin da subito.

Sebbene ci siano diversi trattamenti topici come i colliri per rallentare la velocità con cui progredisce la cataratta, la soluzione definitiva è la chirurgia. Questo intervento deve essere eseguito da un oftalmologo veterinario, dopo aver valutato lo stato dell’occhio dell’animale.

Glaucoma

Il glaucoma consiste in un’alterazione del bulbo oculare che genera un aumento della pressione intraoculare, con conseguente danno al nervo ottico. Sono molte le cause che provocano questo aumento della pressione, quindi il trattamento si concentrerà sul tentativo di diminuirla.

Esistono vari trattamenti medici volti a ridurre la pressione intraoculare. Il glaucoma di solito si risolve facilmente con la somministrazione di colliri o farmaci orali. Vale la pena ricordare che in alcuni casi è necessario un trattamento chirurgico.

Perdita di opacità della cornea

Come molti di noi sanno, la cornea è quella struttura trasparente che permette alla luce di entrare nell’occhio. Qualsiasi problema che provochi un’alterazione di questa trasparenza porterà inevitabilmente alla cecità.

Ulcere, congiuntivite o secchezza oculare sono alcune delle malattie che causano l’opacità della cornea.

Il trattamento è finalizzato al mantenimento della trasparenza. Un collirio a base di corticosteroidi topici può aiutare a ridurre la formazione di nuovi vasi sanguigni, che causano opacità alla cornea.

D’altra parte, l’idratazione dell’occhio è di vitale importanza in questi casi, poiché riduce al minimo il rischio di eventuali lesioni.

Cane con problemi alla vista.

Tumori

I tumori possono colpire ogni parte del corpo, anche il bulbo oculare. In presenza di un tumore all’occhio, solo il medico potrà stabilirne la gravità e conoscerne la natura.

Sebbene possano essere benigni, la maggior parte dei tumori provocano cecità nei cani, per cui la rimozione chirurgica è il trattamento indicato dal medico saranno fondamentali. Nel caso dei tumori primari, solitamente sono unilaterali e colpiscono solo uno degli occhi.

La diagnosi precoce è la miglior cura per la cecità dei cani

Come abbiamo visto, la cecità nei cani è una patologia rara che richiede una certa attenzione e cura da parte del padrone.

Le cause sono molteplici, ma la soluzione principale è una rapida individuazione del problema attraverso la diagnosi medica: solo il veterinario saprà indicarvi cosa fare.