Scopriamo tutto sul colore del pelo dei gatti

Come accade alle persone, è la melanina che determina il colore del pelo dei gatti. Infatti, questa possiede due componenti strutturali: l’eumelanina e la feomelanina. Mentre la prima produce dei toni che vanno dal marrone al nero, la seconda determina i colori rossastri e gialli. La proporzione e la combinazione di questi elementi nella struttura genetica determinano il colore di ogni animale.

Genetica del colore del pelo

Anche in questo caso i gatti assomigliano agli umani. La quantità di melanina viene trasmessa geneticamente.  Ovvero, i geni che vengono ereditati dai genitori determinano il colore dei gatti. Ma la genetica non sempre è una scienza esatta.

Principi base per capire le variazioni di colore del pelo

Colori dominanti dei gatti

Si tratta di gatti con caratteristiche “estreme”, ossia con una grande predominanza di eumelanina o feomelanina nei geni. Sono di colore nero, marrone scuro o cioccolato, e rosso. Sono noti anche come gatti con il gene Dense.

gattino color bianco e arancione

Il gene che determina la tonalità rossa ha una particolarità davvero speciale. E’ in grado di determinare se un gatto è di colore puro o se possiede diverse tonalità di rosso. Viene denominato “gene carey”.

Colori dei gatti recessivi

Sono quei gatti che presentano varie combinazioni di eumelanina e feomelanina nei propri geni. Sono color crema, beige, lilla, celeste, etc. Vengono chiamati anche gatti con il gene della diluizione.

Si può prevedere il colore del pelo di un gatto?

Per prevedere di che colore sarà una cucciolata di gatti, è necessario fare attenzione alla colorazione e al lignaggio dei genitori.

Se il padre e la madre possiedono dei geni dominanti, i gattini avranno i loro stessi colori.

I felini figli di una coppia di gatti con dei geni recessivi, avranno dei colori e delle tonalità delicate.

Per generare dei gatti bianchi, almeno uno dei genitori deve possedere i geni che determinano il colore bianco.

Curiosità sulla trasmissione genetica di queste caratteristiche

Una coppia di gatti di razza Persiano Chinchilla, può generare dei gattini Smoke. Però dei genitori Smoke non danno alla luce dei gattini Shell o Shaded.

Gatti bicolore e Himalayano (colourpoint)

I gattini bicolore devono avere necessariamente un padre o una madre bicolore. Lo stesso accade con la varietà colourpoint, chiamato anche Persiano Himalayano.

Varietà Shell, Shaded o Smoke

Queste sono delle variazioni di colore molto particolari. Shell o chinchilla, Shaded o sfumato e Smoke o fumato.

Per ottenere dei gattini di queste tonalità, il padre o la madre devono avere tale componente genetica. E nessuno dei due deve avere dei geni dominanti.

Razze e colori del pelo di gatti caratteristici

Un tempo, alcuni colori erano caratteristici di determinate razze. La disseminazione dell’accoppiamento e della riproduzione selettiva ha diversificato i classici colori del pelo. Attualmente, la maggior parte delle razze di gatti vengono accettate anche se presentano varie tonalità, senza perdere la loro purezza.

Gatti solidi

Vengono chiamati gatti solidi gli animali monocolore. Ovvero, che hanno il pelo della stessa colorazione dall’inizio alla fine. Sono di colore nero, bianco, grigio, crema, lilla, celeste, sabbia, cioccolato, rosso e cannella.

Il colore nero uniforme non deve presentare una colorazione uniforme, ma ha anche delle sfumature o dei peli bianchi.

Il rosso in realtà non è un colore uniforme. I gatti rossi sembrano monocolore per via degli incroci controllati della riproduzione selettiva.

Il color crema recessivo è una diluizione del rosso.

Il colore caffè, marrone scuro o seppia, viene chiamato sabbia perché è esclusivo della razza Burmese.

Il bianco invece viene prodotto da una grande quantità di geni ed è presente in molte razze. E’ stato scoperto che i gatti bianchi con gli occhi azzurri sono portatori di un gene che provoca la sordità.

gatto bianco a pelo lungo per terra

Gene agouti

Questo gene si trova generalmente nei colori rossi (cannella) e rossicci. Però, in diverse razze di gatti può trovarsi nei toni blu, cioccolato, crema, lilla o argento.

Gene tabby

Il gene tabby può essere di 3 tipi e si presenta nelle colorazioni caffè, blu, cioccolato, cannella, argento, beige, rosso, lilla e crema.

Gene carey

Questa tonalità è molto apprezzata, ed è conosciuta come “guscio di tartaruga“. Deriva dalla combinazione dei geni dominanti rosso e nero. I gatti di questo colore hanno anche delle tracce del gene tabby. Per questo, è formato da più di due colorazioni.

Gene particolore (Bicolore e multicolore)

In genere, si ottiene grazie a degli incroci selettivi. Quindi, oggi è presente in una grande gamma di razze e di colori.

Fonte dell’immagine principale: Tsaag Valren
Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche