Conosciamo insieme il gatto esotico

· 27 Febbraio 2019
Questo gatto è frutto dell'incrocio fra tante razze diverse, quindi può essere di qualsiasi colore. Si tratta di un animale domestico molto attaccato, che richiede tutta l'attenzione del suo padrone

Sembra strano che una razza felina si chiami “gatto esotico”. Normalmente, i gatti hanno un nome aggiunto relativo a dove vengono, ma questo gatto è così bello che non ha bisogno di ulteriori descrizioni.

Non lo conoscete ancora? In questo articolo vi parleremo del gatto esotico.

Tutto sul gatto esotico

Caratteristiche fisiche

Il gatto esotico è un ibrido fra American Shorthair e British Shorthair con i gatti persiani, quindi la sua varietà è molto complessa, sia nella pelliccia che nei colori e nelle forme.

Per raggiungere questa meravigliosa razza, che ha ottenuto una grande popolarità negli ultimi anni, sono stati effettuati anche incroci con il gatto blu russo e i gatti birmani.

Questi gatti si distinguono per le loro zampe corte e il pelo corto e denso, ma molto morbido, come quello dei persiani.

Molti sostengono che questa razza ha preso il meglio dalle razze da cui è stato “creato”.

I colori della sua pelliccia possono essere bianco, nero, blu, rosso, crema, dorato, cioccolato, lilla, argento, soriano, bicolore, calico e himalaya.

La sua testa è rotonda e massiccia, e il suo corpo è molto atletico e arrotondato. Di solito misura circa 30 centimetri di altezza e pesa tra i 3,5 e i 6 chili.

La sua coda è corta, a differenza dei persiani, che hanno la coda lunga, stretta e pelosa. La portano bassa e la sua punta è arrotondata.

Carattere e personalità

Il gatto esotico è molto calmo, anche se un po’ più attivo dei persiani. Molto giocoso e affettuoso, è la compagnia ideale per bambini e altri animali domestici.

Ama stare in famiglia e adora dare e ricevere amore, coccole e affetto.

Caratteristiche del gatto esotico

Non è solitario, né presenta una personalità indipendente così marcata come gli altri felini, quindi amerà sempre godere della vostra compagnia o di quella di qualsiasi altro membro della famiglia.

Non si tratta quindi di una razza che potete lasciare da sola per molto tempo.

È un gatto paziente e calmo, equilibrato nelle sue azioni e nei suoi movimenti, un compagno di vita ideale che sarà sempre lì per voi.

Richiederà la vostra attenzione costantemente e non si accontenterà di stare al vostro fianco, ma avrà bisogno di giocare e creare momenti indimenticabili con voi.

Un altro punto a suo favore, sopratutto se vivete in un condominio, è che questo gatto non miagola. Non è muto, ma non è affatto rumoroso.

Nonostante il gatto esotico sia molto calmo, è anche molto curioso: potrete osservarlo impegnato in avventure divertentissime.

Gatto esotico su mini divano rosso

Come prendersi cura del gatto esotico?

Data la conformazione del muso, questa razza tende a presentare una lacrimazione eccessiva, con conseguente formazione di macchie vicino agli occhi.

Il gatto esotico potrebbe inoltre presentare episodi di respirazione accelerata, provocata da un restringimento delle cavità nasali durante il passaggio dell’aria.

E’ anche propenso a soffrire di dermatite seborroica, occlusioni dei denti, tigna o rene policistico.

Anche se il suo pelo è molto morbido (come quello dei persiani), non ha bisogno di tanta cura perché è corto.

Si consiglia comunque di spazzolarlo quotidianamente, per eliminare i peli morti.

Pulire gli occhi ogni giorno sarà a sua volta necessario a causa della sua tendenza alla lacrimazione.

Per preservare la salute di questo felino, l’attività fisica e il movimento sono fondamentali. In tal modo, si manterrà attivo.

Grazie a questi piccoli accorgimenti, potrete godervi la compagnia di un animale domestico felice e sempre pronto a combinare guai!