Consigli per addomesticare i criceti

16 Giugno 2019
Addomesticare i criceti non è difficile, e se lo fate bene questi animaletti sapranno dimostrarvi affetto e farvi divertire.

La maggior parte dei bambini sente una speciale predilezione per gli animali. Quando si decide di prenderne uno, il giusto compromesso tra responsabilità e prezzo è spesso il criceto, facilmente addomesticabile. Come fare ad addomesticare i criceti?

I criceti sono dei piccoli roditori appartenenti alla sottofamiglia dei cricetidi. Le specie più comuni in ambito domestico sono il criceto siriano, il criceto Roborovski, il criceto russo, il criceto Campbell e il criceto cinese.

Scopriamo in questo articolo come addomesticare i criceti.

Rispetto ad altri animali domestici, addomesticare i criceti è abbastanza semplice. Questo aspetto, unito alla loro dimensione e al carattere socievole ne fa uno degli animali favoriti dai bambini. Eppure anche loro, come tutti gli animali domestici, richiedono da parte dei padroni qualche sacrificio per addomesticarli a dovere e poter rendere la convivenza serena.

Attenzione a non incappare nella comune tendenza a voler prendere troppi esemplari assieme, potrebbero originarsi comportamenti aggressivi. Questo perché il criceto è un animale solitario e territoriale, e quando sente che il proprio spazio o il proprio cibo è a rischio può ricorrere alla violenza.

due criceti

Vi diamo alcuni consigli su come addomesticare i criceti.

  • Quando decidete di prendere un criceto dovete essere certi di potergli assicurare una condizione di vita adeguata. Non dovrete quindi soltanto comprare una gabbia spaziosa e occuparvi dell’igiene e nutrimento di questo piccolo animale; se avete in casa dei bambini, dovete assicurarvi che sappiano che il criceto non è un giocattolo, bensì un essere vivente da rispettare e maneggiare con cura.
  • I primi giorni di convivenza devono essere dedicati alla sua conoscenza dei nuovi spazi. Il consiglio è di non toccarlo o di limitarsi a delle brevi carezze date attraverso la gabbia. Secondo il consiglio degli esperti, a causa del suo carattere impaurito, i primi approcci per farlo abituare a voi si dovrebbero limitare a fargli vedere la vostra presenza o sentire la vostra voce.
  • Quando lo fate uscire dalla gabbia per la prima volta, apritela ma evitate il contatto con l’animale. Allungate la mano solo per fargliela riconoscere e dategli una ricompensa per fargli associare la vostra presenza ad un qualcosa di positivo.
  • Quando vedete che tra voi e il criceto comincia ad esserci della complicità, cominciate a prenderlo in mano con delicatezza.bambino con criceto
  • Più tempo passerete con il vostro criceto abituandolo ad interagire con più persone, più sarà ben disposto a giocare con voi. Come tutti gli animali domestici, e ancora di più nel caso di mammiferi e uccelli, la stimolazione è fondamentale. Qualsiasi tipo di palla, tunnel, scala o ruota stimoleranno la sua allegria e l’apprendimento di nuove sfide, oltre a mantenerne la condizione fisica.
  • Per quanto i giochi appena citati portino beneficio al criceto, il cattivo uso può mettere a rischio la sua salute. Un esempio a tal proposito sono le palle per roditori, in cui il criceto si infila per rotolare fuori dalla gabbia. Se anziché usare l’inerzia del suo corpo, l’animale viene spinto da una persona, la velocità raggiunta dalla palla potrebbe fargli del male.
  • Per evitare di essere morsi, il consiglio è di muoversi sempre in modo tranquillo e non disturbare il criceto mentre mangia, beve o dorme. In linea di massima, i criceti sono soliti avere comportamenti più attivi durante la notte o nel tardo pomeriggio.

Tutti i consigli che vi abbiamo dato dimostrano come addomesticare i criceti sia abbastanza intuitivo e richieda sostanzialmente pazienza nella creazione di un vincolo con i padroni, così come delicatezza quando lo accarezzate o quando giocate con lui. Il fatto che i criceti siano piccoli e apparentemente semplici in quando ad attenzioni richieste, non deve ridurre il nostro impegno nei loro confronti né tantomeno il nostro rispetto.

  • La Madriguera. (2015). Asociación Protectora de Pequeños Animales. Recuperado de http://www.madrigueraweb.org/articulo/cuidados-basicos-de-los-hamsters
  • MedVet. (2016). Hamster information and care recommendations. Recuperado de https://www.medvetforpets.com/hamster-information-care-recommendations/
  • National Geographic Kids. (2014). Hamsters: From the wild to your bedroom. Recuperado de https://kids.nationalgeographic.com/explore/nature/wild-hamsters/