Di cosa ha bisogno un’anatra domestica?

26 Aprile 2018

Se, qualche volta, avete pensato di adottare un animale domestico, sicuramente non vi è mai passato per la testa di scegliere un’anatra. Non a caso, il “mercato” degli animali da compagnia è dominato da due specie: cani e gatti.

Dopo questi, le opzioni meno convenzionali riguardano canarini, pappagalli e conigli. Altre persone preferiscono pesci o tartarughe. Altri ancora preferiscono animali più esotici (e persino pericolosi) come serpenti, ragni e scorpioni.

In alcune zone rurali, le anatre sono spesso compagne di galline come animali da ingrasso. Avere un’anatra a casa come animale domestico è una novità, e in paesi come gli Stati Uniti è diventata una vera a propria moda.

È possibile tenere un’anatra come animale domestico?

Sicuramente stiamo parlando di un’alternativa assai poco ortodossa, ma comunque possibile. Le anatre sono uccelli molto socievoli, che amano giocare e stare in compagnia.

due esemplari di anatra domestica nuotano nel laghetto

Se ricevono costante attenzione, possono arrivare a imparare e capire determinati ordini e, in alcuni casi, riescono persino ad andare a spasso con i loro proprietari.

Chi decide di accogliere un’anatra come membro del proprio gruppo familiare, deve essere consapevole dei requisiti minimi richiesti da questo uccello. Avere un animale domestico è un impegno permanente verso l’animale. Una responsabilità che, se assunta, deve essere pienamente rispettata.

L’habitat ideale

Questi uccelli possono adattarsi alla vita di casa senza grandi difficoltà. Se oltre a ricevere cure e attenzioni, la vostra famiglia ospitante possiede un villa, con giardino, un patio o spazi esterni, sicuramente la convivenza sarà molto migliore. E se l’animale ha libero accesso a uno stagno dove può nuotare e fare il bagno frequentemente, la sua esistenza sarà davvero felice.

Un’anatra può vivere dentro casa?

Questa è un’opzione che non dovrebbe mai essere presa in considerazione. Sono moltissime le ragioni per cui questa pratica risulterebbe pericolosa e nociva per il benessere dell’animale. Per esempio:

  • Le anatre hanno bisogno di spazi esterni per camminare e allungare le ali a volontà. Tenendoli 24 ore in spazi chiusi, senza ricevere direttamente i raggi del sole, il rischio di depressione è altissimo.
  • Devono anche fare il bagno costantemente e nuotare. Chi ha un’anatra a casa o vive in un appartamento, dovrebbe prendere in considerazione l’idea di posizionare una piccola piscina di plastica nel centro del salone. E ciò è francamente impossibile.
  • Le anatre defecano in abbondanza. Questo è un comportamento che, a differenza di cani o gatti, non è possibile educare. Mentre camminano o nuotano, quasi ogni volta che scuotono la coda, rilasciano i loro rifiuti solidi.

Alcune persone scelgono di mettere dei pannolini appositamente progettati per loro. Ma oltre al fatto di dover essere cambiati con un’eccessiva frequenza, l’animale non si sentirà a proprio agio con questo inusuale accessorio sul dorso.

  • Sono effusivi e rumorosi. Inoltre, quando ricevono affetto, lo ricompensano con grandi quack. I vicini di casa resisteranno davvero poche ore al gran baccano che la vostra anatra domestica, inevitabilmente, creerà.

Cure specifiche per tenere un’anatra domestica

Se la decisione riguardo la scelta del vostro nuovo animale domestico è già stata presa, dovrete comunque prendere in considerazione i seguenti aspetti:

  • Le anatre hanno bisogno di compagnia. Se scegliete di adottare un’anatra, dovrete per forza di cose prendere una coppia, un maschio e una femmina.
  • Durante il primo mese di vita, sono animali che hanno difficoltà a regolare la temperatura corporea e a nuotare.
anatroccoli che bevono

Durante questo periodo, è consigliabile che le vostre anatre trascorrano la maggior quantità di tempo in un ambiente chiuso. Al riparo dalle intemperie e lontano da possibili correnti d’aria fredda. Allo stesso modo, quando si trovano a nuotare in acqua, devono rimanere sotto sorveglianza, poiché possono affogare.

  • Il piumaggio si completa solo dopo due mesi di vita. Ciò consente loro di rimanere senza grandi restrizioni negli spazi aperti e nuotare senza problemi.
  • E’ ideale che possano disporre di pollaio, un luogo in cui possono entrare liberamente per proteggersi dalle condizioni atmosferiche avverse. Questo luogo deve essere completamente chiuso di notte, per minimizzare il rischio di attacchi di predatori, come le volpi.
  • Hanno bisogno di acqua fresca e pulita. Il contenitore per l’acqua potabile deve essere pulito due volte al giorno.
  • La maggior parte degli alimenti per anatre, disponibili sul mercato, sono progettati per un rapido ingrasso. Per evitare il sovrappeso, le porzioni dovrebbero essere ridotte della metà, rispetto a ciò che viene indicato sulle confezioni. Certamente, la dieta delle vostre anatre domestiche potrà sempre essere basata o integrata con semi, verdure, insetti o pesci vivi.