Che cosa si intende per pedigree in un cane?

· 2 novembre 2017

Il termine pedigree deriva dal francese Pied de Grue. Questo termine si riferiva a delle biforcazioni di linee rette usate per indicare la genealogia dei cavalli da corsa inglesi. Nell’albero genealogico di un equino, questi segni indicavano che l’esemplare era puro.

Attualmente, il pedigree è un documento concesso a quell’individuo che desidera certificare che una razza animale ha una provenienza o un’origine pura. 

Di seguito vi diremo a cosa serve questo documento e come ottenerlo.

Che cos’è il pedigree?

Il pedigree è un documento emesso da un organismo officiale che accredita e certifica che un animale domestico, come il cane o il gatto, appartiene ad una certa razza e che, pertanto, il suo lignaggio è puro.

E’ importante sottolineare che il pedigree è uno studio che si utilizza da secoli come metodo di selezione e garanzia della purezza nella creazione di alcune specie animali.

A partire dal  XX secolo, anche il pedigree si applica alle analisi genealogiche nell’ambito della medicina e dell’ingegneria genetica.

cuccioli di cane nella cesta

Il diagramma del pedigree è un grafico nel quale viene descritto, attraverso alcuni segni, l’apparizione di un fenotipo all’interno della storia naturale di una famiglia. Questo comprende almeno 3 o 4 generazioni, ma si cerca sempre di rintracciare ancora più antenati.

I simboli di base all’interno di un albero genealogico sono:

  • Quadrati (per i maschi) vuoti o pieni.
  • Cerchi (per le femmine) pieni e non.

Le generazioni successive vengono rappresentate con delle linee verticali e con un numero romano. L’I è la famiglia più antica della quale si hanno informazioni. Inoltre, vengono elencati i vari incroci con delle linee orizzontali, e con una linea diagonale quando l’esemplare è deceduto.

Come si ottiene il pedigree per gli animali?

Questo documento dove viene scritta la genealogia dell’animale, lo riconosce come appartenente ad una certa razza che è stata a sua volta famosa per la sua bellezza o per la sua originalità. Per ottenere il certificato di pedigree, è necessario dimostrare la purezza delle varie generazioni. 

Solo gli animali con una discendenza riconosciuta hanno diritto ad un documento di questo tipo. Al contrario, si può iniziare a compilare un fascicolo con tutti gli antenati, ed ottenere un certificato di purezza accreditato ufficialmente dall’organismo che se ne occupa.

Per esempio, i cuccioli di questo esemplare potranno avere un albero genealogico che NON è uguale a quello del pedigree e, dopo almeno tre nuove generazioni registrate, (che variano a seconda della specie) si potrà affermare che sono puri.

Posso ottenere il pedigree di un cane?

Per molti, avere un cane con il pedigree è come avere un trofeo da esibire. Può anche essere motivo di orgoglio per la famiglia. Un tempo, appena ottenuto questo certificato, si credeva che si avesse tra le mani un documento che indicava il cane “perfetto” , o che rispecchiava i parametri “desiderabili” di questa razza.

L’evoluzione delle razze canine ha portato a dei cambiamenti anche morfologici. Per esempio, i Bull Terrier di un secolo fa non sono gli stessi di oggi. Le caratteristiche sono state fissate da diverse federazioni di cani. Sono queste che si occupano di rilasciare il documento che garantisce il pedigree di un cane.

cane con pedigree che corre sulla spiaggia

Tutte le informazioni sulla genealogia di un animale devono essere registrate, prima di tutto, su un albo speciale. In qualche caso viene analizzato il DNA dell’esemplare, per determinare se è puro al 100 %. Se è così, viene redatto un certificato ufficiale.

Ma è così importante avere un cane con il pedigree? Ciò dipende da vari fattori. Tra i vantaggi di tale documento, ricordiamo:

  • Sapere che il nostro amico a 4 zampe può partecipare ad un concorso di bellezza (è un requisito fondamentale per essere iscritti).
  • Farlo accoppiare con un altro esemplare che abbia il pedigree a sua volta per poi vendere i cuccioli che nasceranno.

Poiché alcuni allevatori fanno accoppiare i cani della stessa famiglia per garantire il pedigree, comprare un animale con questo certificato può anche essere sinonimo di mutazioni genetiche o problemi di salute per il cane. Possiamo quindi affermare che la “perfezione” non è necessariamente l’ideale che ci immaginiamo.