Cosa studia l'etologia clinica equina?

06 maggio, 2020
L'etologia clinica equina è una scienza che studia i diversi comportamenti dei cavalli e, allo stesso tempo, incorpora le conoscenze in medicina veterinaria per fornire un trattamento più efficace.
 

L’etologia è la scienza che studia il comportamento degli animali. L’etologia clinica equina, più nello specifico, studia le caratteristiche del comportamento del cavallo. Attraverso questa disciplina veniamo a conoscenza di preziose informazioni sul comportamento sociale, la dieta e altre caratteristiche del cavallo.

Questa scienza riunisce si serve di due discipline fondamentali: la biologia e la psicologia. Infatti, studia sia i comportamenti sia innati che acquisiti. Questo procedimento consente di valutare il modo in cui questi animali si sono adattati al loro ambiente nel corso dei secoli.

L’etologia clinica nasce dall’unione dell’etologia con la medicina veterinari. È una disciplina molto utile quando si è alla ricerca di diagnosi e terapie per i cavalli con problemi comportamentali. In questo articolo, cercheremo di comprendere meglio cos’è l’etologia clinica equina.

A cosa serve l’etologia clinica equina?

Come abbiamo visto, è la scienza che si occupa di studiare il comportamento del cavallo attraverso i principi della medicina veterinaria. In questo senso, si può affermare che l’etologia clinica equina è ramo specializzato della medicina veterinaria.

In passato, quando un cavallo dimostrava di avere un problema comportamentale, di solito lo si portava dal veterinario. Talvolta, si era soliti consultare anche un addestratore. Tuttavia, nessuno dei due è in possesso di una visione globale, per cui l’etologo clinico equino è l’unico in grado di identificare correttamente il problema.

 

L’etologia clinica equina è la disciplina in grado di identificare i principali parametri del comportamento dei cavalli: dieta, vita sessuale, maternità, divertimento, vita sociale, cura, escrementi, ecc. Determina anche l’origine, lo sviluppo e l’evoluzione di alcuni comportamenti specifici.

Cavallo impaurito con la padrona

L’etologia clinica equina è una disciplina molto completa. Permette di fare una diagnosi corretta dei diversi problemi comportamentali che possono verificarsi nei cavalli e di stabilire un trattamento. Questa scienza combina la ricerca sul comportamento del cavallo con la conoscenza di anatomia, fisiologia, patologia, farmacologia, ecc.

Per fare una diagnosi, vengono valutati alcuni aspetti del paziente. Innanzitutto, viene fatta un’osservazione diretta del comportamento. Successivamente, viene eseguito un esame fisico generale per escludere l’esistenza di una patologia che potrebbe causare dolore o ansia nell’animale.

Infine, una parte importante della diagnosi comprende un’intervista con il proprietario o il custode per conoscere la storia e la personalità del cavallo.

Principali problemi comportamentali dei cavalli

I cavalli possono avere molti tipi di problemi comportamentali. Tuttavia, i più comuni sono i cosiddetti comportamenti compulsivi. Sono frequenti anche comportamenti aggressivi, disturbi alimentari e paure.

I comportamenti compulsivi sono comportamenti anomali che un cavallo assume al di fuori del suo ambiente naturale. Possono essere generalizzati o verificarsi in situazioni specifiche; è comune che appaiano in condizioni di stress e ansia.

 

Alcuni esempi classici del fatto che il cavallo sia ansioso, stressato o molto nervoso sono la tendenza a muovere la testa, dondolarsi, deglutire, mordere il legno o girare intorno in modo ossessivo.

Cavallo si impenna su un prato

Inoltre, i cavalli tendono molto a fuggire, in quanto istintivo. Generalmente, di fronte a qualsiasi stimolo che provoca paura, il cavallo proverà a fuggire. Se non può farlo perché è legato, reagirà in modo molto violento e si scontrerà con tutto ciò che si presenta sul suo cammino.

I disturbi alimentari nei cavalli sono spesso causati da situazioni che non sono naturali per loro. Questo è il caso di accesso limitato al cibo, lunghi periodi senza mangiare, eccesso di cibo concentrato o qualsiasi situazione stressante che ruoti intorno al cibo.

Questi tipi di disturbi generalmente si manifestano con dei sintomi; è il caso dell’ingestione di legno, pietre o feci. Infine, la paura nei cavalli può essere causata dalla mancanza di socializzazione ed addestramento precoce. I casi classici hanno paura di salire sul trailer, attraversare pozzanghere o fiumi, ecc.

Terapie utilizzate dall’etologia clinica equina

La terapia per trattare i problemi comportamentali nei cavalli si basa su quattro assi fondamentali. Questi sono: arricchimento ambientale, modifica del comportamento, terapia farmacologica e, se necessario, intervento chirurgico.

L’arricchimento ambientale consiste nel modificare le condizioni dell’ambiente in base alle esigenze del cavallo. Per quanto riguarda la modifica del comportamento, si tratta di applicare determinate tecniche di apprendimento per modificare il comportamento del paziente.

 

La terapia farmacologica consiste nell’uso di farmaci come antidepressivi, ormoni, ansiolitici per promuovere il cambiamento di comportamento del cavallo. Infine, il trattamento chirurgico più utilizzato è la castrazione, nei casi di cavalli che presentano un comportamento fortemente instabile, difficile da gestire.