Una storia di cuccioli orfani e di un’incredibile madre adottiva

31 Agosto 2016

Non c’è dubbio: la situazione più triste e delicata che un cagnolino appena nato possa vivere è quando la madre non è presente per occuparsene, sia perché lo ha abbandonato o perché deceduta. Fa molta pena vedere dei cuccioli orfani.

In tali situazioni, la vita dei cuccioli corre seri pericoli, poiché questi hanno bisogno delle cure e della protezione di qualcuno che dia loro amore incondizionato.

Una mamma speciale

capibara-che-si-occupa-di-cuccioli-orfani-2-e1455974260599Fonte: Facebook Rocky Ridge Refuge

Proprio per far fronte a situazioni tanto tristi, esiste il Rocky Ridge Refuge, un rifugio per animali dell’Arkansas, che si occupa di recuperare le cucciolate vittime di abbandono. Queste saranno ben accolte da Cheesecake, un’adorabile madre adottiva che si occuperà dei piccoli, dando loro tutto l’affetto e la tenerezza di cui hanno bisogno.

Ciò che sorprende è che non si tratta di una cagnetta, ma di una enorme capibara, che durante gli anni si è incredibilmente adattata a convivere con altre specie animali, principalmente i cani, con cui è solita stabilire un rapporto di estrema affinità quando sono cuccioli, proteggendoli ed esercitando il ruolo di madre.

Come ci indica Janice Wolf, la fondatrice del rifugio, Cheesecake è come una specie di infermiera per cuccioli orfani. Sta sempre appresso a loro, dorme al loro fianco, mangia e gioca con i cuccioli, il che li fa sentire protetti, aiutandoli in questa delicata fase in cui non possono avere a fianco la propria madre biologica.

Risulta importante sottolineare che, sebbene quest’ottimo rifugio dia in adozione la maggior parte dei cagnolini accuditi dall’enorme capibara, ci sono sempre altri cuccioli ai quali potrà dare tutto il suo affetto e le sue cure, per far conoscere loro, in questa fase critica della vita, cosa sia l’amore vero, anche se proveniente da un essere di un’altra specie.

Al di là di tutti gli addii che ha dovuto sopportare Cheesecake, ci saranno sempre per lei dei cuccioli da curare e amare, quindi il suo lavoro potrebbe considerarsi senza fine.

Non c’è ombra di dubbio che questo sia un adorabile caso che dimostra come la maternità possa derivare dalla necessità di proteggere un essere che si trovi indifeso.

Come prendersi cura di cuccioli orfani

Per mantenere in vita dei cuccioli rimasti orfani, dato che non c’è nessuno che si possa prendere cura di loro, dovrete sostituirvi nelle funzioni di madre, riponendo particolare attenzione ad alcuni fattori che risulteranno decisivi per la loro sopravvivenza e formazione, ovvero i seguenti:

La temperatura adeguata

Durante questa prima fase della loro vita, i cagnolini avranno bisogno di un ambiente caldo, per evitare una qualsiasi complicazione, dato il loro stato di salute delicato.

Per ottenere un ambiente ideale, durante i primi sei giorni di vita dovrete utilizzare delle lampade a incandescenza con una temperatura di 31 gradi, per poi ridurli a 24 nelle settimane successive.

Ovviamente, è molto importante prestare enorme attenzione alla temperatura, poiché il minimo errore può risultare fatale per i cuccioli, per il troppo freddo o per le bruciature che possono verificarsi sul loro corpo.

Il nutrimento dei cuccioli orfani

Questo è l’aspetto più importante e complicato a cui dovrete far fronte, dato che si tratta di alimentare i cuccioli in maniera tale che possano ricevere tutte le differenti proprietà offerte dal latte materno. Dovrete quindi preparare una soluzione artificiale che gli somigli il più possibile.

cuccioliAutore: barbievoltios

In primo luogo, i cani appena nati devono mangiare varie volte al giorno e in quantità molto limitate, poiché il loro stomaco non può sostenere l’ingestione di alimenti di grande volume. Ciò significa che non potrete dargli altro che del latte.

Per prepararlo in modo che si avvicini il più possibile a quello materno, avrete solo bisogno di un tuorlo d’uovo, di due cucchiaiate di panna liquida e di mezzo bicchiere di latte intero.

Le quantità da somministrare ai cuccioli dovranno variare nel seguente modo:

  • La prima settimana dovrete alimentarli ogni 2 ore, con 13 ml di prodotto.
  • La seconda settimana, gli darete 17 ml ogni 3 ore.
  • La terza, 20 ml, sempre ogni 3 ore.
  • Alla quarta, necessitano di 22 ml ogni 4 ore.
  • Dalla quinta, dovrete dargli il latte due o tre volte al giorno.

Tenete bene a mente che, facendo le veci della madre, non risulta sufficiente adottare solamente queste cure per la loro sopravvivenza, ma anche dargli tutto l’affetto e la tenerezza che questi poveri cuccioli orfani si meritano.

Fonte delle immagini: pagina Facebook del Rocky Ridge Refuge