Cura del pelo del pastore tedesco alsaziano

01 giugno, 2018
 

Il pastore tedesco è una delle razze più amate in tutto il mondo. E’ conosciuto per essere un animale domestico equilibrato, fedele e estremamente intelligente. Tutti conoscono il colore tipico del suo pelo e quelle caratteristiche fisiche che lo contraddistinguono da altri cani. La varietà dell’Alsaziano presenta un mantello simile ma ben più lungo. In questo articolo vi daremo dei consigli utili per prendervene cura.

Alsaziano, il pastore tedesco a pelo lungo

I pastori tedeschi sono cani grandi e robusti. Hanno dunque bisogno di piccole attenzioni, di tanto in tanto, per vivere bene. La buona notizia è che questi cani non richiedono cure particolari, dal momento che sono sempre stati allevati per la vita all’aperto.

Rispetto ai suoi cugini germanici, il pastore tedesco Alsaziano possiede un abbondante strato di pelo esterno, che è abbastanza riccio e forte, in modo da sopportare le basse temperature a cui è esposto. Esiste un secondo strato protettivo, interno, che fornisce calore e serve come un ulteriore fattore di protezione contro gli agenti esterni.

La pelle di questo animale è anch’essa molto forte e resistente, essendo pensata per resistere a piccoli tagli e lesioni che l’attività di cane da pastore, in passato, poteva favorire. Si tratta di un cane pensato per il lavoro nei campi e, grazie all’evoluzione, oggi richiede davvero poche attenzioni.

La variante alsaziana non presenta particolari differenze rispetto ai pastori tedeschi “a pelo corto”. Oltre al mantello, sensibilmente più lungo, questi cani mostrano un carattere più tranquillo. La FCI (Federazione Cinologica Internazionale) ha riconosciuto questa razza, ufficialmente, alla fine degli Anni ’80.

 
pastore tedesco alsaziano nel prato al guinzaglio

Cura del pelo del pastore tedesco Alsaziano

A causa della quantità di peli che l’animale rilascia, è necessario spazzolarlo costantemente per mantenere il suo mantello in buone condizioni e luminoso. Nei mesi di muta è essenziale farlo, per eliminare correttamente i peli e le cellule morte che possono accumularsi.

Potete usare una spazzola con setole di lunghezza media o lunga. Per una maggiore efficienza, vi consigliamo di farlo con una spazzola con denti metallici non troppo fini. Dovrete prestare maggiore attenzione nelle zone intorno alla testa, sul tronco e nella parte posteriore delle cosce. Realizzate sempre movimenti delicati ed evitando di strappare troppo violentemente gli eventuali nodi.

I pastori tedeschi alsaziani di solito mutano il pelo due volte all’anno. Quindi, durante questi periodi, dovreste spazzolare il vostro cane più di 2 volte a settimana. La cosa buona è che questa razza si adatta molto bene a tutte le stagioni, quindi non preoccupatevi se fa troppo caldo o freddo. Il suo sistema di regolazione termica funzionerà bene sia in inverno che in estate.

Consigli per pulire il pelo del pastore tedesco Alsaziano

 

Come succede con tutti i pastori tedeschi, dovrete lavare il vostro cane solo quando il mantello è molto sporco. Stiamo parlando di una razza che non ha bisogno di troppe attenzioni perché sa mantenersi pulita da sola. Inoltre, non rilascia molto grasso corporeo e non emana cattivo odore in nessun momento.

un alsaziano sdraiato tra le foglie autunnali

Se vedete che il vostro pastore tedesco Alsaziano ha bisogno di un bel bagno, ecco una serie di consigli per lavarlo correttamente, evitando litigi e lotte infinite per riuscirci:

  • Prima di iniziare a bagnarlo, ricordatevi di spazzolarlo bene. Questa azione eviterà la formazione di palle di pelo, che possono otturare lo scarico, e manterrà l’animale in uno stato di tranquillità.
  • Spazzolate seguendo sempre la direzione naturale dei peli. Rimuoverete più facilmente quelli morti senza creare disagio all’animale.
  • Usate molta acqua per sciacquarlo, evitando l’area delle orecchie e degli occhi, nel primo caso per evitare il proliferare di batteri in zone umide e, nel secondo, affinché non entri del sapone.
 
  • E’ importante utilizzare solo prodotti per cani, ovvero shampoo e bagnoschiuma appropriati per il vostro animale domestico. I prodotti per l’uomo possono causare gravi reazioni allergiche.
  • Eliminate bene il sapone, per evitare irritazioni e grumi sulla pelliccia che l’animale potrebbe poi leccare e ingerire, accidentalmente.
  • Ricordatevi di spazzolarlo anche dopo il bagno. In questo modo, eliminerete i peli che sono stati rilasciati durante il bagno, avvantaggiandovi notevolmente.

Nel caso di orecchie e zampe, dovrete fare molta attenzione. La cera può attaccarsi ai peli, formando dei grumi pericolosi per l’udito. Approfittate per togliere eventuali residui (fiori, foglie, cibo, spine) e nodi.