Demodicosi canina: cause e trattamento

16 Luglio 2019
Anche conosciuta come rogna, la demodicosi canina è provocata da un acaro del genere Demodex.

Quando parliamo di scabbia, tutti pensiamo ad un fenomeno preoccupante ed altamente contagioso per il nostro animale. La demodicosi canina o rogna demodettica, è un fenomeno relativamente frequente e che è possibile trattare in anticipo.

Scoprite di più sulle cause, la diagnosi e i trattamenti disponibili per la demodicosi canina.

Cosa causa la demodicosi canina?

L’agente scatenante di questa malattia è un acaro del genere Demodex, in particolare il Demodex canis. In condizioni normali, questi esseri microscopici vivono nei follicoli e in diverse aree della pelle di molti mammiferi.

Nei cani, nello specifico, questo tipo di acari sono spesso presenti ed è il sistema immunitario dell’animale che si occupa di non farli proliferare.

Quando per diverse ragioni, come un sistema immunitario deficiente, la popolazione di questi acari aumenta incontrollata, si produce un’infestazione e si generano una serie di danni alla pelle, che in ultimo sfociano nella demodicosi canina.

malattie della pelle dei cani

Sintomi della demodicosi

Questa malattia può colpire sia cani grandi che adulti. Si può parlare di demodicosi canina localizzata quando colpisce cuccioli o cani di meno di due anni di età. I sintomi più comuni in questi casi sono la perdita di pelo e l’infiammazione della pelle, soprattutto su testa e zampe.

Il nostro amico a quattro zampe potrebbe provare un fastidioso prurito e sentire il bisogno incessante e continuo di grattarsi. Questa variante della demodicosi canina è meno aggressiva e tende ad affievolirsi con il tempo.

Al contrario, la demodicosi generalizzata è più grave e colpisce i cani adulti. L’infezione inizia ad estendersi su varie regioni del corpo dell’animale ed è normale che si diffonda fin sulle zampe e sulle piante delle zampe.

demodicosi dei cani

In questo caso, le lesioni che colpiscono la pelle possono essere più virulente e possono generare ferite profonde e piene di pus. Tutti questi sintomi sono di solito accompagnati da febbre, malessere generale e tendenza a leccarsi incessantemente le aree colpite.

Diagnosi

Fortunatamente, la diagnosi della demodicosi canina è semplice. Per confermare la presenza dell’acaro scatenante, basta grattare la pelle del nostro animale. Il veterinario gratterà a fondo le zone più colpite per confermare con precisione la diagnosi.

Vale la pena sottolineare l’importanza di portare l’animale velocemente dal veterinario se notate uno dei sintomi sopra descritti, così che il trattamento abbia inizio quanto prima.

Trattamento della demodicosi canina

Poiché può essere associata a diverse altre malattie, il trattamento della rogna può variare per ogni esemplare. Inoltre cambia a seconda se la malattia è localizzata o generalizzata. Nel primo caso, anche se con il passare del tempo il disturbo si affievolisce, il veterinario potrà consigliarvi qualche shampoo specifico così come un trattamento contro gli acari.

cane con demodicosi

Se la malattia è generalizzata, di solito si ricorre a bagni a base di amitraz. Questo medicinale antiparassitario può aiutare a ridurre i sintomi ma può avere degli effetti secondari collaterali.

I prodotti che si usano normalmente per il trattamento della demodicosi generalizzata hanno soltanto lo scopo di ridurre i sintomi, già che molti cani sono affetti in maniera cronica dalla malattia. Questo fenomeno è normalmente associato a un sistema immunitario compromesso.

Un aspetto importante è non interrompere il trattamento e realizzare revisioni periodiche per verificare se la presenza dell’acaro è diminuita o meno. Poiché prevenire questa malattia è molto difficile, dovremo assicurarci la miglior qualità della vita possibile per il nostro cane: alimentazione corretta, esercizio giornaliero e compagnia.

Per finire, bisogna ricordare che nel caso di qualsiasi dubbio, il nostro esperto veterinario è la persona che potrà confermare o meno i nostri dubbi.

  • Sivajothi, S., Reddy, B. S., & Rayulu, V. C. (2015). Demodicosis caused by Demodex canis and Demodex cornei in dogs. Journal of parasitic diseases39(4), 673-676.
  • Saló, E. (2011). Formas clínicas de la demodicosis canina. No todo son alopecias. Clínica veterinaria de pequeños animales: revista oficial de AVEPA, Asociación Veterinaria Española de Especialistas en Pequeños Animales31(1).
  • Fondati, A., De Lucia, M., Furiani, N., Monaco, M., Ordeix, L., & Scarampella, F. (2010). Prevalence of Demodex canis‐positive healthy dogs at trichoscopic examination. Veterinary dermatology21(2), 146-151.