Quando bisogna portare il cane dal veterinario?

· 9 novembre 2018
E' sempre consigliabile che lo specialista controlli lo stato di salute dell'animale per poter verificare la presenza di eventuali problemi prima che diventino gravi.

Molte persone non sanno quando portare il cane dal veterinario né che farlo è fondamentale per il suo benessere. Le visite dallo specialista sono vitali per la salute dei vostri amici a quattro zampe. Vi permetteranno di stabilire un piano per gestire possibili emergenze.

Se avete qualche dubbio in merito, in questo articolo vi spiegheremo quando si deve portare il cane dal veterinario.

Quando bisogna portare il cane dal veterinario?

Alcuni proprietari ritengono che non sia necessario portare il proprio animale dal veterinario se stanno bene e non mostrano alcun segno di malattia.

Tuttavia, si tratta di una precauzione fondamentale. Come è logico, ogni volta che adottate o acquistate un nuovo animale domestico, dovrà essere valutato da un veterinario che stabilirà un piano sanitario in base alla specie e all’età dell’animale, in modo da seguire correttamente il calendario dei vaccini e della sverminazione.

Ciò dipende in buona parte dal vostro ritmo di vita e da quello del vostro animale domestico, oltre alla sua razza e altre variabili. Una volta raggiunta l’età adulta, è normale e raccomandabile portare il vostro miglior amico dal veterinario, almeno una volta all’anno.

Alcune malattie richiedono vaccini obbligatori che devono essere rinnovati.

Inoltre, è sempre consigliabile che lo specialista controlli lo stato di salute dell’animale per poter verificare la presenza di eventuali problemi prima che diventino gravi.

Perciò, dovrete prestare particolare attenzione a eventuali cambiamenti estetici o del comportamento del cane e, in caso, correre subito dal veterinario.

Purtroppo, ci sono patologie molto critiche come, ad esempio, la leishmaniosi canina.

Portare il cane dal veterinario

Dovrete portare il vostro cane dal veterinario anche quando sta bene. Queste visite vi consentiranno di verificare lo stato di salute del vostro animale domestico, prevenendo la comparsa di problematiche anche gravi. Inoltre, è importante confrontarsi costantemente con il medico su argomenti come l’alimentazione, l’attività fisica e possibili patologie genetiche, tipiche di alcune razze.

Come sapere se il vostro animale domestico è malato?

Può essere difficile scoprire se il proprio animale domestico soffre di una malattia.

Specialmente se si tratta di processi subclinici che non mostrano una grande sintomatologia. Ecco perché, al minimo sospetto, è necessario portare il vostro animale dal veterinario.

Ci sono però due aspetti interessanti che vi aiuteranno sempre, dinanzi a un possibile problema di salute. Anzitutto, con il passare del tempo, imparerete a conoscere il vostro cane.

Ciò significa abitudini, comportamento, aspetto. Se notate qualcosa di “strano” o anomalo, basterà recarsi dallo specialista per avere conferma del possibile problema.

Allo stesso modo, grazie alle visite periodiche preventive, darete al veterinario la possibilità di aggiornare la cartella clinica dell’animale, permettendo al dottore di intervenire sempre in modo rapido ed efficace.

Veterinaria abbraccia un pastore tedesco

È di vitale importanza non realizzare diagnosi fai da te.

Può essere interessante provare a imparare, ma a scopo informativo, dal momento che le diagnosi e le cure del nostro animale domestico devono essere fatte da una persona con una laurea ed esperto in materia, ovvero sempre e solo lui, il veterinario.

Questo escluderà complicazioni derivanti da trattamenti sbagliati che, molte volte, peggiorano le cose invece di migliorarle.

Cambiamenti nel vostro animale domestico

Ci sono alcuni segnali che possono avvisarvi del fatto che “qualcosa non va” nel vostro amico a quattro zampe.

Per quanto riguarda il comportamento, l’apatia, la sonnolenza, la mancanza di appetito o la presenza di dolore costante, dovrebbero attirare la vostra attenzione.

Va sottolineato che tutto dipende dalla specie. Ad esempio, un coniglio mostra a malapena segni di malattia fino a quando la situazione diventa complicata. Pertanto, dobbiamo tener conto che le visite di routine sono di vitale importanza per la prevenzione.

Qualsiasi cambiamento nell’aspetto dell’animale può allarmare. Perdita di peso, gonfiore o irritazione della pelle, alterazioni della bocca o degli occhi possono sembrare cose poco importanti.

Tuttavia, è consigliabile che, se sospettiate di una qualche patologia, anticipiate il controllo periodico.

Alterazioni nell’appetito e nella sete, o nella frequenza con cui l’animale defeca o urina, come nel caso della poliuria, sono anche molto importanti. Come vedete, quindi, la vostra premura e il vostro occhio sono fondamentali per captare qualsiasi anomalia che riguarda la salute del vostro animale.

Essere consapevoli di tutto ciò, sarà la migliore garanzia per i vostri cani o gatti e renderà più efficaci le visite al veterinario. Come spesso si dice, “prevenire è meglio che curare”.

È di vitale importanza non realizzare diagnosi fai-da-te. Può essere interessante provare a imparare, ma a scopo informativo, dal momento che le diagnosi e le cure del vostro animale domestico devono essere fatte da persone laureate ed esperte in materia.