Differenze tra lucertole e salamandre

Differenze tra lucertole e salamandre

Ultimo aggiornamento: 05 maggio, 2018

A prima vista, può essere facile confondere lucertole e salamandre. Tuttavia, sono specie molto diverse tra loro. Per habitat, alimentazione, abitudini più tutta una serie di caratteristiche fisiche. Nel seguente articolo, vedremo meglio le somiglianze e le differenze tra questi due affascinanti esseri viventi, uno rettile, l’altro anfibio.

Conosciamo meglio le lucertole

Le lucertole sono rettili appartenenti all’ordine Squamata, alla quale appartengono anche gechi, camaleonti e iguane. Le sue diverse specie comprendono il più grande sottordine dei rettili oggi viventi.

Hanno un corpo cilindrico, coperto da squame lucide e lisce, testa conica, occhi con palpebre mobili e orecchie con apertura esterna.

La loro pelle è estremamente secca e, di solito, evitano il contatto diretto con l’acqua. Tuttavia, sono in grado di nuotare abbastanza facilmente quando è necessario. Un’abilità che condividono con la maggior parte dei rettili.

una lucertola si mimetizza tra le foglie

Una caratteristica tipica di questi rettili è la capacità di staccare la propria coda per sfuggire all’attacco di un predatore. L’estremità rimossa si rigenererà automaticamente, acquistando però un aspetto differente, rispetto all’originale. Questa strategia difensiva, chiamata autotomia è possibile grazie alla presenza di speciali punti di rottura presenti nelle sue vertebre caudali.

Cosa bisogna sapere sulle salamandre?

Al contrario delle lucertole, le salamandre non sono rettili. Si tratta, al contrario, di una specie di anfibi appartenenti all’ordine dei Caudati, che significa letteralmente “con la coda”. Attualmente, sul nostro pianeta si contano più di 300 specie di salamandre, divise in 10 differenti famiglie.

Il corpo di questo anfibio è lungo e possiede sorprendenti sfumature di nero e giallo – una colorazione chiamata aposematica – che serve da deterrente contro possibili predatori.

Le salamandre dimostrano un’incredibile velocità nel catturare piccoli insetti di cui si alimentano. Rispetto alle lucertole, questi esseri viventi possiedono la capacità di rigenerare qualsiasi parte del corpo, arto o coda, nel caso che venga tagliato. Ciò si deve a un locus genico, chiamato ambysex.

A differenza delle lucertole, la pelle di una salamandra è morbida, delicata e ha bisogno di mantenere un certo livello di idratazione. Sono animali più facili da riconoscere, proprio per il tipo di colorazione che permette di distinguere questi anfibi da altri.

i colori tipici della Salamandra

Nonostante questo elementi visivo, non dobbiamo dimenticare che la colorazione affascinante è dovuta alla presenza di piccole ghiandole velenose che funzionano come difesa naturale contro i possibili predatori.

Differenze tra lucertole e salamandre

Come abbiamo visto prima, lucertole e salamandre sono animali molto diversi sia nel loro comportamento che nell’aspetto. E per renderli ancora più facili da riconoscere, riassumiamo le loro principali 4 differenze, qui di seguito:

1- Forma del corpo

Le salamandre hanno corpi lunghi e magri, una coda e il loro muso è arrotondato. Le dimensioni variano a seconda della specie. L’esemplare più grande al mondo è la salamandra gigante cinese. Può arrivare a misurare 180 cm con un peso di 65 kg. Non ha palpebre e possiede sei piedi. In linea generale, però, le altre sottospecie non superano i 20 centimetri di lunghezza.

Al contrario, le lucertole hanno corpi cilindrici che raramente superano i 20 cm di lunghezza. Anche se le specie giganti delle Isole Salomone possono raggiungere, al massimo, i 60 cm. La coda ha una forma affusolata.

2- Struttura e aspetto della pelle

La pelle delle lucertole è liscia e secca, formata da squame luminose sovrapposte. Alcune specie hanno un aspetto più trasparente, mentre altre possono avere bande o strisce sul loro corpo. E, spesso, hanno un colore uniforme.

La pelle delle salamandre è straordinariamente umida e mostra due colori aposematici molto caratteristici (nero e giallo). Tutte le specie secernono speciali tossine dalla pelle, per mantenerla sufficientemente idratata.

3- Dieta e preferenze alimentari

La stragrande maggioranza delle lucertole sono carnivore, in concreto insettivore. Alcune cacciano anche topi e rettili di dimensioni ridotte. Altre specie, invece, prediligono una dieta erbivora. Bisogna sempre tenere a mente che questi animali possiedono denti piccoli, ma affilati e lunghi.

Come le lucertole, le salamandre sono carnivore, ma mantengono una dieta più varia. Possono consumare rane, pesci, insetti e sono persino in grado di mangiare altre salamandre.

4- Habitat e abitudini naturali

Le salamandre preferiscono cacciare di notte e proliferano in luoghi palustri, vicino o persino dentro l’acqua. Cercano rifugio in caverne terrestri o sotto le foglie umide, lasciandole soltanto dopo il tramonto. La loro arma vincente, in natura, è la velocità con cui catturano le loro prede e si nutrono.

Discorso diverso per le lucertole. Questi rettili sono notevolmente più attivi delle salamandre durante il giorno. Allo stesso tempo, comunque, non disdegnano cacciare nelle ore notturne. La maggior parte delle specie è terrestre e evitano il contatto diretto con l’acqua. Curiosamente alcune specie possono persino vivere sugli alberi.

Ora conoscete le differenze tra lucertole e salamandre!

Potrebbe interessarti ...
Differenze tra cammelli e dromedari che dovete conoscere
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Differenze tra cammelli e dromedari che dovete conoscere

Più di una volta vi sarete chiesti quali sono le differenze tra cammelli e dromedari. Qui vi sveleremo i segreti di questi due animali simili ma di...