Ecco alcune curiosità scientifiche sui cani

· 10 Gennaio 2019
Una delle curiosità scientifiche sui cani è che sono in grado di percepire lo stato d'animo sia dei propri padroni che di persone sconosciute.

L’amicizia tra il cane e l’uomo ha risvegliato la curiosità degli scienziati e generato molte credenze popolari. Oggi parleremo di alcune curiosità scientifiche sui cani.

Si sa che i cani sono in grado di capire se i loro padroni sono tristi, malati e possono perfino predire una gravidanza, ma cosa dice la scienza? Ecco alcune curiosità scientifiche sui cani.

Curiosità scientifiche: i cani percepiscono i nostri stati d’animo

Si sa che i cani sentono quando le persone sono tristi e hanno bisogno della loro compagniaQuesto comportamento ha incentivato numerosi investigatori a verificare se questi siano davvero in grado di percepire gli stati d’animo.

Nell’Università di San Paolo e nell’Università di Lincoln è stato condotto un esperimento interessante. Per prima cosa, sono state selezionate varie razze di cani, inclusi i meticci, con età diverse. Sono state osservate le loro reazioni di fronte a persone con diversi stati d’animo.

Cane con gli occhiali e con libro

La cosa più interessante è che i cani non hanno familiarizzato con i partecipanti, semplicemente sono stati a contatto con loro varie volte.

In conclusione è stato dimostrato che questi animali sono davvero in grado di interpretare gli stati d’animo dell’essere umano.

Si dice che sia un’abilità tipica della loro specie, sviluppata probabilmente nel corso dei secoli stando vicini agli uomini. Per questo possono percepire gli stati d’animo anche degli sconosciuti.

La spiegazione più plausibile sta nella loro capacità di “leggere” le nostre espressioni facciali, le nostre posture e le nostre azioni. 

Visto che i cani comunicano maggiormente attraverso il corpo, riescono a percepire le emozioni e i cambiamenti d’umore delle persone anche se non parlano.

Cane con occhiali in biblioteca tra i libri

Alcune curiosità particolari

1. Le loro “impronte digitali” si trovano nelle narici

Se le persone si identificano attraverso le impronte digitali, i cani si riconoscono tramite il naso. Ovvero, ogni cane ha un “disegno” unico all’interno delle narici, ecco perché il loro muso è unico. Questo tipo di segnali indicano l’identità dell’animale.

2. Possono capire più di 100 parole ( e anche dei segnali)

Per molti anni, si è creduto che l’obbedienza canina si basasse principalmente sulla comprensione dell’intonazione della voce; recenti studi dell’Università della British Columbia dimostrano che i cani possono distinguere più di 160 parole. 

Alcune razze come il Border Collie, sono capaci di comprendere 200 termini.

Molti esperti assicurano anche che i cani distinguono facilmente i segnali e il tono della voce; tra le altre cose, perché possiedono delle aree del cervello simili alle nostre. Per questo motivo, è importante usare il linguaggio del corpo e stare attenti all’intonazione della voce al momento dell’addestramento.

3. Il nostro amore per i cani è simile a quello che ha una madre verso suo figlio 

Varie ricerche hanno dimostrato che il legame tra l’uomo e il cane è simile a quello tra madre e figlio. Ne è responsabile l’ossitocina (il cosiddetto ormone dell’amore). I suoi effetti sull’organismo permettono che la nostra connessione affettiva con i cani sia simile al legame biologico tra madre e figlio.

4. I cani e i diavoli della Tasmania si assomigliano

Un’altra delle curiosità scientifiche sui cani è che sono gli unici mammiferi, insieme al diavolo della Tasmania, che soffrono di un cancro trasmissibile. Si tratta di un tumore maligno e il contagio si verifica tramite l’accoppiamento. Può colpire sia i meticci che i cani di razza.

Questa grave malattia deve essere diagnosticata il prima possibile per poter somministrare un trattamento efficace. L’avanzamento dei sintomi può provocare la malformazione dei genitali e danneggiare la salute dell’animale. Per questo, ricordatevi l’importanza della medicina preventiva.

5. Esistono anche dei cani pessimisti

Un recente studio pubblicato sulla rivista Current Biology afferma che alcuni cani abbiano una tendenza naturale al pessimismo. Ovvero, esistono delle razze più allegre e positive, mentre altre mostrano una certa tendenza ad essere tristi e di malumore.

Per questo, la genetica svolge un ruolo importante sulla personalità e sul comportamento di ogni cane. Dovete ricordare che l’educazione e la socializzazione sono determinanti per il loro comportamento.

Queste curiosità scientifiche possono aiutarci a comprendere la natura dei cani. E’ fondamentale sottolineare che ogni cane è unico e singolare, con delle caratteristiche proprie che formano la loro personalità.