Educazione del cane per principianti: 5 passaggi

17 aprile, 2020
I principianti devono ricordar di iniziare a educare i propri cani quando sono ancora cuccioli. Se l'animale inizia ad acquisire delle abitudini negative, infatti, sarà più difficile eliminarle in futuro. 
 

Non è necessario fare un corso o diventare addestratori di cani per educare il proprio animale domestico. In questo articolo presentiamo alcuni consigli e i passaggi indispensabili per una buona educazione del cane se si è principianti.

Fattori da considerare per l’educazione del cane per principianti

Se adottate un cane per la prima volta o se desiderate insegnare un comando a un altro animale che avete appena adottate ma non lo avete mai fatto prima, non preoccupatevi!

Non avete bisogno di diventare addestratori professionisti. Se siete dei novellini del mondo dei cani, eccovi alcuni consigli da tenere a mente:

  1. Garantite all’animale i suoi bisogni di base (cibo, salute, igiene, rifugio).
  2. Conoscete e capite i vostri animali.
  3. Lasciate che entrino in contatto con altri animali.
  4. Premiate le loro condotte corrette ed evitate le punizioni.
  5. Donategli amore e compagnia.
  6. Fate sport con i vostri cani o uscite almeno una volta al giorno per fare una passeggiata.

Educazione del cane per principianti: i cuccioli

Si potrebbe dire che è più facile addestrare un cane cucciolo piuttosto che uno adulto, sebbene vi siano sempre delle eccezioni. Se desiderate iniziare a educare un cane per la prima volta, dovrete procedere il prima possibile.

In questo modo, eviterete che i vostri animali acquisiscano abitudini malsane che poi si ripeteranno ogni giorno e saranno, quindi, più difficili da eliminare.

1. L’allenamento è fondamentale

Considerate che i cani sono animali molto intelligenti, ma hanno bisogno di un certo allenamento per adottare e mantenere un’abitudine. A tale scopo, vi consigliamo di dedicarvi all’educazione dei vostri cani tutti i giorni, anche solo per pochi minuti. Finché non hanno imparato un comando alla perfezione, non passate alla lezione successiva.

 
Educazione dei cani per principianti comando zampa

2. Equilibrare addestramento e giochi

I cani adorano giocare e divertirsi, sia soli sia con i loro padroni o altri animali. Per questo motivo, per quanto riguarda l’educazione dei cani per principianti, si consiglia di bilanciare i momenti di addestramento e quelli di svago.

Ragazza che gioca con il suo cane

Se riuscite a ottenere un equilibrio tra i due momenti, l’animale imparerà più in fretta. Oltre a ciò, consumerà molte energie, motivo per cui riposerà per un numero di ore maggiore e non si comporterà male. Molte volte le “marachelle” sono la conseguenza di poco movimento o attività fisica.

3. Attività fisica

In relazione al precedente punto, un altro consiglio che può essere di grande utilità, e che molte volte viene trascurato, riguarda l’attività fisica. Un cane che ha corso, giocato, saltato e camminato per diversi minuti al giorno sarà più stanco e più tranquillo una volta tornato a casa.

 
Donna che corre con il suo animale

Non c’è motivo di stremarlo, questo è chiaro, ma fare in modo che scarichino le energie accumulate. Tenete conto anche dell’età e della razza, perché è probabile che un cane brachicefalo o uno anziano si stancherà prima di un cucciolo o di un dalmata.

4. Mantenere un atteggiamento positivo

Un altro consiglio nella educazione dei cani per principianti riguarda l’atteggiamento del padrone. Se si è predisposti a educarli e ci si diverte nel frattempo, gli animali rispondono in modo positivo.

Ricompensa ed educazione del cane per principianti

Per questo motivo, se un giorno siete malati, stanchi o di cattivo umore, forse è meglio rimandare la lezione. Attendete di disporre di tutte le energie e l’attenzione necessarie per l’addestramento. In questo modo, otterrete risultati migliori.

5. Educazione del cane per principianti: essere pazienti

 

Un’altra virtù su cui dovrete lavorare prima di addestrare i vostri animali riguarda l’impegno, la costanza e la pazienza che riservate a questo compito. Un animale non impara dal giorno alla notte, così come un bambino non impara a camminare da un giorno all’altro.

Addestramento degli animali

È dunque indispensabile mantenere la calma e non sforzarsi quando qualcosa non va come ci si aspettava. Con amore e prendendovi tutto il tempo necessario, vedrete che i vostri animali vi risponderanno positivamente ed eseguiranno tutti i comandi, i trucchi e gli insegnamenti che gli avete impartito.

E, infine, non dimenticatevi delle ricompense. Non devono per forza essere costose (come un giocattolo) o commestibili (biscotti, snack, croccantini, un osso), bensì devono servire per dimostrare al cane che siamo orgogliosi di lui. Una carezza o una parola dolce sono sufficienti!

 

Chang, C., Mendoza, C., & Andrade, M. (2009). Reglamento De Tenencia Y Manejo Responsable De Perros. Ministerio de Agricultura, Ganaderia y Pesca.