Gatto del Bengala, un leopardo in miniatura in casa

· 9 gennaio 2018

Chi non ha mai sognato di giocare qualche volta con una tigre o un leopardo? Da qualche tempo circola in rete un video di un ragazzo che gioca con dei cuccioli di leone e chiunque lo ha visto ha desiderato per un momento di essere lui. Ebbene, sappiate che adesso avete la possibilità di avere in casa un leopardo in miniatura: il gatto del Bengala.

Oggi vi parleremo di questa specie particolare e ancora poco conosciuta che siamo certi ruberà il cuore di molti di voi. Volete conoscerlo?

Storia, origini e caratteristiche del gatto del Bengala

Gatto del bengala seduto

Il gatto del Bengala è un ibrido frutto dell’unione tra un gatto ed un felino leopardo. La sua origine è statunitense.

Caratteristiche fisiche

Una delle principali caratteristiche del gatto del Bengala è la pesantezza delle sue ossa. Inoltre, è molto muscoloso e forte; ha grandi dimensioni, i suoi esemplari possono arrivare ai 9 kg se maschi e a 4 se femmine.

Per tale ragione, se volete trasportare un Bengala, assicuratevi di essere in buone condizioni fisiche per farlo.

La sua coda è grossa e pelosa, ha delle cosce posteriori molto alte, cosa che gli conferisce un portamento molto elegante. Ha gli occhi a mandorla e sempre gialli verdognoli.

Pelo

Il suo eccezionale pelo è corto, attaccato al corpo e sempre tigrato. Non esiste un’altra specie simile a questa.

Il suo manto tende ad aggrovigliarsi quindi, se volete evitare ciò, vi consigliamo di passare un panno umido su di esso un paio di volte alla settimana. In tal modo il suo pelo avrà sempre un aspetto meraviglioso.

Il colore di base del manto può cambiare, può andare dal beige al marrone, ma sarà sempre tigrato. La fine scura della coda e i cuscinetti maculati sono caratteristica di ogni esemplare della specie.

Carattere

Il suo carattere è iperattivo e molto curioso, molto di più rispetto agli altri gatti. Nonostante la sua origine, che proviene da un leopardo, è molto affettuoso e amichevole. Ama stare con la gente e gli piacciono le coccole continue. Sebbene molti possano temere che il gatto del Bengala risvegli in qualche modo la sua origine selvaggia, ciò non avverrà.

Ci sono diverse generazioni di gatti del Bengala e quelli appartenenti alla quarta, che provengono da altri gatti del Bengala che sono stati già animali domestici, sono molto socievoli e adatti al ruolo di animali da compagnia. In ogni caso è sempre bene castrali.

Altra caratteristica molto comune di questi gatti è la loro astuzia e la loro audacia. Se avete un gatto appartenente a questa razza, non dimenticate mai un filetto sul tavolo da cucina, nemmeno per pochi secondi, perché altrimenti al ritorno non lo ritroverete.

Le sue acrobazie vi faranno ridere. Quando il gatto del Bengala si esalta, il suo istinto lo porta a fare peripezie, come realizzare diverse giravolte o salire sulle pareti.

Ecco Thor, un gatto Bengala eccezionale

Thor gatto del Bengala

Thor è un gatto del Bengala che sembra appena uscito da un quadro. Ha davvero delle fattezze perfette.

Thor vive in Belgio e riflette alla perfezione sia le caratteristiche fisiche che la personalità di questo tipo di gatti. Dato che si tratta di una razza poco conosciuta, la padrona di Thor ha pubblicato sui social le foto del suo perfetto Bengala e queste sono diventate virali. La realtà è che quando si posano gli occhi su Thor è impossibile smettere di guardarlo.

Curiosamente i suoi occhi sono perfettamente verdi e non gialli verdognoli come altri esemplari di questa razza.

Se amate godere delle bellezze della natura, delle sue opere maestre e volete anche avere un compagno affettuoso, divertente e curioso che vi aspetti dietro la porta di casa, non abbiate dubbi. Adottate un gatto del Bengala e non ve ne pentirete.